Risultati 16042

Descrizione archivistica
Italiano
Stampa l'anteprima Vedere:

747 risultati con oggetti digitali Mostra i risultati con gli oggetti digitali

Assistenti e aiuti volontari. Pratiche generali

Gran parte della documentazione è costituita da richieste di certificazioni presentate da assistenti e aiuti, cessati o in corso. Sul verso delle istanze è scritta a matita la minuta del certificato:Facoltà di Agraria: Paolo Airoldi (cattedra di Patologia vegetale e microbiologia);Facoltà di Giurisprudenza: Walter Momigliano e Alberto Mortarino (Istituto giuridico);Facoltà di Farmacia: Cristoforo Masino (Laboratorio di Tecnica farmaceutica);Facoltà di Lettere e filosofia: Francesco Della Corte (cattedra di Letteratura latina);Facoltà di Magistero: Iole Maria Marziani (cattedra di Geografia), Francesco Romeo (cattedra di Filosofia);Facoltà di Medicina e chirurgia: Bruno Cossu (Clinica medica generale), Luigi Trossarelli (Istituto di Microbiologia), Salvatore Fiandaca (Istituto di Patologia generale), Mario Pennacchietti (Istituto di Anatomia patologica e Clinica neuropatologica), Severino Ferrero (Istituto di Medicina del Lavoro), Giuseppe Giuffrida (Istituto di Igiene), Giovanni Battista Borriglione, Feliciano Braccio e Roberto Marioni (Clinica otorinolaringoiatrica), aiuto Luigi Baj (Istituto di Ortopedia);Facoltà di Medicina veterinaria: Pierino Oppezzo (Istituto di Patologia speciale e clinica chirurgica veterinaria), Giuseppe Garzia (Istituto di Patologia generale e anatomia patologica), Carlo Sari (Istituto di Ezoognosia e zootecnia).Sono inoltre presenti richieste di nomine e conferme da parte dei direttori e comunicazioni di cessazioni:Facoltà di Economia e commercio: cessazione di Costanza Costantino (cattedra di Storia economica); proposta di premio di operosità per Lauro Davico (cattedra di Diritto finanziario e Scienza delle finanze); nomina di De Ambrogio ed Ettore Morone, di cui è presente anche la richiesta di certificato (cattedra di Diritto commerciale); proposta di premio di operosità per Luigi Lanfranco e Giovanni Pia, di cui è presente anche la richiesta di certificato (cattedra di Tecnica bancaria e professionale); richiesta di compenso per lavoro straordinario svolto da Mario Pomo e richiesta di certificato di Michele Cerruti (Istituto di Ragioneria); proposta di premio di operosità per Luigi Tabacchi, Giovanni Piazza, Pietro Boidi; cessazione di Boidi; candidatura a proseguire il proprio assistentato da parte di Tabacchi e Piazza; richiesta di certificazioni di Giovanni Di Modica, Boidi, Tabacchi (Laboratorio di Economia politica corporativa).Facoltà di Magistero: nomina di Ugo Rondelli e Pia Gasca, di cui è presente anche la richiesta di certificazione (Istituto di Pedagogia).Facoltà di Medicina e chirurgia: cessazione di Arturo Campanini (Clinica chirurgica generale); cessazione di Giuseppe Omegna (Istituto di Anatomia umana); proposta di nomina di Piero De Stefanis e Mafalda Mottino e cessazione di Graziella Gavarino (Istituto di Pediatria); busta indirizzata a Loris Annibaldi, con annotazione “militare” e richiesta di certificato di Giovanni Squillario (Istituto di Urologia); cessazione di Gian Giacomo Scaparone e richiesta di certificato di Luigi Coricciati (Clinica Dermosifilopatica); cessazione