Print preview Close

Showing 60 results

Archival description
Sismonda, Angelo
Print preview View:

Analisi su materiale impiegato in medicina in Brasile; viaggio a Ginevra sfumato

  • IT ORTOUT MORIS Corr. Casaretto 72.10
  • Item
  • 1841-05-15
  • Part of Orto botanico

Lettera inviata da Genova il 15 maggio 1841. Casaretto chiede se è già stata eseguita qualche analisi chimica sul materiale vegetale impiegato in medicina in Brasile. Elenca alcune sostanze che gli interessano maggiormente, anche perché vorrebbe comunicare i risultati al dottor Maia di Rio de Janeiro, che l’ha molto favorevolmente accolto. Ha saputo da Moris che il cavaliere di Collegno è diventato presidente del Consiglio di Stato e che il suo successore, il nuovo Presidente Capo dell’Università, monsignore Pasio, ha escluso la possibilità di un finanziamento per il soggiorno a Ginevra, data la scarsità di risorse. Ringrazia comunque Moris per l’interessamento. Lo prega di salutare Genè, Sismonda, Colla e Delponte.

Orazione funebre di De Candolle. Lavoro su Dodonoea.

  • IT ORTOUT MORIS Corr. Morren 226.1
  • Item
  • 1843-02-08
  • Part of Orto botanico

Lettera (in lingua francese) inviata da Liegi l’ 8 febbraio 1843, in cui lo scrivente ringrazia dei semi ricevuti per l’orto di Liegi, tuttora in allestimento. Ha tenuto l’orazione funebre di De Candolle, socio dell’Accademia belga, e ricorda come Moris l’abbia degnamente commemorato alla riunione degli scienziati di Firenze. Sta terminando il secondo volume su Dodonoea. Invia i saluti a Saluzzo (Cesare), Genè, Sismonda (Angelo), Gazzera, Cibrario e Bonafous (Matthieu).

Raccomandazione per il signor Bunbury.

  • IT ORTOUT MORIS Corr. Targioni Tozzetti, 342.9
  • Item
  • 1848-07-04
  • Part of Orto botanico

Lettera inviata da Firenze il 4 luglio 1848. Targioni segnala a Moris il signor Bunbury, segretario della Geological Society di Londra, che verrà a Torino, dove sarebbe interessato a vedere la collezione geologica di Sismonda.

Visita dei Principi Reali a Cagliari.

  • IT ORTOUT MORIS Corr. Gennari 140.22
  • Item
  • 1862-05-08
  • Part of Orto botanico

Lettera inviata da Cagliari l’8 maggio 1862. Gennari ha saputo che prossimamente, prima di venire a Cagliari, passeranno per Sassari e Alghero i Principi Reali accompagnati dal professore A. Sismonda. Chiede a Moris di parlare a Sismonda per vedere se è possibile partecipare ad eventuali escursioni, informandolo che, come direttore del Museo di Scienze naturali, non raccoglie solo piante, ma anche minerali e fossili.

Soggiorno a Torino. Libri per il re Vittorio Emanuele II.

  • IT ORTOUT MORIS Corr. Parlatore 255.28
  • Item
  • 1857-12-01
  • Part of Orto botanico

Lettera inviata da Firenze l’ 1 dicembre 1857. Parlatore ringrazia Moris per la bontà riservatagli durante l’ultimo suo soggiorno a Torino. Caruel ringrazia Moris per le piante che gli ha mandato. Parlatore andrà presto a riverire il senatore Buoncompagni a nome di Moris. Non ha ancora veduto Targioni. Parlatore prega Moris di ossequiare il professore Riberi e i fratelli Sismonda. Spera che Moris abbia potuto dare a Promis i libri per il Re Vittorio Emanuele II.

Affidamento della cattedra a Todaro. Conifere di Napoli e di Atene.

  • IT ORTOUT MORIS Corr. Parlatore 255.41
  • Item
  • 1861-02-10
  • Part of Orto botanico

Lettera inviata da Firenze il 10 febbraio 1861. Parlatore ha saputo della morte della suocera di Moris e, a nome anche della moglie Eugenia, gli esprime il dispiacere per l’avvenimento. Ringrazia Moris per avere interessato Montezemolo a proposito della cattedra da affidare a Todaro. Sta descrivendo alcune conifere giuntegli da Napoli e da Atene. Parlatore ha incontrato parecchie volte il professore Sismonda.

Consigli delle Facoltà. Nomina dei membri

Verbali e relazioni riguardanti le elezioni dei consiglieri nei rispettivi consigli di Classe o Facoltà: A. Serafino per i professori e Francesco Molinari per i dottori collegiati a Teologia; E. Precerutti e Bartolomeo Zavateri per i dottori collegiati a Giurisprudenza; Domenico Berti per i professori e C. Peroglio per i dottori collegiati a Lettere e filosofia; G.E. Demichelis per i professori e Secondo Carlo Polto per i dottori collegiati a Medicina e chirurgia; A. Sismonda per i professori e G.B. Delponte per i dottori collegiati a Scienze fisiche e matematiche; A. Sismonda alla Scuola di Farmacia. E' inoltre presente un elenco di "Professori e Dottori Collegiati Consiglieri delle Facoltà da surrogarsi in dicembre 185[8]" con le date di nomina o di conferma dei consiglieri già in carica nel triennio precedente.

