Risultati 16

Descrizione archivistica
Biblioteca del Dipartimento di Scienze della vita e Biologia dei sistemi. Sede di Biologia vegetale. Università degli studi di Torino Pomba, Giuseppe
Stampa l'anteprima Vedere:

Uccisione di Badarò in Brasile e naufragio di Bertero

  • IT ORTOUT MORIS Corr. Bertoloni 27.17
  • Unità documentaria
  • 1831-07-08
  • Parte di Orto botanico

Lettera inviata da Bologna l’8 luglio 1831, in cui Bertoloni fa alcune osservazioni su una Cicoriacea, che ritiene appartenere al genere Leontodon. Si rallegra che Sua Maestà [Carlo Alberto di Savoia] abbia acquistato per l’Orto Botanico di Torino l’erbario di Balbis, forse unito a quello di Allioni, che però dovrebbe essere tenuto a parte. Si raccomanda di non modificare assolutamente i bigliettini con i nomi delle piante, poiché si tratta di esemplari che devono rendere autentiche sia le piante della Flora Pedemontana, sia quelle descritte da Balbis nelle sue opere. Chiede notizie sullo stato di conservazione dell’erbario di Allioni, che si propone di consultare. Dichiara di possedere molte piante inviategli da Ignazio Molineri, consegnate anche ad Allioni per redigere la Flora Pedemontana. Ha saputo dal padre di Badarò che il figlio è stato ucciso in Brasile. Ha avuto anche notizia del viaggio di Bertero a Tahiti; lo ritiene coraggioso, però "il troppo è troppo”. [Presagio?]. Bertero infatti morì in un naufragio ritornando da Tahiti. Annuncia la stampa di Mantissa alla Flora Apuana. Critica Marsigli per la maldestra conduzione degli Annali di Storia Naturale, editi dal sig. Pomba. La rivista viene spedita a Torino tramite il sig. Braglia, corriere postale a Modena. Bertoloni invia i saluti per l’avvocato Colla.

Blitum capitatum e Salvia Hispanica specie indigene

  • IT ORTOUT MORIS Corr. Bertoloni 27.23
  • Unità documentaria
  • 1832-11-11
  • Parte di Orto botanico

Lettera inviata da Bologna l’11 novembre 1832, dove Bertoloni ringrazia per le notizie avute su Blitum capitatum e su Salvia hispanica, che si possono considerare specie indigene. Ha messo fuori il manifesto per la Flora Italiana e lo invia a Moris e a Colla, cui raccomanda di procurare persone interessate e di segnalarle al libraio Pomba. Si compiace che a Torino sia stata adottata la sua opera Praelectiones e suggerisce alcune modalità di vendita delle 100 copie richieste. Prega di riverire “Pierino” Savi, se si trova ancora a Torino, e l’avv. Colla.

Mandragora, Erodium, lungo testo di Jaquin

  • IT ORTOUT MORIS Corr. Bertoloni 27.30
  • Unità documentaria
  • 1833-10-20
  • Parte di Orto botanico

Lettera inviata da Bologna il 20 ottobre 1833, in cui Bertoloni si duole del troppo breve soggiorno a Bologna di Moris e consorte. Seguono alcune osservazioni sulle specie di Mandragora di Sardegna e di Sicilia. Bertoloni spera di chiarire con il libraio Pomba un malinteso su alcuni libri speditigli dal libraio Riccardo Masi. Il testo riprende con due pagine di osservazioni sul genere Erodium, iniziate con la lettera 27.27, cui acclude il lunghissimo testo originale di Jacquin.

Osservazioni sul genere Erodium

  • IT ORTOUT MORIS Corr. Bertoloni 27.31
  • Unità documentaria
  • 1833-10-26
  • Parte di Orto botanico

Lettera inviata da Bologna il 26 ottobre 1833. Gussone ha inviato a Bertoloni il supplemento al Prodromus Florae Siculae, con preghiera di passarlo a Moris. Riprendono alcune osservazioni sul genere Erodium, contestando la decisione di De Candolle di riunire due specie a suo avviso diverse. Chiede di sollecitare Bonafous di controllare nell’ erbario Allioni alcune specie, su cui anche Pollini ha espresso dubbi. Bertoloni sottolinea l’ennesimo equivoco creatosi con il libraio Pomba.