di Pietro Giani, Felice Luciano Fuscà, Francesco Chiappero, Tullio Angius, Mario Grangia, Alessandro Gallo–Basteris. Richiesta di certificazione per Gallo-Basteris, presentata da Luigia Cavalleri, tecnica della Clinica, e di Camillo Gasperini (Clinica oculistica); cessazione dal servizio di Mario Pennacchietti e Camillo Lanfranchi, lettera di dimissioni di Silvio Segre (in data 2 settembre 1938), proposta di nomina di Germano Rondolini, busta indirizzata a Rosolino Mereu, recante nota “ufficiale in A.O.I.”, richiesta di certificazione di Andrea Romero (Clinica delle malattie nervose e mentali); cessazione da aiuti di Antonio Archi e Luigi Pepino e nomina ad aiuti di Remo Giacchero, Giacomo Boccuzzi, Enrico Zambelli, Tomaso Oliaro, Roberto De Mattia; nomina ad assistenti volontari di Giovanni San Pietro, Walter Paolino, Mario Fedi, Agostino Bazzoni, Carlo Reschia (Istituto di Patologia speciale medica); comunicazione delle dimissioni da aiuto di Paolo Croveri, in quanto nominato professore incaricato di Malattie tropicali, della cessazione di Rinaldo Laudi, assunto come assistente di ruolo dall’Ospedale San Giovanni, e della nomina ad assistente incaricato di Emanuele Micheli e conseguente nomina ad aiuti volontari di Cristoforo Lorenzone, Pier Giuseppe Calvi e Raffaele Lattes (in data 24 maggio 1938); buste indirizzate a Ugo Simone, con nota “è a Tripoli, urologo in quell’ospedale”, Paolo Chiono, con nota “è in Africa Orientale Italiana ufficiale medico”, Giovanni Cirio con nota “è in Spagna come seniore della Milizia”, Giorgio Arezzi, con nota “è passato a Catania presso la Clinica chirurgica della R. Università”, Salvatore Luria, con nota “deve trovarsi a Roma presso l’Istituto di radiologia (?) R. Università”; richieste di certificazioni di Filomeno Sansone, Mario De Bernardis, Antonio Lo Celso, Cesare De Fermo, presentata da Clara Cassetta, Pier Giuseppe Calvi, Cristoforo Lorenzone, Pier Giuseppe Calvi (Clinica chirurgica generale); restituzione di documenti a Manlio Bertini, comunicazione del decesso di Mario Trigari in Spagna, sul fronte Teruel, della cessazione nel 1937 di Guido Vurchio, trasferitosi ad Asti dove esercita la libera professione, e di Sofia Ponsetti, levatrice volontaria, nel 1935 causa matrimonio, dell’assenza di Giuseppe Valle per viaggio in America; richieste di certificazioni di Luigi Vasciaveo, Aldo Fulvio Masciotta, Rodolfo Mambrini (Clinica Ostetrico Ginecologica); cessazione da aiuto di Ugo Zeppegno, noma ad aiuto di Renato Fulchiero, Piero Guala e Luigi Magri; richieste di certificazioni di Luigi Grosso, Alessandro Origlia, Giovanni Rivetti, Giuseppe Capitolo, Carlo Re (Istituto di Patologia speciale chirurgica).Facoltà di Medicina veterinaria: assegnazione a Giuseppe Garzia della borsa di studio “Edoardo Perroncito” per il perfezionamento in Parassitologia o Patologia generale e anatomia patologica veterinaria (è presente il manifesto del bando, datato 10 maggio 1935); buste indirizzate ad Antonio Balloni, con nota “cessato fuori Torino” e Virgilio Ricciotti, con nota “Governatorato Galla Sidamo A.O.I.”Facoltà di Scienze matematiche, fisiche e naturali: revoca per inadempienza dell’incarico di assistente volontario a Giuseppe Gulino (Istituto e museo di Anatomia comparata).

