Risultati 20

Descrizione archivistica
Gherardi, Silvestro
Stampa l'anteprima Vedere:

2 risultati con oggetti digitali Mostra i risultati con gli oggetti digitali

1859-60 Rendiconti sull'insegnamento

Relazioni dei singoli docenti sui corsi tenuti nel primo bimestre dell'anno scolastico 1859-60.Facoltà di Teologia: C. Banaudi, G. Ghiringhello, F. Parato, Carlo Luigi Savio, A. Serafino, V. Testa.Facoltà di Giurisprudenza: Pietro Luigi Albini, G. Anselmi, C. Avondo, G. Buniva, T. Canonico, G. Cesano, G.E. Garelli della Morea, Ilario Filiberto Pateri, E. Precerutti, J.-J. Reymond, Bartolomeo Zavateri.Facoltà di Medicina e chirurgia: S. Berruti, G.S. Bonacossa, Paolo Andrea Carmagnola, G.E. Demichelis, Gioachino Giorgio Fiorito, Scipione Giordano, Lorenzo Girola, Giacomo Antonio Maioli, Sisto Germano Malinverni, Francesco Telesforo Pasero, Alessandro Riberi, C. Sperino, G. Timermans, C. Tomati, Giovanni Antonio Viglietti.Facoltà di Lettere e filosofia: Carlo Bacchialoni (professore assistente nella Scuola di Metodo), Giovanni Francesco Bosco, Francesco Bertinaria, Bartolomeo Bona, Casimiro Danna, Giovanni Battista Peyretti, Bartolomeo Prieri, Carlo Emanuele Richetti, Ercole Ricotti, Luigi Schiaparelli.Facoltà di Scienze fisiche e matematiche, classe di Scienze fisiche: A. Abbene, Felice Chiò, S. Gherardi, G.G. Moris; Facoltà di Scienze fisiche e matematiche, classe di Matematica: G.B. Erba, Camillo Ferrati, A. Genocchi, Eligio Martini, Luigi Federico Menabrea, Prospero Richelmy.Sono inoltre presenti: la minuta del "Rendiconto sul risultato degli studi nello scorso anno scolastico" predisposto dal rettore, comprendente anche una relazione sui locali del Gabinetto anatomico e su quelli destinati alla Clinica ostetrica; un elenco degli studenti distinti delle diverse Facoltà; la richiesta di Antonio Mattea di essere inserito nella lista degli studenti distinti.

Malattia degli occhi di Moris. Collaborazione di De Notaris con Gazzetta Medica.

  • IT ORTOUT MORIS Corr. Notaris (de) 242.3
  • Unità documentaria
  • 1850-02-17
  • Parte di Orto botanico

Lettera inviata da Genova il 17 febbraio 1850. De Notaris ha saputo da Gherardi che Moris soffre di disturbi agli occhi. Gli raccomanda di curarsi, per evitare di fare la fine di Massimiliano Spinola, che ha perso la vista a furia di esaminare insetti, di Garavoglia, che ha avuto recentemente un episodio di amaurosi e di Alessandrini, che è quasi orbo. De Notaris vorrebbe sapere se, essendo stato per 10 anni all’Università di Genova, potrebbe esercitare la professione nel Regno sardo, pure essendosi laureato a Pavia. In caso contrario, vorrebbe fare domanda per acquisire tale diritto. Ha accettato di collaborare con la Gazzetta Medica, di prossima pubblicazione. De Notaris ha deciso di rinunciare alla sua collezione di licheni, in attesa di un’occasione di lucrare una certa somma. Gherardi è stato nominato professore di Fisica presso il ginnasio civico. Rincresce a De Notaris che non vi siano speranze per Gennari.

Dottori aggregati e supplenti

Comunicazioni dei docenti relative alle loro assenze: Camillo Ferrati, Filippo De Filippi, R. Piria, A. Rossi. Incarico a P.A. Borsarelli di supplire A. Abbene nel corso di Chimica farmaceutica e a F. Chiappero di supplire A. Rossi. Disposizioni del ministro circa il corso di Chimica farmaceutica per gli studenti della Facoltà di Medicina e chirurgia. Segnalazione di errori presenti nell'Annuario presentate da C. Promis, che ribadisce di non avere il titolo di cavaliere e da S. Gherardi, che sottolinea essere dottore aggregato effettivo e non emerito.

