Stampa l'anteprima Chiudi

Risultati 16043

Descrizione archivistica
Stampa l'anteprima Vedere:

747 risultati con oggetti digitali Mostra i risultati con gli oggetti digitali

Premio "Gioele Solari"

Corrispondenza, avvisi di concorso (1956, 1957, 1960, 1963), situazione di cassa (dal 1953-54 al 1981-82), mandati di pagamento (1953-54 al 1964-65), rendiconti (1986, 1987), conti consuntivi (1987).Pur essendo raccolta dall'ufficio di Ragioneria, la documentazione conservata, grazie ad atti presenti in copia, consente di ricostruire sommariamente la storia del premio. All'indomani della morte di Gioele Solari (8 maggio 1952), il rettore Mario Allara sottopone al Consiglio di Amministrazione, nella seduta del 18 luglio, un’ipotesi di accordo tra l’Ateneo e Clara Masante, che assicuri all’Università la proprietà della biblioteca personale del defunto maestro, stimata dal valore di £ 5.000.000, e alla vedova un vitalizio mensile di £ 30.000. L’Università si impegna, inoltre, a destinare la somma di £ 2.200.000 per l’istituzione di un premio nazionale alla memoria di Solari. La biblioteca, conservata per un terzo nell’abitazione privata di via Massena n. 42 e per due terzi presso l’Accademia delle Scienze, consta: “a) di un corpo principale attualmente distinto in nove serie contrassegnate da ordinali romani, e comprendente 5057 opere schedate; b) di un corpo denominato “Biblioteca minima” che accoglie volumi di piccolo formato (spesso antichi e di pregio) e che, diviso in sette serie, comprende 763 piccoli formati; c) di circa 500 annate di varie riviste filosofiche e politiche; d) di una miscellanea di opuscoli in 100 grosse cartelle, per un totale di 3146 numeri. Il rettore, come da mandato ricevuto, perfeziona l’accordo con Clara Masante, con atto sottoscritto in data 2 agosto 1952. In data 5 marzo 1954 il rettore dà mandato all’Istituto bancario S. Paolo di aprire un libretto di risparmio intestato Premio “Prof. Gioele Solari” con un versamento di £ 2.200.000.Il regolamento del premio è approvato dal Consiglio della Facoltà di Giurisprudenza nella seduta del 25 maggio 1954 e prevede il conferimento annuale a un laureato in Giurisprudenza, Scienze politiche o Lettere e filosofia entro i tre anni precedenti alla scadenza del concorso. I candidati dovranno presentare opere inedite di filosofia del diritto, dottrine politiche o sociali. L’ammontare del premio non potrà superare l’80% degli interessi del capitale e il vincitore dovrà impegnarsi a frequentare per tre mesi l’Istituto di Scienze politiche dell’Università di Torino.Nella seduta dell’11 luglio 1958 la Facoltà di Giurisprudenza, acquisito il consenso di Clara Masante, delibera che il premio sia bandito ogni tre anni, sommando in un unico premio gli importi degli interessi.Dai mandati di pagamento sono ricavabili i nomi dei vincitori delle edizioni 1956-57 Giacomo Gavazzi e Silvia Rota ex aequo; 1960-61 Paolo Farneti; 1964-65 Sergio Pistone.Nella seduta del 20 dicembre 1977 il Consiglio di Amministrazione, in una seduta in cui sono passate in rassegna tutte le fondazioni e premi esistenti, con valutazione della sostenibilità, stabilisce di conferire un premio annuo di £ 400.000, ma nel 1984 si rende necessario approvare un nuovo regolamento che prevede di nuovo un conferimento ogni tre anni e un ammontare del premio non superiore all’80% degli interessi del capitale, come già in origine.L’ultimo bando risale all’anno 2009, per estinzione del capitale.

