Risultati 15317

Descrizione archivistica
Ricerca avanzata
Stampa l'anteprima Vedere:

440 risultati con oggetti digitali Mostra i risultati con gli oggetti digitali

Proposta di una gratificazione a Turelli.

  • IT ORTOUT MORIS Add. Enti. Min. Aff. Interni.8
  • Unità documentaria
  • 1852-06-23
  • Parte di Orto botanico

Lettera del 23 giugno 1852, firmata da Giovanni Turelli, scrivano del Ministero dell’Interno, in cui lo scrivente ringrazia Moris che ha proposto di concedergli una gratificazione per il lavoro svolto per la commissione sulle risaie.

Payer successore di Gaudichaud a Parigi.

  • IT ORTOUT MORIS Corr. Parlatore 255.19
  • Unità documentaria
  • 1854-12-28
  • Parte di Orto botanico

Lettera inviata da Parigi il 28 dicembre 1854. Parlatore descrive alcuni particolari di piante dell’erbario di Desfontaines (Rumex, Euphorbia, Parietaria), che Moris gli aveva chiesto di controllare. A Parigi nella sezione botanica dell’Accademia delle Scienze vi è stata discussione per la successione di Gaudichaud. Brongniart e Tulasne parteggiavano per Duchartre, mentre Montagne e Moquin-Tandon sostenevano Payer, che ottenne una maggioranza straordinaria. Parlatore aspetta sempre da Londra una risposta sollecita [si tratta probabilmente dell’eredità di Webb].

Pubblicazione sui Discomiceti.

  • IT ORTOUT MORIS Corr. Notaris (de) 245.87
  • Unità documentaria
  • 1863-12-27
  • Parte di Orto botanico

Lettera inviata da Genova il 27 dicembre 1863. De Notaris ha dovuto lavorare indefessamente per riuscire a consegnare alla stampatore il suo lavoro, prima della comparsa del secondo volume della lussureggiante Carpologia Fungorum dei Tulasne. Il lavoro di De Notaris sulla nuova classificazione dei Discomiceti è in stampa per il quinto numero del Commentario. Il ministro Amari l’ha invitato ad accettare la carica di Rettore. Ha acconsentito, anche se non è portato alle riunioni ufficiali e agli impegni burocratici. De Notaris si rallegra del fatto che Moris sia in buona salute e che si stia occupando del quarto volume di Flora Sardoa. Nell’ultima seduta della Società Italiana delle Scienze De Notaris ha votato per Scacchi, pensando che sarebbe stato più facile nominare Parlatore nella prossima riunione.

Scarso numero di studenti a Genova.

  • IT ORTOUT MORIS Corr. Notaris (de) 245.42
  • Unità documentaria
  • 1860-06-29
  • Parte di Orto botanico

Lettera inviata da Genova il 29 giugno 1860. I campioni inviati da Moris sono di Puccinia graminis e Uredo linearis, che secondo Tulasne non sarebbero che modi di essere di una medesima individualità. De Notaris sbrigherà rapidamente gli esami, dato che gli studenti sono soltanto una dozzina. E’ ridicolo mantenere queste Università, dove si corre il rischio che il numero degli impiegati sia maggiore di quello degli studenti. De Notaris continua a tribolare per i denti. Da Pasqua ne ha “abbandonati quattro alla tenaglia”. Teme di rimanere quanto prima “senza peristomio” [termine scientifico che indica, nei vegetali e in taluni animali, il tessuto che circonda un’apertura; in questo caso si allude ovviamente ai denti].

Modalità degli esami di profitto.

