Print preview Close

Showing 6487 results

Archival description
Archivio storico. Università degli Studi di Torino
Print preview View:

566 results with digital objects Show results with digital objects

Premio "Gioele Solari"

Corrispondenza, avvisi di concorso (1956, 1957, 1960, 1963), situazione di cassa (dal 1953-54 al 1981-82), mandati di pagamento (1953-54 al 1964-65), rendiconti (1986, 1987), conti consuntivi (1987).Pur essendo raccolta dall'ufficio di Ragioneria, la documentazione conservata, grazie ad atti presenti in copia, consente di ricostruire sommariamente la storia del premio. All'indomani della morte di Gioele Solari (8 maggio 1952), il rettore Mario Allara sottopone al Consiglio di Amministrazione, nella seduta del 18 luglio, un’ipotesi di accordo tra l’Ateneo e Clara Masante, che assicuri all’Università la proprietà della biblioteca personale del defunto maestro, stimata dal valore di £ 5.000.000, e alla vedova un vitalizio mensile di £ 30.000. L’Università si impegna, inoltre, a destinare la somma di £ 2.200.000 per l’istituzione di un premio nazionale alla memoria di Solari. La biblioteca, conservata per un terzo nell’abitazione privata di via Massena n. 42 e per due terzi presso l’Accademia delle Scienze, consta: “a) di un corpo principale attualmente distinto in nove serie contrassegnate da ordinali romani, e comprendente 5057 opere schedate; b) di un corpo denominato “Biblioteca minima” che accoglie volumi di piccolo formato (spesso antichi e di pregio) e che, diviso in sette serie, comprende 763 piccoli formati; c) di circa 500 annate di varie riviste filosofiche e politiche; d) di una miscellanea di opuscoli in 100 grosse cartelle, per un totale di 3146 numeri. Il rettore, come da mandato ricevuto, perfeziona l’accordo con Clara Masante, con atto sottoscritto in data 2 agosto 1952. In data 5 marzo 1954 il rettore dà mandato all’Istituto bancario S. Paolo di aprire un libretto di risparmio intestato Premio “Prof. Gioele Solari” con un versamento di £ 2.200.000.Il regolamento del premio è approvato dal Consiglio della Facoltà di Giurisprudenza nella seduta del 25 maggio 1954 e prevede il conferimento annuale a un laureato in Giurisprudenza, Scienze politiche o Lettere e filosofia entro i tre anni precedenti alla scadenza del concorso. I candidati dovranno presentare opere inedite di filosofia del diritto, dottrine politiche o sociali. L’ammontare del premio non potrà superare l’80% degli interessi del capitale e il vincitore dovrà impegnarsi a frequentare per tre mesi l’Istituto di Scienze politiche dell’Università di Torino.Nella seduta dell’11 luglio 1958 la Facoltà di Giurisprudenza, acquisito il consenso di Clara Masante, delibera che il premio sia bandito ogni tre anni, sommando in un unico premio gli importi degli interessi.Dai mandati di pagamento sono ricavabili i nomi dei vincitori delle edizioni 1956-57 Giacomo Gavazzi e Silvia Rota ex aequo; 1960-61 Paolo Farneti; 1964-65 Sergio Pistone.Nella seduta del 20 dicembre 1977 il Consiglio di Amministrazione, in una seduta in cui sono passate in rassegna tutte le fondazioni e premi esistenti, con valutazione della sostenibilità, stabilisce di conferire un premio annuo di £ 400.000, ma nel 1984 si rende necessario approvare un nuovo regolamento che prevede di nuovo un conferimento ogni tre anni e un ammontare del premio non superiore all’80% degli interessi del capitale, come già in origine.L’ultimo bando risale all’anno 2009, per estinzione del capitale.

Scuola di Disegno

Dono di pubblicazioni fatto dal direttore della Scuola, Banche, altre Università, enti pubblici, docenti.Presa in carico di volumi facenti parti dell'eredità lasciata dall'avvocato Marangoni (recap. 1963-64).

Scuola di Disegno

La Scuola viene istituita l'11 maggio 1981 in seguito alla fusione della ex Scuola di Disegno e della ex Scuola di Disegno di elementi di macchine.Alla recapitolazione relativa all'anno accademico 1980-81 è allegato l'Inventario generale della nuova Scuola.

Istituto di Zoologia

Dono di pubblicazioni fatto dal direttore dell'Istituto,Dono di una collezione di conchiglie e di arredi fatta da Pompeo Viglino (recap. 1954-55).Cessione di riviste e attrezzature scientifiche all'Istituto di Zoologia dell'Università di Firenze (recap. 1963-64).Eliminazione di esemplari di animali ormai irrimediabilmente deteriorati (recap. 1963-64).Temporaneo trasferimento di un microscopio alla Stazione biologica di Roscoff, in Francia (recap. 1964-65).

Istituto di Petrografia

La compilazione dei prospetti inizia nell'anno accademico 1967-68 (aprile 1968).Dono di attrezzature scientifiche e di pubblicazioni fatto da aziende private, dal direttore dell'Istituto e da docenti.

Istituto di Mineralogia

Dono di pubblicazioni fatto da case editrici, Ministero, direttore dell'Istituto, docenti, enti di ricerca, associazioni, privati.Cessione di pubblicazioni alla Biblioteca Chimica (recap. 1980-81).

Istituto di Meccanica razionale

La compilazione dei prospetti inizia nell'anno accademico 1951-52 (settembre 1952).Dono di pubblicazioni fatto dai direttori dell'Istituto e da docenti.Alla recapitolazione del periodo 1° novembre 1980-7 aprile 1981 è allegato l'inventario generale dell'Istituto che, a decorrere dal 7 aprile 1981, viene accorpato all'Istituto di Fisica matematica "J.L. Lagrange".

Istituto di Geometria

La compilazione dei prospetti inizia nell'anno accademico 1951-52 (dicembre 1951).Catalogo delle pubblicazioni donate dagli eredi del professor Gino Fano (recap. 1954-55).Presa in carico di materiale didattico ceduto dalla Biblioteca Matematica (recap. 1978-79).

Istituto di Fisiologia generale

La compilazione dei prospetti inizia nell'anno accademico 1961-62 (maggio 1962).Dono di attrezzature scientifiche fatte da enti pubblici, aziende, privati.E' presente una recapitolazione con l'intestazione "Istituto di Fisiologia generale - Palazzo S. Filippo", relativa al solo anno accademico 1969-70.

Results 1 to 20 of 6487