Risultati 2667

Descrizione archivistica
Biblioteca del Dipartimento di Scienze della vita e Biologia dei sistemi. Sede di Biologia vegetale. Università degli studi di Torino
Stampa l'anteprima Vedere:

23 risultati con oggetti digitali Mostra i risultati con gli oggetti digitali

Prestito a Casaretto dell’erbario di piante brasiliane.

  • IT ORTOUT MORIS Add. Corr. Ist. varie.5
  • Unità documentaria
  • 1840-06-23
  • Parte di Orto botanico

Lettera intestata “Regie Università di Torino, e di Genova - Direzione Superiore degli Studi”, inviata da Torino il 23 giugno 1840, firmata Provana di Collegno. Lo scrivente comunica a Moris che Sua Maestà ha concesso a Casaretto di tenere a Genova, previo inventario e ricevuta e per non più di tre anni, l’erbario delle piante raccolte in Brasile, al fine di poterle determinare.

Fondazione della “Società per l’incoraggiamento delle arti e dell’industria”.

  • IT ORTOUT MORIS Add. Corr. Ist. varie.50
  • Unità documentaria
  • 1853-06-23
  • Parte di Orto botanico

Lettera della futura “Società Nazionale Italiana per l’incoraggiamento delle arti e dell’industria”, inviata da Torino il 23 giugno 1853, firmata dal presidente della direzione C. Scapini, dal presidente della commissione Ascanio Sobrero e dal segretario G. Arnaudon, in cui si informa Moris che gli operai che hanno partecipato a Londra nel 1851 alla Generale Esposizione dei prodotti d’industria, hanno deciso di fondare una società, analoga a quelle di Francia e Inghilterra, allo scopo di favorire il progresso dell’industria nel Regno Sardo. E’ già stata redatta una bozza di statuto, per la cui stesura definitiva è al lavoro una commissione composta da eminenti studiosi. Verrà infine convocata una riunione plenaria, cui sono invitati i cultori delle singole specialità e le persone amanti del progresso industriale, che dovranno approvare lo statuto definitivo.

Invio a Moris degli Atti del Imp. R. Istituto Veneto.

  • IT ORTOUT MORIS Add. Corr. Ist. varie.51
  • Unità documentaria
  • 1853-07-15
  • Parte di Orto botanico

Lettera intestata “Imp. R. Istituto Veneto” inviata da Venezia il 15 luglio 1853, firmata dal membro effettivo e segretario [... firma illeggibile], il quale comunica a Moris, socio corrispondente estero, di avergli spedito gli Atti sinora pubblicati.

Invio di piante esotiche al castello di Agliè.

  • IT ORTOUT MORIS Add. Corr. Ist. varie.52
  • Unità documentaria
  • 1853-10-09
  • Parte di Orto botanico

Lettera intestata “Casa di S.A.R. il Duca di Genova [Ferdinando di Savoia]” inviata dal R. Castello d’Agliè [To] il 9 ottobre 1853, firmata dall’intendente generale e segretario privato L. Rondone-Prina, il quale a nome del duca ringrazia Moris per aver mandato, tramite il cavaliere Dupuy, i doppi delle piante esotiche giunte recentemente all’Orto Botanico del Valentino, per essere piantate nel parco di Agliè. Sempre a nome del duca invita Moris ad Agliè per consigliare ai giardinieri il modo migliore per conservare tali piante.

Formulazione di disposizioni per l’igiene pubblica.

  • IT ORTOUT MORIS Add. Corr. Ist. varie.53
  • Unità documentaria
  • 1853-10-13
  • Parte di Orto botanico

Lettera intestata “Città di Torino - Amministrazione comunale” inviata da Torino il 13 ottobre 1853, firmata dal vice-sindaco L. Baricco, in cui si comunica a Moris che il sindaco intende formare una commissione che verifichi se le passate disposizioni in tema di igiene pubblica sono ancora valide e di studiare se non sia necessario aggiungerne di nuove. Membri della commissione saranno i professori Moris e Viglietti e i consiglieri Trombotto, Borella, Rignon e Anfossi.

Quesito sulla possibile nocività del fetore dei letamai.

  • IT ORTOUT MORIS Add. Corr. Ist. varie.55
  • Unità documentaria
  • 1854-08-05
  • Parte di Orto botanico

Lettera intestata “Città di Cuneo” inviata da Cuneo il 5 agosto 1854, firmata da vice-sindaco Rejnaudi, il quale a nome del consiglio comunale espone a Moris un quesito. Si vuole sapere se le esalazioni dei “cacci forti e fettenti” [ci si riferisce probabilmente alle deiezioni animali – cacciare nel significato di emettere - es.: cacciare un urlo] sono nocive alla pubblica igiene, specie nelle presenti critiche contingenze sanitarie.

Raccomandazione a Moris per il signor Blanc.

  • IT ORTOUT MORIS Add. Corr. Ist. varie.56
  • Unità documentaria
  • 1854-10-10
  • Parte di Orto botanico

Lettera autografa intestata “Instruction publique - Province du Genevois” inviata da Annecy il 10 ottobre 1854 dal proviseur royal dottor Truchet, vecchio studente di medicina di Moris, ferito all’Università, curato all’ospedale S. Giovanni, messo poi in carcere “agli sforzati” e liberato il giorno dell’abdicazione del Re, ma costretto all’esilio per oltre 20 anni. Probabilmente Moris non se ne ricorderà. Lo scrivente gli chiede se può aiutare un certo signor Blanc, che vorrebbe iscriversi a Farmacia.

Richiesta a Moris di aiuto per la famiglia del defunto Stefano Bruno.

  • IT ORTOUT MORIS Add. Corr. Ist. varie.57
  • Unità documentaria
  • 1854-11-26
  • Parte di Orto botanico

Lettera autografa intestata “Intendenza generale di Nuoro”, inviata da Nuoro il 26 novembre 1854 e firmata Mussone. Lo scrivente, esecutore testamentario di Stefano Bruno di Piscina [To], morto il 23 del mese corrente, chiede a Moris di intervenire per fare ottenere un sussidio immediato alla vedova e ai sei figli, due maschi e quattro femmine. Chiede altresì una sistemazione per l’educazione gratuita dei figli, tenendo conto delle loro particolari inclinazioni.

Nomina di Moris a membro della direzione del manicomio.

  • IT ORTOUT MORIS Add. Corr. Ist. varie.58
  • Unità documentaria
  • 1855-01-15
  • Parte di Orto botanico

Lettera intestata “Regia Direzione del Manicomio di Torino”, inviata da Torino il 15 gennaio 1855, firmata dal presidente di direzione G. Sappa, in cui si comunica a Moris la nomina a membro della direzione del manicomio.

Composizione della direzione del manicomio.

  • IT ORTOUT MORIS Add. Corr. Ist. varie.59
  • Unità documentaria
  • 1855-01-16
  • Parte di Orto botanico

Lettera autografa inviata da Torino il 16 gennaio 1855 dal presidente della direzione del manicomio G. Sappa, in cui si comunica a Moris che membri di tale direzione sono stati nominati lo stesso Moris (vice-presidente), il commendatore Tonello, l‘abate Botto e il cavalier Martorelli. Quest’ultimo non ha accettato.

Risultati da 91 a 100 di 2667