Scuola di Architettura

Incarico all'ingegnere collegiato V. Arnò di supplire l'architetto Giuseppe Bollati come assistente alla Scuola e pagamento dei disegni fatti per la Scuola dall'architetto Carlo Pattarelli.

Carteggio dell'anno 1853

Dal n. 5103 al n. 5224. Sono relative alla Facoltà di Lettere e Filosofia le istanze di: Antonio Damilano, Carlo Bruno, Angelo Bezzo, Francesco Vigna, Giovanni Messaglia, Giuseppe Rossi, Antonio Ariagno, Domenico Scavini, Carlo Aimerito, Giacomo Ballario e Carlo Giuseppe Righetti. Sono relative alla Scuola superiore di Metodo le istanze di: Eugenio Basteri, Samuel Ghiron, Luciano Benettini, Giuseppe Ranghino, Agostino Balbis, Giuseppe Ligalupi, Natale Roggero, Marco Beccaria, Giuseppe Serazio, Giuseppe Gattinara e Crescentino Grillo. Giovanni Vincenzo Fornaris (S), Ambrogio Vicari (S), Costanzo Ferrero (S), Pompeo Borrione (S), Pietro Peradotto (S), Pasquale Cariola (S), Colombo Invento (S), Pietro Giovanni Gandolfo (S), Mario Baggiolini (S), Annibale Rosati (S), Sebastiano Vallinotti (S), Lorenzo Piana (S), Carlo Giovanni Battista Giacobi (Pr. Retorica), Giacomo Bongiovanni (S), Cristoforo Calvi (S), Bernardino Giamello (Pr. Gr), Defendente Carnevale-Avela (S), Claudio Rouge (S), Buonfiglio Negro (S), Tommaso Pareto (S), Giuseppe Piccini (S), Lodovico Siccardi (S), Giovanni Battista Bresca (S), Ambrogio Velati-Bellini (S), Lorenzo Giribaldi (Pr. Ret.), Giuseppe Canepari (S), Gaetano Veleriani (Pr. Let.), Francesco Bassi (S), Francesco Ruffier (S), Giuseppe Rina (S), Andrea Capello (Fil sup.), Luigi Vittone (S), Giuseppe Autino (S), Carlo Francesco Zaudino (S), Achille Oldini (S), Pietro Bon (S), Fiorenzo Buttini (S),, Carlo Garrino (S), Sebastiano Mottura (S), Luigi Malvicini (S), Vincenzo Badalla (Pr. Ret.), Eugenio Millone (S), Guglielmo Bruschetti (S), Riccardo Della Cella (S), Giuseppe Augusto Bernard (S), Antonio Rabino (S), Antonio Palli (S), Giuseppe BAruzzi (S), Giuseppe Fontaine (S), Gabriele Jacquemier (S), Francesco Balestreri (Pr. Gr.), Giovanni Corvetto (S), Carlo Chiattone (S), Angelo Mandiroli (S), Alberto Lepori (S), Luigi Vigliezio (S), Antonio Fiol (S), Gian Maria Borni (S), Giovanni Battista Turbiglio (S), Giuseppe Ceroni (S), Enrico Beuf (S), Luigi Edoardo Gioia (S), Camillo Benedetti (S), Giovanni Battista Derossi (S), Giambattista Castiglia (S), Giacomo Alforno (S), Lorenzo Fidel (S), Bernardino Gallizia (S), Pietro Cathiard (Pr. Ret.), Giuseppe Rosso (S), Francesco Chiappero (S).

Disposizioni relative al personale insegnante

Nomina di C. Ceppi a cavaliere dell'Ordine della Corona d'Italia.Incarichi di supplenza a: G. Basso per il corso di Fisica sperimentale, durante l'assenza di G. Govi che si trova a Parigi;. F. Chiappero per il corso di Chimica generale in seguito al collocamento a riposo di A. Rossi e in attesa che la cattedra venga messa a concorso; Gibello per il corso di Botanica durante il periodo di congedo accordato a G.B. Delponte; G. Lantelme per il corso di Geodesia teoretica in assenza di Camillo Ferrati.Concessione di un aumento di stipendio a G.B. Delponte.Istanza di A. Dorna volta a ottenere la nomina a professore ordinario e direttore effettivo dell'Osservatorio astronomico e un compenso per A. Charrier, assistente, e Giacomo Castino, custode.Nomina di Ugo Schiff a professore ordinario di Chimica generale e di Faà di Bruno a professore straordinario di Analisi superiore.

