Stampa l'anteprima Chiudi

Risultati 24

Descrizione archivistica
Università degli Studi di Torino De Lorenzi, Giovanni Unità archivistica
Stampa l'anteprima Vedere:

Restellini dr. Lorenzo Settore al Teatro Anatomico

Corrispondenza relativa alla nomina di un sostituto del dottor Lorenzo Restellini, che ha dato nuovamente la sua disponibilità ad arruolarsi come ufficiale medico, e alla concessione di un compenso al sostituto stesso, dottor G. De Lorenzi. Si conserva una lettera autografa del dottor Restellini che comunica la data della sua partenza.

Laboratorio anatomico

Approvazione da parte del ministro del "Regolamento per l'Istituto anatomico della Regia Università di Torino". Lavori di adattamento del Teatro anatomico per l'utilizzo come laboratorio per esercitazioni. Documenti relativi al personale del Laboratorio: nomine di G. De Lorenzi, Giovanni Spantigati; concessione di compensi straordinari ad Agostino Pizzio, Giuseppe Gullia, Felice Peraldo, Lorenzo Restellini, G. De Lorenzi, Giovanni Spantigati; nomina di volontari presso il Laboratorio: Flaminio Dionisio, Domenico Chiara, Giovanni Astegiano e Giovanni Saviotti; domanda di nomina a settore volontario presentata da Paolo Saglione. Ricorso di studenti contro il pagamento di una indennità richiesta da Lorenzo Restellini per l'esame di Operazioni.

Professori straordinari e incaricati

Incarichi di insegnamento: al dottor Berti di Chirurgia minore, fasciature, apparecchi e chirurgia militare, a I. Nicolis di Ascoltazione e percussione per le malattie di petto per gli anni 1864-65 e 1865-66. Lettere di Lorenzo Restellini che segnala in due occasioni la mancanza di cadaveri sia per gli esami di Operazioni chirurgiche sia per le lezioni. Nomina di Lorenzo Restellini a professore straordinario di Anatomia umana e a direttore del Gabinetto e del Laboratorio relativo a decorrere dal 1° dicembre 1865, in seguito alla cessazione del professor C. Tomati. Assenze di Domenico Tibone e di Lorenzo Restellini, che viene supplito da G. De Lorenzi.

Dottori aggregati e supplenti

Comunicazione della morte del dottor Egidio Rignon, avvenuta il 19 marzo 1864, e delle sue disposizioni testamentarie che prevedono un lascito a favore dello studente della Facoltà di Medicina e chirurgia che "conseguirà gli estremi gradi accademici in quest'anno e ne sarà stato giudicato più degno dai Professori additati dallo stesso benemerito testatore".Provvedimenti relativi agli insegnamenti di: Anatomia umana normale per il quale, dopo la rinuncia definitiva del professor C. Tomati nel novembre 1865, viene incaricato Lorenzo Restellini, contestualmente nominato professore straordinario; Anatomia topografica di cui è incaricato G. De Lorenzi; Ostetricia teorico-pratica il cui incarico è rinnovato a Domenico Tibone e, in seguito alla sua rinuncia, affidato a Giovanni Battista Rossi, docente presso la Scuola per le allieve levatrici dell'Opera Pia Maternità.Incarichi temporanei: Lorenzo Restellini di sostituire il professor G. Pacchiotti negli esami di Medicina operatoria; a Gioachino Fiorito di supplire il preside; agli assistenti C. Reymond e Gallia di supplire il professor C. Sperino negli insegnamenti di Oftalmoiatria, il primo, e di Clinica delle malattie sifilitiche il secondo; a S. Laura di sostituire il professor C. Demaria, docente di Medicina legale, impegnato in Parlamento; ad Aliprando Moriggia nominato supplente di J. Moleschott.Concessione di un sussidio a Maria Teresa, figlia del dottor Giovanni Gallia.La lettera del docente di Igiene che, a causa delle gravi condizioni di salute del padre, non ha potuto fare lezione, non è attribuibile in quanto estremamente danneggiata dalla muffa.