Posizione XVI Affari diversi

Lettere di accompagnamento o di avviso della spedizione di documenti e pacchi a docenti.Lettere inviate da privati per chiedere sussidi, segnalare problemi o calunnie.Comunicazioni inviate da docenti: Piercamillo Orcurti, G. Delvitto, Luigi Calligaris e Giovenale Vegezzi Ruscalla in merito al proprio corso; richiesta di Pasquale Stanislao Mancini al rettore di accogliere due emigrati spagnoli, esuli politici, dei quali cita per nome solo Carlos Massa Sanguinetti.Corrispondenza relativa a: sottoscrizione a favore del Consorzio nazionale istituito per "soccorrere le finanze dello Stato"; designazione di Torino a sede del V Congresso dell'Associazione internazionale per il progresso delle scienze sociali; richiesta di sottoscrizione a favore delle famiglie povere dei soldati patrocinata dal Comune di Torino; richiesta di informazioni circa un corso trasmessa al R. Museo Industriale; designazione dei dottori aggregati G. Delvitto e V. Gerini a commissari dell'esame di Materie legali per gli iscritti alla Scuola di Applicazione per gli ingegneri; esercizio della professione di flebotomo nel comune di Sant'Albano Stura; invito alla partecipazione al "ricevimento della Deputazione incaricata di presentare al Re il voto di annessione delle Venete provincie" proveniente dal gran maestro delle cerimonie di Palazzo Reale; richiesta del tipografo Chiappella di Torino, di litografare le lezioni di alcuni professori; comunicazione del Gabinetto del sindaco di Torino che dal 16 dicembre gli orologi pubblici saranno regolati sul tempo medio di Roma e avviso del rettore che l'orologio situato nel Palazzo dell'Università sarà adeguatamente regolato.Corrispondenza con il Ministero in merito a: corrispondenza con Regie Legazioni o rappresentanti di Governi esteri; conferma di A. Sismonda e G.B. Erba a componenti il Consiglio di amministrazione e perfezionamento della Scuola di Applicazione per gli ingegneri; nomina del professor C. Demaria a componente la Commissione per la riforma delle Leggi sanitarie; ricerca, infruttuosa, fra le carte dell'archivio, di documenti relativi al prestito nazionale del 1848; istituzione a Torino della Società di Medicina e chirurgia e richiesta di poter utilizzare locali non più occupati dall'amministrazione centrale del regno.E' presente lo stato di servizio del professor Giovanni Lorenzo Cantù, rettore dal 1847-48 al 1852-53.

Posizione XIV Disposizioni legislative e regolamentarie relative agli studii universitarii

Disposizioni del ministro in merito all'applicazione della normativa antecedente al nuovo Regolamento per lo svolgimento della sessione autunnale degli esami di ammissione e speciali.Richiesta del ministro di predisporre una relazione sull'anno scolastico 1867-68 corredata di tabelle statistiche e lettere di trasmissione; relazione di Luigi Bellardi, incaricato di supplire A. Sismonda per il corso di Mineralogia, cui è allegata una statistica degli studenti iscritti e degli esami sostenuti.Richiesta di informazioni del preside del Liceo Botta di Ivrea relativa alla necessità di alcuni requisiti per l'iscrizione alla Scuola di Farmacia.

Museo di Mineralogia

Corrispondenza con il Ministero circa la possibilità di confermare nell'ufficio di assistente il professor J. Struever. Richiesta di rimborso spese presentata da A. Sismonda.

Posizione XV Affari diversi

Scambio di calendari scolastici con altre Università.Ricerche negli archivi dell'Università per reperire informazioni chieste dal Ministero.Incarico ministeriale a M. Coppino di ispezionare licei e ginnasi.Consegna di medaglie e menzioni onorevoli a due ex studenti del Liceo Botta di Ivrea.Corrispondenza relativa a doni fatti all'Università: alcune copie del volume "Scoperta del vero moto perpetuo con dimostrazioni e deduzioni scientifiche e morali" scritto da Aurelio Turcotti; alcune pubblicazioni del professor Martin Paine dell'Università di New York, fatte recapitare alla Reale Accademia di Medicina perché le consegnasse all'Università; una calamita donata dal marchese Giovanni Pellegrini Tibaldi e collocata nel Museo mineralogico come segnala il direttore, professor A. Sismonda; copie del nuovo statuto della Fratellanza, Società di mutuo soccorso fra impiegati pubblici e privati.Corrispondenza con: l'Amministrazione delle poste in merito alla consegna della posta destinata agli studenti universitari; l'architetto Carlo Gabetti, del comune di Torino, perché sia consentito allo stuccatore Loro di ricavare un calco da un'iscrizione posta nel loggiato interno dell'Università.Copia del n. 162 del giornale "L'Opinione" della quale viene evidenziata la sottoscrizione promossa dai parlamentari Bonghi e Boschi a favore dei familiari del professor Cesare Tamagni e prospetto dei sottoscrittori.Richiesta del rettore al professor B. Peyron di far parte della commissione esaminatrice degli allievi dell'Istituto Internazionale italiano.Invio al Ministero della relazione del professor J. Mueller, incaricato di esaminare un antico codice manoscritto "contenente la versione latina del Vangelo di San Giovanni".Copia del programma del periodico "Lo specchio del pensiero".Lettera del presidente della Commissione promotrice di un congresso universitario in Roma.Richiesta di Gusztav Altenburger di poter consultare opere riguardanti "le armi delle provincie vecchie e nuove e delle città del loro Stato".