Asperula e Galium. Plana e la cattedra di Astronomia a Bologna

  • IT ORTOUT MORIS Corr. Bertoloni 28.14
  • Unità documentaria
  • 1835-03-08
  • Parte di Orto botanico

Lettera inviata da Bologna l’8 marzo 1835. Bertoloni inizia con alcune osservazioni su piante della Sardegna del genere Asperula e Galium. Si lamenta per l’ennesima volta del libraio Pomba, definito “un gran trascurato”. Chiede a Moris o a Colla “un bocconcino” di Galium maritimum. Il Cardinale Oppizzoni e lo stesso Bertoloni hanno ricevuto un’analoga lettera del Prof. Plana [probabile aspirante alla cattedra di Astronomia a Bologna]; tutto dipende però dal Cardinale Lambruschini [Prefetto della Congregazione degli Studi dello Stato Pontificio].

Vicia. Nomina nell'Accademia.

  • IT ORTOUT MORIS Corr. Bertoloni 28.46
  • Unità documentaria
  • 1837-02-25
  • Parte di Orto botanico

Lettera inviata da Bologna il 25 febbraio 1837, in cui Bertoloni prega di ricuperare presso lo spedizioniere Razzetti i volumi della Flora da porgere a Sua Maestà [Carlo Alberto] e al Ministro degli Interni, a lui consegnati per errore dal Pozzi, invece che al libraio Pomba. Seguono osservazioni su alcune specie, in particolare su una Vicia, di cui possiede un esemplare inviatogli da Jan, uno da Biasoletto da Trieste e un terzo da Viviani dalla Dalmazia. Bertoloni assicura Moris che presto riceverà la nomina nell’Accademia; la lettera è ancora in stampa, perché il segretario “è un poltrone”.

Organizzazione del trasporto del forno da Torino a Bologna

  • IT ORTOUT MORIS Corr. Bertoloni 28.5
  • Unità documentaria
  • 1834-05-08
  • Parte di Orto botanico

Lettera inviata da Bologna l’8 maggio 1834, in cui Bertoloni ringrazia Moris di avergli comunicato il prezzo del forno di ferro fuso, di cui si è parlato nella lettera precedente. Occorrerà poi spedire il forno lungo il Po da Torino a Lagoscuro, ove lo spedizioniere Mariano Desancovich provvederà a farlo arrivare a Bologna. Prega di avvertire il Sig. Pomba di correggere un errore sul volume di Ovidio, della collezione del Classici Latini, cui è abbonato. Il Sig. Pomba dovrebbe inviare una persona a ritirare i fascicoli 4, 5 e 6 della Flora, così da completare il primo tomo. Chiede ancora a Moris di fargli sapere come inviargli le opere di Bartling e Brown.

Smarrimento fascicoli presso il libraio Pomba

  • IT ORTOUT MORIS Corr. Bertoloni 28.8
  • Unità documentaria
  • 1834-11-23
  • Parte di Orto botanico

Lettera inviata da Bologna il 23 novembre 1834. Bertoloni invierà una copia della Flora direttamente a Sua Maestà [Carlo Alberto] e una tramite Moris al Ministro degli Interni. Vi sono problemi di smarrimento di fascicoli presso il libraio Pomba. Bertoloni attende di ricevere da Moris due memorie di Choisy; si augura che De Notaris raccolga in Sardegna molte piante interessanti.

Tredici Epilobium

  • IT ORTOUT MORIS Corr. Bertoloni 29.21
  • Unità documentaria
  • 1839-12-28
  • Parte di Orto botanico

Lettera inviata da Bologna il 28 dicembre 1839. Bertoloni invia a Moris e a Colla il fascicolo del tomo IV della Flora Italica. Farà stampare nel Giornale Ligustico, e invierà al Sig. Promis, due lettere sopra il Forte di Sarzanello. Elenca infine il nome dei tredici Epilobium che inserirà nella Flora. Bertoloni è risentito del fatto che il sig. Pomba abbia disdetto l’impegno di prendere sei copie della Flora, cui si era impegnato a suo tempo.

Commento su Dianthus alpestris

  • IT ORTOUT MORIS Corr. Bertoloni 29.31
  • Unità documentaria
  • 1840-10-13
  • Parte di Orto botanico

Lettera inviata da Bologna il 13 ottobre 1840. Il Mossetti ha recapitato a Bertoloni le piante inviate da Bonjean a Moris, unitamente all’esemplare di Balbis del Dianthus alpestris. Segue un commento su questa specie. Bertoloni vorrebbe definire alcuni contrattempi verificatisi con Pomba. Si rammarica di non aver potuto partecipare alla Riunione degli scienziati tenutasi a Torino, di cui ha sentito grandi elogi dai partecipanti. Invierà presto a Moris un articolo “alquanto vivo” in risposta a De Visiani, a proposito di alcune specie di Satureja.

Risultati da 1 a 10 di 16