Showing 5048 results

Archival description
Università degli Studi di Torino
Print preview View:

104 results with digital objects Show results with digital objects

Senato accademico. Verbali delle adunanze

La riforma dell'istruzione superiore attuata con R.D. 30 settembre 1923, n. 2102 (riforma Gentile) prevede, tra le autorità accademiche, il Senato accademico, che eredita composizione e competenze del Consiglio accademico. Il Senato accademico è composto dal rettore in carica, dal rettore appena cessato, dai presidi delle Facoltà e dai direttori delle Scuole.

Consiglio di Amministrazione

La riforma dell'istruzione superiore attuata con R.D. 30 settembre 1923, n. 2102 (riforma Gentile) prevede, tra le autorità accademiche, il Consiglio di amministrazione, a cui "spetta il governo amministrativo e la gestione economica e patrimoniale dell'Università" (art. 7). Il Consiglio di amministrazione è composto dal rettore, da due componenti eletti dal Collegio generale dei professori tra i professori stabili dell'Università, da due rappresentanti del Governo, l'intendente di Finanza della Provincia e l'altro scelto dal ministro tra persone di riconosciuta competenza amministrativa e che non rivestano uffici presso l'Università.

Seduta del 20 dicembre 1945

Sono inoltre presenti: l'estratto del verbale della seduta del 18 dicembre 1945 del Consiglio della Facoltà di Economia e commercio; corrispondenza relativa al pagamento di lavori straordinari a personale del Laboratorio di Economia politica e dell'istituto di Economia tecnico industriale; copia della "Convenzione fra il Consiglio Nazionale delle Ricerche e la R. Università di Torino per l'istituzione di un Centro di studio sull'accrescimento e sulla senescenza degli organismi"; corrispondenza relativa al pagamento di lavori di riparazione da eseguire all'Istituto Angelo Mosso sul Monte Rosa.

Dal 5 gennaio 1933 al 31 dicembre 1934

Nella seduta del 27 aprile 1934 il Consiglio di Amministrazione autorizza spesa di £ 20.000 per nuovo ritratto a olio del re. Si tratta del quadro dipinto da Giacomo Grosso, destinato all'aula magna.Con rubrica.

Corrispondenza

Il capo III "Delle Segreterie delle Università" del R.D. 4 luglio 1857 "Nuovo regolamento per le attribuzioni dei rettori, vice-rettori, dei presidi e consigli delle Facoltà e delle segreterie delle Università del Regno" (artt. 43-51) prevede l'esistenza di un segretario, di "sostituiti segretari delle Facoltà" e dell'economo operanti sotto la sua vigilanza. Prevede dunque lo smistamento della corrispondenza all'uno o agli altri "secondo la natura degli affari a cui si riferiscono". Tra i registri la cui tenuta spetta al segretario figurano: "1° Protocollo per registrarvi il sunto delle lettere o delle domande che non si riferiscono ai protocolli speciali delle Facoltà [...]; 2° Registro per copiare in esteso le note ed i decreti ministeriali [...]; 5° Registro per trascrivervi le intimazioni dei concorsi, gli avvisi e gli ordini che si pubblicano nell'Università o nella gazzetta ufficiale [...]." La stessa organizzazione è prevista nel capo XIII del Regolamento Universitario approvato con R.D. 20 ottobre 1860, n. 4373 relativo alle segreterie dell'Università (artt. 276-281). A partire dal 1929 è attestata la registrazione e archiviazione in serie separata della corrispondenza ritenuta riservata.

Results 1 to 10 of 5048