Rendiconti dei presidi 1857-58. Corrispondenza con il Ministero

Parte dei documenti è suddivisa in tre sottofascicoli con camicia originale e titolo, di cui due sono relativi al primo e al secondo trimestre. All'interno di essi sono raccolte, per Facoltà, le relazioni dei singoli professori, accompagnate dalle osservazioni dei presidi. Un terzo sottofascicolo comprende corrispondenza fra rettore e presidi, osservazioni del rettore sull'intero anno scolastico, la segnalazione degli studenti distinti nell'anno 1857-58 delle Facoltà di Lettere e filosofia, classe di Belle lettere, Scienze fisiche e matematiche, classe di Matematica, della Scuola di Farmacia.Facoltà di Teologia: C. Banaudi, G. Ghiringhello, F. Parato, Carlo Luigi Savio, A. Serafino, V. Testa.Facoltà di Giurisprudenza: Pietro Luigi Albini, G. Anselmi, G. Buniva, G. Cesano, G.E. Garelli della Morea, Carlo Placido Gariazzo, Luigi Genina, Antonio Lione, Giovanni Nepomucemo Nuytz, Ilario Filiberto Pateri, Matteo Pescatore, E. Precerutti, Giovanni Francesco Vachino.Facoltà di Medicina e chirurgia: S. Berruti, G.S. Bonacossa, Paolo Andrea Carmagnola, C. Demaria, G.E. Demichelis, Gioachino Giorgio Fiorito, Scipione Giordano (presenta un "Regolamento per l'assistenza ai parti ed esercizio di esplorazione ostetrica"), Lorenzo Girola, Giacomo Antonio Maioli, Sisto Germano Malinverni, Francesco Telesforo Pasero, Alessandro Riberi, C. Tomati.Facoltà di Lettere e filosofia, classe di Belle lettere: Francesco Barucchi, Bartolomeo Bona, Domenico Capellina, Casimiro Danna, T. Mamiani della Rovere, Bartolomeo Prieri, Ercole Ricotti, Tommaso Vallauri. Facoltà di Lettere e filosofia, classe di Filosofia: Domenico Berti, Giovanni Maria Bertini, Giovanni Battista Peyretti, Giovanni Antonio Rayneri, Carlo Emanuele Richetti.Facoltà di Scienze fisiche e matematiche, classe di Scienze fisiche: A. Abbene, Felice Chiò, Filippo De Filippi, S. Gherardi, G.G. Moris, R. Piria, A. Sismonda. Facoltà di Scienze fisiche e matematiche, classe di Matematica: V. Arnò, G.B. Erba, Camillo Ferrati, A. Genocchi, Eligio Martini, Luigi Federico Menabrea, Ignazio Pollone, C. Promis, Prospero Richelmy.Altre carte, con la stessa segnatura, costituiscono la corrispondenza fra rettore e ministro, fra cui si segnalano la minuta della relazione "Rendiconti dei Consigli delle Facoltà" e un elenco complessivo degli studenti distinti con le votazioni riportate.

Nomine, promozioni, aumenti di stipendio e conferimento di incarichi

Promozioni di personale della Biblioteca: Gaspare Gorresio a prefetto, B. Peyron a primo assistente, Luigi Magliano a secondo assistente, Giovanni Boglino ad applicato. Nomine degli inservienti Vincenzo Rovero al Gabinetto di Fisica e Tommaso Sabre al Laboratorio di Chimica farmaceutica. Trasferimento degli uscieri Francesco Paschero dal Ministero alla Biblioteca dell'Università e Vincenzo Ollino dalla Biblioteca al Ministero e dell'inserviente Giuseppe Talpone dal Gabinetto di Fisica alla Segreteria dell'Università. Aumento dello stipendio ai preparatori del Laboratorio di Chimica generale e inorganica: Giuseppe Missaghi, primo preparatore, e Serafino Parone, secondo preparatore. Nomine di personale al Gabinetto di Fisica: Costante Jest a secondo macchinista preparatore e Carlo Jest a primo macchinista preparatore e assistente. Nomina del teologo Vincenzo Rosset a professore reggente la cattedra di Teologia alla Scuola universitaria secondaria di Chambéry. Nomine di direttori e di un vicedirettore: S. Berruti del Gabinetto di Fisiologia; R. Piria, a direttore, e Michele Peyrone, a vicedirettore, del Laboratorio di Chimica generale organica ed inorganica; A. Abbene del Laboratorio di Chimica farmaceutica; S. Gherardi del Gabinetto di Fisica; Scipione Giordano del Gabinetto della Clinica ostetrica dal 1° gennaio 1859. Aumenti dello stipendio a: Luigi Vella, assistente, e Lorenzo Perazzo, inserviente, del Gabinetto di Fisiologia sperimentale; Ilario Filiberto Pateri professore della Facoltà di Giurisprudenza. Aumento degli emolumenti d'esame per i professori Ilario Filiberto Pateri e Luigi Genina della Facoltà di Giurisprudenza. Conferimento dell'incarico dell'insegnamento di Geografia e statistica al professor Ercole Ricotti per gli anni 1858-59 e 1859-60.

Nomine a professore

Carte relative alla nomina di S. Gherardi a professore di Fisica generale e sperimentale; di Scipione Giordano a professore di Ostetricia e direttore della Regia Opera della Maternità; di C. Tomati a professore di Anatomia e direttore del Gabinetto e Laboratorio anatomico e patologico dell'Università.

Fascicolo della Flora non pervenuto a Moris e Colla

  • IT ORTOUT MORIS Corr. Bertoloni 30.8
  • Unità documentaria
  • 1842-06-27
  • Parte di Orto botanico

Lettera inviata da Bologna il 27 giugno 1842. Bertoloni è preoccupato che non sia pervenuto a Moris e a Colla l’ultimo fascicolo della Flora. Non ha visto Baruzzi e pertanto non ha potuto fargli l’ambasciata. Parlerà con il Prof. Gherardi per il problema che Moris gli ha segnalato.

Risultati da 1 a 10 di 20