Risultati 319

Descrizione archivistica
Serie Italiano
Stampa l'anteprima Vedere:

9 risultati con oggetti digitali Mostra i risultati con gli oggetti digitali

Rimborsi delle spese degli Stabilimenti scientifici

Richieste di acquisto presentate dai direttori degli Istituti al rettore, in quanto presidente della Commissione amministrativa del Consorzio, e richieste di pagamento presentate al presidente della Deputazione Provinciale di Torino dal rettore, a fronte degli elenchi di spese con relativi giustificativi presentati dai direttori degli Istituti e dopo l'approvazione della Commissione amministrativa del Consorzio. E' talvolta presente l'estratto della deliberazione autorizzativa. I fascicoli intestati a a singoli Stabilimenti scientifici e alla Segreteria della Commisione sono presentati in ordine alfabetico.

Laboratorio di Economia politica Cognetti de Martiis

Il Laboratorio trasse origine da una delle Sezioni (Sezione di Economia politica) in cui si divideva l'Istituto giuridico. Nell'anno accademico 1893-94 tale Sezione fu costituita in sede separata colla denominazione di Laboratorio di Economia politica, privo di dotazione, per impulso di Salvatore Cognetti de Martiis, titolare della cattedra di Economia politica. Con R.D. n. 121 del 17 marzo 1901 il Laboratorio fu riconosciuto come Istituto scientifico e annesso contemporaneamente all'Università e al Regio Museo Industriale. Dallo Statuto universitario approvato con R.D. n. 2284 del 14 ottobre 1926, art. 34 risulta l'annessione del Laboratorio alla sola Facoltà di Giurisprudenza dell'Università.Ebbe inizialmente sede in locali siti in via Po 18, poi, dal 1934, in un appartamento in via San Francesco da Paola 2.

Seminario di Antropologia criminale e Diritto penale

Istituito, annesso alla facoltà di Giurisprudenza, a decorrere dall'anno accademico 1927-28 per il perfezionamento degli studi in Criminologia, con durata di quattro mesi, prevede corsi impartiti da docenti delle Facoltà di Giurisprudenza (Criminologia e Questioni di Diritto e procedura penale; problemi filosofici di diritto penale) e di Medicina e chirurgia (Antropologia criminale; Medicina legale e polizia giudiziaria nelle varie forme del delitto; Fisiologia e processi psichici; Psichiatria forense in rapporto al delitto). Vi si possono iscrivere i laureati in Giurisprudenza, in Medicina e chirurgia, in Filosofia e Pedagogia, i magistrati, i funzionari dei Tribunali militari, delle Amministrazioni della Pubblica Sicurezza e delle Carceri, gli ufficiali dell'Arma dei Carabinieri.Il corso risulta attivo fino all'anno 1934-35.

Tesi dell'Università e della Scuola d'applicazione per gli ingegneri di Torino

Tesi discusse presso l’Università di Torino fra Settecento e primi del Novecento e presso la Scuola di Applicazione per gli Ingegneri, poi confluita nel 1906 nel Regio Politecnico di Torino, dalla fondazione sino agli anni Venti del Novecento. Si tratta di dissertazioni presentate per il conseguimento della licenza, della laurea e dell'aggregazione ai tre Collegi di Teologia, Legge, Scienze e Belle arti e per il conseguimento del grado di professore di Filosofia. La loro consistenza, tranne che per le tesi di aggregazione, è di poche pagine e lo sviluppo del tema, conformemente ai regolamenti in vigore, avviene per punti poi oggetto della disputa pubblica.Numerosi esemplari presentano legature di pregio.

Temi per esami pubblici di laurea in Ingegneria idraulica e Architettura civile dal 1838-39 al 1861-62

Raccolta di temi assegnati ai candidati per l'esame pubblico di laurea in Ingegneria idraulica o/e Architettura civile presso la Regia Università di Torino. Dall'anno accademico 1849-50 in poi, oltre al tema assegnato, sono indicati anche gli argomenti estratti a sorte, oggetto di interrogazione orale, relativi alle materie Idraulica, Meccanica e Costruzione per la laurea in Ingegneria idraulica e relativi a Meccanica, Costruzione e Geometria pratica per la laurea in Architettura civile.

Risultati da 1 a 10 di 319