Facoltà di Giurisprudenza. Registro verbali dal 15-7-1949 al

Contiene i verbali delle adunanze dal 15 luglio 1949 al 15 dicembre 1949 (pp. 1-17), dal 13 gennaio 1950 al 1° dicembre 1950 (pp. 24-54), dal 16 gennaio 1951 al 20 dicembre 1951 (pp.58-86), dal 1° febbraio 1952 all'11 dicembre 1952 (pp. 100-133), dal 4 marzo 1953 al 14 gennaio 1953 (pp.144-180), dal 22 gennaio 1954 al 23 novembre 1954 (pp. 189-216), dal 4 febbraio 1955 al 21 dicembre 1955 (pp. 220-236), dal 16 febbraio 1956 al 18 dicembre 1956 (pp. 237-257), dal 29 gennaio 1957 al 24 ottobre 1957 (pp. 261-279), dal 22 gennaio 1958 al 13 novembre 1958 (pp. 280-307), dall'11 marzo 1959 al 15 dicembre 1959 (pp. 308-345), dal 31 gennaio 1960 al 30 novembre 1960 (pp. 350-376), dal 10 febbraio 1961 al 15 dicembre 1961 (pp. 379-416), dal 19 febbraio 1962 al 21 dicembre 1962 (pp. 432-505), dal 17 gennaio 1963 al 29 marzo 1963 (p. 509)Con allegati.

Rivista Universitaria

Consistenza:A. I, n. 1, 28 ottobre 1927;A. I, n. 2, 28 novembre 1927;A. II, n. 4, 28 gennaio 1928;A. II, n. 5, 28 febbraio 1928;A. II, n. 6, 28 marzo 1928;A. II, n. 9, 28 giugno 1928.

Periodici studenteschi e goliardici

Periodici e numeri unici di ambito studentesco, relativi all'Università di Torino e altri Atenei italiani, a scuole medie superiori torinesi e alla goliardia. Molti sono autoprodotti dagli stessi studenti e delle loro associazioni, con il coinvolgimento dei professori.

Domande generiche non comprese in alcuna pratica speciale

Miscellanea di corrispondenza con altre istituzioni, docenti dell'Università e privati: Giovanni Antonio Rayneri; G. Govi; Francesco Merolfa Petitti; Nicola Romelli; senatore Filippo Linati; Reale Accademia Albertina di belle arti; G.S. Bonacossa; Comitato iniziatore d'insegnamento (cui è allegata copia del n. 1 del giornale L'istruttore popolare); Comitato per gli espositori veneti e romani; Accademia medico-chirurgica di Genova; Università di Catania, Palermo, Bologna e Siena; Tribunale del Circondario di Torino per la verifica degli studi in Medicina di Paolo Medici; T. Canonico; Istituto tecnico governativo di Torino; R. Piria per testare una nuova vernice utilizzata sulle stoviglie; Comitato degli studenti della Regia Università di Bologna (cui sono allegate copia del Corriere dell'Emilia e della Gazzetta delle Romagne, entrambe del 2 marzo 1863); Pietro Ghiglione; Giuseppe Rota. Corrispondenza con il ministro: incarico a Pier Camillo Orcurti di cooperare con i componenti del Comitato Centrale Italiano nella scelta di oggetti rappresentativi da inviare all'esposizione internazionale di Londra del 1862; regolamentazione del numero degli assistenti presenti agli esami scritti; restituzione al Ministero d'Agricoltura e commercio di strumenti di misura conservati nel Gabinetto del rettore, in seguito alla morte di Ignazio Pollone, rettore e presidente della Commissione consultiva sui pesi e misure; visita del professor Pinto, consigliere onorario dell'imperatore russo; rilascio di copia della patente di veterinario ad Amato Revuz di Cluses; nomina di G. Bollati a cavaliere dell'Ordine Mauriziano; dono alla Biblioteca dell'Università di una copia dell'incisione con soggetto la Madonna del baldacchino del cavalier Fosella; invio alla Facoltà di Medicina e chirurgia di un opuscolo su un caso clinico scritto da Egidio Tentarelli; trasmissione di copie di registri degli esami per l'Università di Palermo; richiesta di un parere della Facoltà di Medicina e chirurgia sull'utilità di una scoperta fatta dal dottor Giulio Beer di Berlino; nomina dei professori G.B. Erba e A. Sismonda a presidenti delle sottocommissioni per gli esami di promozione nella Regia Accademia militare; corrispondenza in merito al dono e alla vendita all'Ospedale Oftalmico e infantile di alcuni banchi e di arredi sacri, precedentemente collocati negli Oratori dell'Università, su proposta del canonico Duprè, direttore dell'amministrazione ospedaliera.