Nomine di incaricati e supplenti

Incarico a Giacomo Gibello di supplire il professor Dalponte per il corso di Botanica e a F. Chiappero di supplire il professor Antonio Rossi per il corso di Chimica generale.Incarico annuale a Virgiliio Gerini dell'insegnamento di Diritto internazionale.Richiesta di nomina a professore presentate da: Vincenzo Chirone per la cattedra di Materia medica e Andrea Covino per la cattedra di Geografia e statistica.Tabelle relative alle proposte di conferma del personale degli Stabilimenti scientifici e conferma del ministro degli assistenti Alessandro Cucci, alla Clinica ostetrica, Felice Sperino, alla Clinica oculistica, Giovanni Albertotti, alla Clinica delle malattie mentali, e Giovanni Gribodo alla Scuola di Disegno.Corrispondenza relativa alla richiesta della Facoltà di Giurisprudenza di separare in due insegnamenti diversi il corso di Introduzione allo studio delle scienze giuridiche e storia del diritto e di affidare a Orazio Spanna il corso di Introduzione allo studio delle scienze giuridiche.Proposte di nomina di incaricati.

Professori ordinari

Documenti riguardanti singoli docenti: A. Abbene: comunicazione del decesso. Filippo De Filippi: concessione di un congedo. Camillo Ferrati: comunicazione della sua assenza per nomina a giurato e supplenza temporanea di Geodesia teoretica affidata al dottore aggregato Carlo Sottero. G. Govi: comunicazione di assenza per problemi di salute. R. Piria: richiesta di permesso per recarsi a Vichy per cure termali, datata 25 giugno 1865, e comunicazione del suo decesso, avvenuto il 18 luglio 1865. G. Plana: necrologio, lettera della vedova, funerali e pratica relativa alla pensione. A. Sismonda: comunicazione del conferimento della nomina a Cavaliere della Legion d'Onore di Francia; concessione del passaporto per viaggi scientifici nelle Alpi Centrali; richiesta di congedo per problemi di salute. A. Genocchi ed Eligio Martini: avvicendamento alle cattedre di Algebra complementare e geometria e di Calcolo differenziale e integrale. Nomina di G.B. Erba e A. Sismonda a presidenti di due sottocommissioni d'esame nella Regia Accademia Militare; problemi riguardanti la nomina di docenti per cattedre vacanti.

Posizione XVI Affari diversi

Lettere di accompagnamento o di avviso della spedizione di documenti e pacchi a docenti.Lettere inviate da privati per chiedere sussidi, segnalare problemi o calunnie.Comunicazioni inviate da docenti: Piercamillo Orcurti, G. Delvitto, Luigi Calligaris e Giovenale Vegezzi Ruscalla in merito al proprio corso; richiesta di Pasquale Stanislao Mancini al rettore di accogliere due emigrati spagnoli, esuli politici, dei quali cita per nome solo Carlos Massa Sanguinetti.Corrispondenza relativa a: sottoscrizione a favore del Consorzio nazionale istituito per "soccorrere le finanze dello Stato"; designazione di Torino a sede del V Congresso dell'Associazione internazionale per il progresso delle scienze sociali; richiesta di sottoscrizione a favore delle famiglie povere dei soldati patrocinata dal Comune di Torino; richiesta di informazioni circa un corso trasmessa al R. Museo Industriale; designazione dei dottori aggregati G. Delvitto e V. Gerini a commissari dell'esame di Materie legali per gli iscritti alla Scuola di Applicazione per gli ingegneri; esercizio della professione di flebotomo nel comune di Sant'Albano Stura; invito alla partecipazione al "ricevimento della Deputazione incaricata di presentare al Re il voto di annessione delle Venete provincie" proveniente dal gran maestro delle cerimonie di Palazzo Reale; richiesta del tipografo Chiappella di Torino, di litografare le lezioni di alcuni professori; comunicazione del Gabinetto del sindaco di Torino che dal 16 dicembre gli orologi pubblici saranno regolati sul tempo medio di Roma e avviso del rettore che l'orologio situato nel Palazzo dell'Università sarà adeguatamente regolato.Corrispondenza con il Ministero in merito a: corrispondenza con Regie Legazioni o rappresentanti di Governi esteri; conferma di A. Sismonda e G.B. Erba a componenti il Consiglio di amministrazione e perfezionamento della Scuola di Applicazione per gli ingegneri; nomina del professor C. Demaria a componente la Commissione per la riforma delle Leggi sanitarie; ricerca, infruttuosa, fra le carte dell'archivio, di documenti relativi al prestito nazionale del 1848; istituzione a Torino della Società di Medicina e chirurgia e richiesta di poter utilizzare locali non più occupati dall'amministrazione centrale del regno.E' presente lo stato di servizio del professor Giovanni Lorenzo Cantù, rettore dal 1847-48 al 1852-53.