  • IT ORTOUT MORIS Corr. Truffi, 359bis.1
  • Unità documentaria
  • 1851-06-19
  • Parte di Orto botanico

Lettera inviata da Parma il 19 giugno 1851. Lo scrivente presenta a Moris alcune osservazioni critiche sulle modalità di recente attivate per quanto riguarda gli esami di profitto. Un tempo l’esame veniva sostenuto dinanzi al professore insegnante, il quale aveva avuto modo, durante tutto l’anno scolastico, di valutare attenzione, costanza, diligenza e capacità di ragionare dello studente. Le nuove disposizioni prevedono che l’esame venga sostenuto di fronte a una commissione, dove l’insegnante è in minoranza, e pertanto gli altri professori esprimono il loro giudizio esclusivamente in base all’esito della prova, dove sono favoriti i candidati con buona memoria. Truffi coglie l’occasione per segnalare a Moris il fratello Siro della sezione farmaceutica, allievo di Moris, che dovrà sostenere l’esame.

Scultura in marmo di Pinerolo a Trabucco di Castagnetto.

  • IT ORTOUT MORIS Corr. Bertoloni 29.23
  • Unità documentaria
  • 1840-02-17
  • Parte di Orto botanico

Lettera inviata da Bologna il 17 febbraio 1840. Baruzzi ha spedito la scultura in marmo di Pinerolo al Sig. Cav. Trabucco di Castagnetto. Bertoloni dice che il compenso all’ archivista Mazzetti per il ritrovamento delle memorie della Reale Infanta [Principessa Maria di Savoia] è più che sufficiente. Vengono richieste alcune informazioni su esemplari degli erbari di Allioni e di Balbis.

Regio gradimento. Cynoglossum officinale

  • IT ORTOUT MORIS Corr. Bertoloni 28.20
  • Unità documentaria
  • 1835-06-17
  • Parte di Orto botanico

Lettera inviata da Bologna il 17 giugno 1835, in cui Bertoloni si rallegra per l’avvenuta consegna del primo tomo della Flora al Re, al Ministro e al Conte Balbo. Il Ministro gli ha comunicato il “Regio gradimento” e il suo personale. Anche il Re lo ha ringraziato tramite il Segretario Personale Cav. di Castagneto. Moris viene pregato di inviare un esemplare di Cynoglossum officinale, paragonandolo con quello dell’erbario di Allioni.

Premio a Tornabene e a Todaro.

  • IT ORTOUT MORIS Corr. Parlatore 255.51
  • Unità documentaria
  • 1864-04-21
  • Parte di Orto botanico

Lettera inviata da Firenze il 21 aprile 1864. Parlatore ringrazia Moris per avergli fatto avere il manoscritto sui cotoni. Ha saputo della medaglia d’argento conferita al professore Tornabene dal consiglio dei giurati. Il premio gli pare eccessivo, se paragonato a quello dato a Todaro, autore di un lavoro ben più importante. Parlatore ha ringraziato il signor Reymond per i libri mandatigli sull’ esposizione dei cotoni e dei denari per pagare i disegni. Ringrazia, a nome anche della famiglia, dei bei momenti passati con Moris a fine febbraio. A luglio andrà con tutta la famiglia ad Olmeneta [paese del Cremonese]. De Visiani è stato a Firenze per alcuni giorni. C’è stato anche Milligan, che tanto ha contribuito allo studio della flora di Van Diemen [antico nome della Tasmania]. Dovrebbe arrivare Bubani.

Apprezzamento per l’opera Licheni Italiani.

  • IT ORTOUT MORIS Corr. Massalongo 190.1
  • Unità documentaria
  • 1855-07-18
  • Parte di Orto botanico

Lettera inviata da Verona il 18 luglio 1855, in cui lo scrivente si dice onorato delle attenzioni che Moris ha riservato alla sua pubblicazione, Licheni Italiani, apprezzata anche da Bertoloni, De Notaris, Tenore, Parlatore, Tornabene e vari altri. Ha spedito a Moris da poco il primo volume di Lichenes Italici Exsiccati. Chiede a Moris di suggerirgli il nome di qualche botanico di Sardegna e di Corsica, con cui vorrebbe entrare in contatto.

Risultati da 501 a 510 di 15317