Supplenze all'insegnamento ufficiale ed incaricati e professori straordinari

Provvedimenti riguardanti gruppi di docenti di tutte le Facoltà: conferma nell'incarico già ricoperto l'anno precedente a Pier Carlo Boggio, J.-J. Reymond, T. Canonico, G. Bruno, G.S. Bonacossa, Giovanni Francesco Bosco, Francesco Bertinaria, V. Arnò e conferma nell'incarico di assistente alla Scuola di Disegno di G. Bollati; nomina a professore straordinario di V. Testa, Paolo Viora (con successiva rinuncia), E. Precerutti, G. Timermans, Bartolomeo Zavateri, C. Avondo, A. Marchini. Copia di verbali delle adunanze o relazioni dei presidi delle Facoltà di Teologia, Giurisprudenza, Medicina e chirurgia, Lettere e filosofia e della classe di Scienze fisiche della Facoltà di Scienze fisiche e matematiche, nei quali sono indicati i titolari dei corsi e i relativi supplenti. Documenti riguardanti le singole Facoltà: nella Facoltà di Giurisprudenza supplenza a C. Gastaldetti affidata prima a Brunone Daviso e poi a Cesare Oliva e supplenza a Pasquale Stanislao Mancini affidata a Federico Spantigati; nella Facoltà di Medicina e chirurgia elenco di studenti e laureati distinti; nomina di Matteo Conti a professore straordinario; nomina di Lorenzo Restellini a settore capo del Gabinetto anatomico-patologico e compenso accordatogli per le lezioni di Chirurgia minore tenute nell'anno scolastico 1860-61; lettera del dottor Angelo Maffoni; nella Facoltà di Lettere e filosofia affidamento della supplenza di Eloquenza italiana a M. Coppino e lettera di Giuseppe Bertoldi.

Assistenti alla Scuola di disegno

Creazione del posto di quarto assistente alla Scuola di Disegno, con compiti di sorveglianza sugli studenti: comunicazione del preside circa i disordini avvenuti durante le ore di apertura dei locali per le esercitazioni; relazione della commissione che ha valutato la richiesta della Facoltà; incarico delle funzioni di assistente a Lorenzo Rivetti per l'anno scolastico 1868-69 e sua conferma per il 1869-70. Corrispondenza riguardante la necessità di ricoprire il posto di primo assistente in seguito al decesso di Bollati e promozione di Camillo Riccio, già secondo assistente, e temporaneo incarico del ruolo di secondo assistente a Giovanni Berruti, già terzo assistente. Assegnazione dei posti di assistente: nomina di A. Marchini, di Moja, professore all'Accademia Albertina e di Camillo Riccio a commissari incaricati di dare una valutazione dell'operato di Giovanni Berruti e Lorenzo Rivetti; domande di Angelo Reycend, G. Gribodo e Luigi Mozzi per il posto di quarto assistente.

Biblioteca. Personale e materiale

Lettera del prefetto della Biblioteca Gaspare Gorresio relativa a problemi di gestione della contabilità della Biblioteca, alla quale è allegato il rendiconto delle spese sostenute nel 1860, e richiesta dello stesso di avere a disposizione altri locali; nomine e promozioni di: Francesco Amaretti, Lorenzo Chicco, Pietro Perotti, Giuseppe Oddono, Enrico Fiorio, Carlo Chiapasco, Benedetto Stevano, Giuseppe Garberoglio, Antonio Borgna; domanda di assunzione di Virginio Borrone; concessione dell'aumento di stipendio ad altro personale. Minuta di una lettera inviata al ministro a cui era allegato il preventivo predisposto dall'architetto Bollati per la installazione delle "bocche di acqua potabile".

Biblioteca dell'Università

Pratica relativa alla creazione di una nuova sala di lettura all'interno della Biblioteca, comprensiva dell'analisi dei lavori e del calcolo preventivo delle spese, redatta dall'architetto G. Bollati; nomina di Antonio Borgna e di Giuseppe Franchioni a volontari; istanza presentata dai distributori volta a ottenere un miglioramento economico; invio di stampati dall'Intendenza di Pallanza in adempimento alla "legge sulla stampa"; trasferimento di Agostino Denis ad altra amministrazione.