Regi Musei di Antichità ed Egizio, Zoologia, Mineralogia. Direzione, assistenti, inservienti

Domande di assunzione inviate da Teodoro Bongiovanni, Luigi Ferrero, Giovanni Battista Olivo, Massimo Moiso e Giuseppe Delpero per un posto da inserviente.Conferma di Pio Baraldi a settore presso il Museo di Zoologia.Parere del professor A. Fabretti in merito alla permanenza in servizio di Carlo Cornaglia, già conservatore del "Medagliere Lavy".Doni: una pepita d'oro proveniente dal Perù donata da Pietro Alessandro Garda al Museo Mineralogico; perle provenienti da Ceylon inviate dal parroco di Colombo, don Balangero; invio di oggetti etnografici alla Società Geografica Italiana, donati poi al Museo Preistorico di Roma, da parte di Carl Steiger, curatore del Museo di Brisbane in Australia, e richiesta di ricevere collezioni di minerali, conchiglie ecc. dai Musei torinesi (lettere autografe dei direttori M. Lessona e A. Sismonda).

Scambi di piante della Corsica con piante di Sardegna.

  • IT ORTOUT MORIS Corr. Requien 286.1
  • Item
  • 1847-11-15
  • Part of Orto botanico

Lettera inviata da Firenze il 15 novembre 1847. Requien approfitta del viaggio del comune amico Parlatore per fare avere il presente scritto a Moris. Lo scrivente è stato in Corsica nella primavera scorsa e si fermerà per tutto il prossimo anno, per occuparsi della flora locale, a torto considerata in passato come facente parte di quella di Francia. Ha però bisogno di tutte le informazioni possibili e ritiene Moris la persona più adatta a fornirgliele, tramite le conoscenze sulla flora di Sardegna, che dovrebbe servire come termine di paragone. Gli servirebbe perciò poter consultare le piante sarde, che Moris potrebbe mandargli tramite De Notaris a Genova. Requien potrebbe ricambiare con le piante della Corsica. Già gli sono pervenuti, per la gentilezza di Moris e di Gazzera, i primi due volumi di Flora Sardoa. Requien prega Moris di chiedere a Gazzera se gli interessa la collezione di “billon” della Corsica, con la decina di varietà della moneta stessa. Non ha più ricevuto esemplari da Colla e neppure i fossili di Torino che Sismonda gli aveva promesso.

Nomina a membro della Società Italiana degli Scienziati e ufficiale dell’Ordine Mauriziano.

  • IT ORTOUT MORIS Corr. Notaris (de) 245.83
  • Item
  • 1863-06-14
  • Part of Orto botanico

Lettera inviata da Genova il 14 giugno 1863. De Notaris ringrazia Moris e Sismonda per avere contribuito alla sua nomina a membro della Società Italiana delle Scienze. E’ anche stato nominato ufficiale dell’Ordine Mauriziano. Il ministro Amari ha risposto negativamente alla proposta di dedicargli l’opuscolo sulle Sferiae.

Preparativi per la mostra al castello del Valentino.

  • IT ORTOUT MORIS Corr. Min. e Acc. d’Agricoltura 7
  • Item
  • 1844-04-05
  • Part of Orto botanico

Lettera inviata da Torino il 5 aprile 1844 dal segretario della Regia Camera d’Agricoltura e di Commercio, Angelo Sismonda, per pregare Moris di partecipare all’adunanza generale delle giunte, istituite per preparare la prossima esposizione, che avrà luogo nel castello del Valentino.

Invio a Heyland di piante e materiale fossile.

  • IT ORTOUT MORIS Corr. Heyland 150.28
  • Item
  • 1854-12-02
  • Part of Orto botanico

Lettera inviata da Milano il 2 dicembre 1854. Heyland invita Moris a mandargli le piante tramite il signor Bréton, segretario del console francese a Milano. Questa persona potrebbe anche portargli le conchiglie e il materiale fossile del segretario dell’Accademia, Sismonda.

Assenze dei professori

Richieste di congedo presentate da: Francesco Telesforo Pasero, Paolo Andrea Carmagnola, Federico Spantigati, Pietro Luigi Albini, A. Sismonda, Giovanni Francesco Bosco, Scipione Giordano, Luigi Amedeo Melegari, G.G. Moris.

Results 1 to 20 of 60