Studenti nel 1848

Documenti inerenti il ruolo e le iniziative studentesche nel frangente del Quarantotto:tavola illustrata "Pranzo degli studenti" di Felice Cerrutti [Felice Beauduc Cerruti], tratta da «Il mondo illustrato. Giornale universale», a.1, n. 52, p. 820, 27 dic. 1847."Brindisi e discorsi letti in occasione del pranzo degli studenti il 20 dicembre 1847", Tipografia Zecchi e Bona, Torino, 1847 (3 copie).Dedicato al ministro della Pubblica istruzione Cesare Alfieri di Sostegno, l'opuscolo raccoglie i discorsi di Roberto d'Azeglio, Cesare Balbo, Gian Lorenzo Cantù, Giacomo Durando, Folliet Gaspard, Giulia Molino-Colombini, Olimpia Savio-Rossi e del rabbino maggiore di Torino, testimoniando il caloroso sostegno da parte degli studenti al processo riformatore promosso da Carlo Alberto.manifesto a firma del ministro della Pubblica istruzione Carlo Boncompagni di Mombello sulle agevolazione concesse agli studenti arruolati per le campagne militari, 21 marzo 1848.Nel fervore delle Cinque giornate di Milano (18-22 marzo 1848), il manifesto dimostra l'interesse del Governo a tener vivo l'ardore dei giovani per la causa risorgimentale, tramite la concessione di facilitazioni a coloro che si fossero arruolati e garantendo la possibilità di sostenere gli esami e di non perdere l'anno anche se sotto le armi.appello dell'Associazione universitaria di Torino alla Guardia nazionale, 16 marzo 1849 (firmato La Commissione Esecutiva: Maccia, Sodani, Della-Cella, Torti, Pavese, De-Lorenzi, Ajreni, Gandolfi).Alla vigilia della battaglia di Novara, gli studenti fanno appello al corpo militare affinché si mantenga leale a Carlo Alberto e si faccia garante delle sue riforme, contro le "fazioni retrograde sopite, ma non dome, o la scaltrezza austriaca".

Riapertura dell'Università. Orazione inaugurale degli studii. Funzioni religiose e civili