Assistenti alla Scuola di Disegno

Domanda e copia di documenti presentati da Domenico Mollajoli, "scultore, professore di Disegno ed accademico di merito della distinta Accademia pontificia delle belle arti di Perugia", per il posto di assistente presso la Scuola di Disegno. Concessione di un periodo di aspettativa all'ingegnere Alberto Rivera, della cui supplenza è incaricato V. Arnò, e di un breve congedo a Bollati.

Musei Regi. Materiale

Preventivo per l'illuminazione a gas di alcuni locali in piazza Carignano; pagamento a F. Rossi per l'inventariazione degli oggetti conservati nel Museo di Antichità ed Egizio; corrispondenza relativa al progetto di trasferire il Museo di Antichità ed Egizio nei locali che il Ministero delle Finanze potrebbe cedere all'Università e richiesta di una perizia all'assistente della Scuola di Disegno, architetto G. Bollati.

Bilanci degli Stabilimenti scientifici

Corrispondenza relativa alle spese effettuate dalla Biblioteca e all'invio dei bilanci degli Stabilimenti scientifici. Sono presenti i bilanci del Laboratorio di Chimica farmaceutica e del Museo di Antichità ed Egizio. La pratica per l'apertura al pubblico di una sala di lettura della Biblioteca è corredata dall'analisi dei costi e del preventivo predisposti dall'architetto G. Bollati, assistente alla cattedra di Architettura, costruzione e geometria pratica.

Incendio del Palazzo dell'Università avvenuto il 14 gennaio 1858

Lettera della Terza Divisione della Polizia urbana e rurale con informazioni sull'incendio ricavate dalla relazione del capitano delle "guardie fuoco"; lettere del rettore: incarico della perizia all'architetto G. Bollati, assistente alla cattedra di Architettura e costruzioni; relazione al ministro e trasmissione della perizia; elogio dell'opera degli studenti intervenuti nello spegnimento del fuoco.

Scuola di Architettura

Incarico all'ingegnere collegiato V. Arnò di supplire l'architetto G. Bollati come assistente alla Scuola e pagamento dei disegni fatti per la Scuola dall'architetto Carlo Pattarelli.

Supplenze ai Professori Albini, Rayneri

Nel fascicolo sono conservati documenti relativi ai professori delle varie Facoltà. Facoltà di Giurisprudenza: Pier Carlo Boggio, supplente di Pietro Luigi Albini; T. Canonico, supplente di Luigi Genina; Bartolomeo Zavateri, supplente di Giovanni Francesco Vachino; comunicazione di Federico Spantigati circa l'impossibilità di supplire Pasquale Stanislao Mancini e richiesta di J.-J. Reymond di nominare un supplente durante la sua assenza.Facoltà di Lettere e filosofia: Francesco Bertinaria, supplente di Domenico Capellina; Luigi Schiaparelli, supplente di Francesco Barucchi e di Ercole Ricotti, inizialmente supplito da Osvaldo Berrini, docente presso il Collegio Nazionale; documenti riguardanti le supplenze a Domenico Berti, nominato referendario presso il Consiglio di Stato, e a Giovanni Antonio Rayneri, per un certo periodo supplito da Vincenzo Garelli (domanda di supplenza presentata da A. Capello).Facoltà di Medicina e chirurgia: ripresa delle lezioni del professor C. Tomati.Facoltà di Scienze fisiche e matematiche: dichiarazione di A. Cima di non poter fare supplenze di Fisica; argomento delle lezioni svolte da Giovanni Dionigi Fenolio in supplenza di S. Gherardi.

Spese per il Gabinetto di Fisica

Documenti inerenti le spese effettuate per il Gabinetto di Fisica con la relativa tabella "Memoria d'opere e provviste del sottoscritto per uso del Gabinetto di Fisica" predisposta dal macchinista Carlo Jest, con breve relazione del professor Antonio Cima, docente di Fisica.

Risultati da 1 a 20 di 16043