Posti di dottori aggregati

Aggregazione al Collegio di Teologia: nomina dei componenti la commissione; disposizioni del ministro in merito all'ammissione all'esame di Antonio Mattea, che allega alla domanda una copia a stampa e una manoscritta della propria dissertazione in latino.Aggregazione al Collegio di Leggi: sono presenti le pratiche relative al concorso dell'anno 1864, vinto da Michele Germano, e quello dell'anno 1865, vinto da F. Pochintesta.Aggregazione al Collegio di Medicina: sono presenti le pratiche relative al concorso dell'anno 1864, vinto da G. De Lorenzi, e quello dell'anno 1865, vinto da S. Laura. Aggregazione al Collegio di Scienze: il concorso dell'anno 1864 viene vinto da G. Basso, che allega alla domanda copia del diploma di laurea, mentre quello dell'anno 1865, viene annullato perché nessun candidato presenta la prevista dissertazione. Il ricorso presentato da Giovanni Cossavella, l'altro candidato risultato idoneo, non viene accettato.Aggregazione al Collegio di Filosofia e Lettere: risultano vincitori E. Liveriero, Giovenale Vegezzi-Ruscalla ed Eusebio Garizio.Aggregazione al Collegio di Farmacia: comunicazione dell'apertura del concorso per un posto di farmacista aggregato.

Dottori aggregati e supplenti

Richieste di permesso presentate dai dottori G. De Lorenzi e S. Laura. Incarichi di supplire il professor C. Demaria a S. Laura nel corso di Medicina legale per gli studenti della Facoltà di Giurisprudenza e ad Aliprando Moriggia di Fisiologia umana.

Professori straordinarii ed incaricati. Supplenti

Carte riguardanti una trattenuta effettuata sullo stipendio dei professori straordinari, l'importo dello stipendio degli stessi e la corresponsione dello stipendio agli insegnanti che si sono arruolati nell'esercito come volontari.Disposizioni del ministro relative al personale docente: conferma dei professori straordinari E. Precerutti, G.S. Bonacossa, Giovanni Battista Rossi, Eligio Martini, C. Peroglio, Luigi Schiaparelli, Pietro Camillo Orcurti, Luigi Calligaris e A. Dorna; rinnovo dell'incarico a C. Sperino, M. Lessona, G. Fissore, G. De Lorenzi, Giovanni Berti e I. Nicolis; nomina di L. Mattirolo a straordinario; comunicazione della nomina di Domenico Chiara a straordinario presso l'Università di Parma.

Posti di assistenti alle cliniche universitarie. Settori

Conferma di G. De Lorenzi a settore presso l'Istituto Anatomico. Richiesta di Carlo Gallia per la conferma ad assistente alla Clinica sifilitica. Nomina di L. Berruti ad assistente alla Clinica chirurgica per un triennio, in seguito alla cessazione dall'incarico del dottor Michele Peyretti. Nomina di Giovanni Spantigati ad assistente capo della Clinica operatoria, per un quadriennio a decorrere dal 1° gennaio 1868, in seguito alle dimissioni del dottor Giovanni Berti. Nomina di G. Calderini a medico assistente della Scuola teorico-pratica della Clinica ostetrica, per il cui posto avevano presentato domanda anche i dottori Giuseppe Roddolo ed Enrico Clemente Rossi.

Istituto anatomico patologico

Concessione di un compenso straordinario alla portinaia "Agnese vedova Gherardi", incaricata di aprire e chiudere in orario notturno le porte che danno accesso alla Scuola di Anatomia, dove sono trasportati i cadaveri utilizzati a scopo didattico. Dimissioni, date nel mese di marzo, di G. De Lorenzi dal posto di settore capo e dall'insegnamento di Anatomia topografica e promozione di Giovanni Saviotti; le dimissioni sono, però, ritirate a ottobre e De Lorenzi è reintegrato nel posto di settore (il ministro non cita però un reintegro anche nell'insegnamento). Con successivo decreto di dicembre sono definiti gli incarichi nelle funzioni: De Lorenzi settore capo, Saviotti primo settore e C. Giacomini è confermato coadiutore dei settori. Concessione di un compenso straordinario al conservatore Carlo Bonino e agli inservienti Felice Peraldo e Battista Rapel. Richiesta di Pietro Calderini, direttore della Scuola tecnica di Varallo, di avere in dono, per il locale Museo di Storia naturale, una collezione di funghi velenosi in cera, che gli risulta essere inutilizzata dall'Istituto Anatomico. Il ministro, tuttavia, ritiene più opportuna una donazione al Liceo "Cavour" di Torino.

Risultati da 1 a 10 di 24