Inaugurazione dell'anno scolastico 1869-70: ringraziamenti per l'omaggio di copie dell'orazione tenuta dal professor G. Buniva. Inaugurazione dell'anno accademico 1870-71: comunicazione di J. Moleschott, oratore designato, che il titolo del discorso sarà "Dei regolatori nella vita umana"; copie del biglietto d'invito alla cerimonia che si terrà il 10 novembre 1870 alle ore 11 nella "grand'aula" dell'Università; ringraziamenti per l'invito e successivo omaggio del testo dell'orazione; comunicazione del sindaco di Torino, Felice Rignon, che "la musica della Guardia nazionale" presterà servizio durante la cerimonia; lettera di Moleschott che ringrazia il rettore per i complimenti ricevuti in merito al discorso. Altre cerimonie e funzioni: invito alla consegna dei premi agli alunni delle Scuole serali; elenco dei componenti la delegazione che parteciperà alla funzione per l'anniversario della morte del re Carlo Alberto; elenco dei componenti la delegazione che parteciperà al "Te Deum" in onore della nascita di Vittorio Emanuele; inaugurazione di un busto marmoreo di Giovanni Plana. Inaugurazione dell'anno accademico 1871-72: disposizioni del rettore al preside della Facoltà di Lettere e filosofia perché ne convochi i professori per la designazione dell'oratore per il successivo anno scolastico. Invio di copie dei testi delle precedenti orazioni inaugurali all'Associazione universitaria di Bologna per la creazione di una biblioteca circolante.

Presidenza anno accademico 1870-71

Lettere di convocazione alle diverse sedute del Consiglio accademico e del Consiglio direttivo del R. Collegio delle Provincie svoltesi nell'anno scolastico.Tabelle statistiche e minute delle relazioni sullo svolgimento dei corsi nell'anno scolastico 1870-71 nella Facoltà di Scienze matematiche, fisiche e naturali.Inviti a presenziare alle cerimonie di accoglimento di nuovi dottori aggregati nei rispettivi Collegi, alla commemorazione del re Carlo Alberto e ad altri eventi istituzionali.Corrispondenza con i professori della Facoltà in merito a composizioni di commissioni d'esame, invio del programma del corso, orari delle lezioni.Richiesta fatta dal segretario Rossetti a G.B. Erba di assumere le funzioni di rettore in seguito alla cessazione di M. Coppino (lettera del 5 dicembre 1870) e lettera di G. Timermans, nuovo rettore, che chiede a Erba di essere presente il giorno del suo insediamento per il passaggio delle consegne (lettera del 30 dicembre 1870).Corrispondenza relativa alla nomina di Erba a commissario nel concorso per i posti nel R. Collegio delle provincie.Corrispondenza relativa alla pubblicazione del discorso tenuto da Felice Chiò in occasione della inaugurazione del busto dedicato a G. Plana, collocato nel palazzo del rettorato.Nomina a componente la commissione esaminatrice degli aspiranti all'insegnamento nelle scuole tecniche normali e magistrali.Relazione della commissione incaricata di valutare la richiesta presentata da Giuseppe Bruno per la nomina a professore ordinario.

Elezione di tre membri del Consiglio di Facoltà.

  • IT ORTOUT MORIS Add. Copie.17
  • Unità documentaria
  • 1850-12-22
  • Parte di Orto botanico

Copia del verbale, firmato dal preside Pollone, della riunione del Collegio della Facoltà di Scienze Fisiche e Matematiche (22 dicembre 1850) per la nomina di tre membri del Consiglio della Facoltà, al posto di tre uscenti a termini di legge. Sono stati eletti Promis e Talucchi. Il terzo (dottore di Collegio, membro della classe di Matematica) non è stato eletto, avendo chiesto i membri della classe, presenti in scarso numero, di rinviare la votazione.

Nomina dei commissari per il riordinamento del collegio di Portanuova.

  • IT ORTOUT MORIS Add. Enti. Min. Pubbl. Istruz. 9
  • Unità documentaria
  • 1853-07-25
  • Parte di Orto botanico

Il ministro della Pubblica Istruzione Cibrario nomina Moris membro universitario della commissione per il riordino del collegio di Portanuova. Gli altri due membri sono il cavaliere Angelo Fava, ispettore generale della scuola primaria, e il professor Carlo Promis. I membri del municipio sono il teologo Barino, il senatore professor Giulio e il professor Borsarelli.

Premio "Gioele Solari"

Corrispondenza, avvisi di concorso (1956, 1957, 1960, 1963), situazione di cassa (dal 1953-54 al 1981-82), mandati di pagamento (1953-54 al 1964-65), rendiconti (1986, 1987), conti consuntivi (1987).Pur essendo raccolta dall'ufficio di Ragioneria, la documentazione conservata, grazie ad atti presenti in copia, consente di ricostruire sommariamente la storia del premio. All'indomani della morte di Gioele Solari (8 maggio 1952), il rettore Mario Allara sottopone al Consiglio di Amministrazione, nella seduta del 18 luglio, un’ipotesi di accordo tra l’Ateneo e Clara Masante, che assicuri all’Università la proprietà della biblioteca personale del defunto maestro, stimata dal valore di £ 5.000.000, e alla vedova un vitalizio mensile di £ 30.000. L’Università si impegna, inoltre, a destinare la somma di £ 2.200.000 per l’istituzione di un premio nazionale alla memoria di Solari. La biblioteca, conservata per un terzo nell’abitazione privata di via Massena n. 42 e per due terzi presso l’Accademia delle Scienze, consta: “a) di un corpo principale attualmente distinto in nove serie contrassegnate da ordinali romani, e comprendente 5057 opere schedate; b) di un corpo denominato “Biblioteca minima” che accoglie volumi di piccolo formato (spesso antichi e di pregio) e che, diviso in sette serie, comprende 763 piccoli formati; c) di circa 500 annate di varie riviste filosofiche e politiche; d) di una miscellanea di opuscoli in 100 grosse cartelle, per un totale di 3146 numeri. Il rettore, come da mandato ricevuto, perfeziona l’accordo con Clara Masante, con atto sottoscritto in data 2 agosto 1952. In data 5 marzo 1954 il rettore dà mandato all’Istituto bancario S. Paolo di aprire un libretto di risparmio intestato Premio “Prof. Gioele Solari” con un versamento di £ 2.200.000.Il regolamento del premio è approvato dal Consiglio della Facoltà di Giurisprudenza nella seduta del 25 maggio 1954 e prevede il conferimento annuale a un laureato in Giurisprudenza, Scienze politiche o Lettere e filosofia entro i tre anni precedenti alla scadenza del concorso. I candidati dovranno presentare opere inedite di filosofia del diritto, dottrine politiche o sociali. L’ammontare del premio non potrà superare l’80% degli interessi del capitale e il vincitore dovrà impegnarsi a frequentare per tre mesi l’Istituto di Scienze politiche dell’Università di Torino.Nella seduta dell’11 luglio 1958 la Facoltà di Giurisprudenza, acquisito il consenso di Clara Masante, delibera che il premio sia bandito ogni tre anni, sommando in un unico premio gli importi degli interessi.Dai mandati di pagamento sono ricavabili i nomi dei vincitori delle edizioni 1956-57 Giacomo Gavazzi e Silvia Rota ex aequo; 1960-61 Paolo Farneti; 1964-65 Sergio Pistone.Nella seduta del 20 dicembre 1977 il Consiglio di Amministrazione, in una seduta in cui sono passate in rassegna tutte le fondazioni e premi esistenti, con valutazione della sostenibilità, stabilisce di conferire un premio annuo di £ 400.000, ma nel 1984 si rende necessario approvare un nuovo regolamento che prevede di nuovo un conferimento ogni tre anni e un ammontare del premio non superiore all’80% degli interessi del capitale, come già in origine.L’ultimo bando risale all’anno 2009, per estinzione del capitale.

Scuola di Disegno

Dono di pubblicazioni fatto dal direttore della Scuola, Banche, altre Università, enti pubblici, docenti.Presa in carico di volumi facenti parti dell'eredità lasciata dall'avvocato Marangoni (recap. 1963-64).

Scuola di Disegno

La Scuola viene istituita l'11 maggio 1981 in seguito alla fusione della ex Scuola di Disegno e della ex Scuola di Disegno di elementi di macchine.Alla recapitolazione relativa all'anno accademico 1980-81 è allegato l'Inventario generale della nuova Scuola.

Risultati da 1 a 20 di 16042