Risultati 26

Descrizione archivistica
De Lorenzi, Giovanni
Stampa l'anteprima Vedere:

Cliniche medica e chirurgica. Laboratorio Clinico dell'Ospedale di San Giovanni. Assistenti. Armamentario chirurgico

Conferme per l'anno 1874 di L. Berruti ad assistente presso la Clinica chirurgica e di Paolo Devecchi, che è richiamato in servizio dopo un periodo di aspettativa. Domande presentate dai dottori Vittorio Colomiatti e Giacomo Saglietto per il posto di settore presso l'Istituto di Anatomia umana. Corresponsione di una remunerazione agli infermieri e al portinaio delle Cliniche e al dottor Francesco Negri, assistente nel Laboratorio Clinico. Nomina di Giovanni Maria Fiori, Matteo Piovano e Luigi Verri ad allievi interni all'Ospedale Maggiore di San Giovanni Battista. Richiesta di certificati perché possa essere erogata una pensione alla vedova e al figlio del professor G. De Lorenzi. Carte relative a tre concorsi: per ricoprire il posto di assistente capo nella Clinica operativa, vacante dopo le dimissioni di Giuseppe Spantigati; per un posto di assistente presso la stessa Clinica, di cui sono conservate le domande di Pier Carlo Bertoldi e Giacomo Novaro; per un posto di assistente alla Clinica chirurgica, vinto da Daniele Bajardi, che allega il proprio diploma di laurea in Medicina e chirurgia, nominato per il triennio 1874-75/1876-77.

Concorso a cattedre vacanti in questa Università

Cattedra di Botanica: la maggior parte dei documenti riguarda la spedizione dei titoli presentati dai candidati ai vari commissari, docenti presso le Università di Bologna e Pavia, e al ministero; nomina della commissione; nomina di Giovanni Battista Dalponte a professore ordinario e direttore dell'Orto Botanico.Cattedre della Facoltà di Giurisprudenza: corrispondenza con il ministro in merito alla richiesta della Facoltà di bandire i concorsi per le cattedre di Ordinamento giudiziario e di Diritto commerciale.Cattedra di Anatomia umana: domande di G. De Lorenzi, Giuseppe Ciaccio, professore straordinario di Fisiologia all'Università di Parma, e di Giuseppe Giannuzzi, professore ordinario di Fisiologia all'Università di Siena, per la cattedra di Anatomia umana; trasmissione al rettore di una istanza firmata dagli studenti della Facoltà di Medicina e chirurgia che chiedono l'assegnazione della cattedra al dottor De Lorenzi; incarico al professor Malinverni, in assenza del preside, di presentare in Consiglio di Facoltà le domande degli aspiranti alla cattedra.

Concorso a cattedre vacanti in questa Università

Cattedra di Procedura civile e ordinamento giudiziario: corrispondenza con il ministro, nomina della commissione esaminatrice, trasmissione dei titoli dei candidati L. Mattirolo e C. Avondo.Cattedra di Diritto commerciale: nomina dei supplenti nella commissione esaminatrice.Cattedra di Chimica generale: rinuncia di A. Lieben alla cattedra; domanda di ammissione al concorso presentata dal dottor G. Gallo.Cattedra di Anatomia umana: domanda di ammissione al concorso presentata dal dottor G. De Lorenzi; disposizioni del ministro in merito alla necessità di bandire un concorso non ritenendo opportuno agire secondo l'art. 69 della L. 13 novembre 1859; avviso di concorso alla cattedra vacante che prevedere la possibilità per i concorrenti di scegliere le modalità del concorso stesso (solo per titoli, solo per esami o per entrambi); nomina dei supplenti nella commissione esaminatrice; lettera di De Lorenzi che, essendo l'unico concorrente per titoli ed esami, ritira la domanda di concorso per esami e chiede si essere esaminato anch'esso solo per titoli; richiesta del rettore al dottor De Lorenzi di iniziare, come docente incaricato, il corso di Anatomia umana e, dopo il suo rifiuto, richiesta al ministro di prendere una decisione in merito all'assegnazione della cattedra, tanto più che uno dei concorrenti è già stato chiamato all'Università di Bologna.

Concorso a cattedre vacanti in questa Università

Concorso alla cattedra di Algebra complementare e geometria analitica: lettera di A. Genocchi che comunica aver esaminato le carte relative al concorso e comunicazione dell'invio della tesi del concorrente Carlo Porimenti (?).Concorso alla cattedra di Anatomia umana: copia dell'estratto del verbale dell'adunanza della Facoltà di Medicina e chirurgia del 29 dicembre 1871 nella quale viene nuovamente chiesta la nomina diretta del professor G. De Lorenzi; ulteriore risposta negativa del ministro e successiva nomina di una commissione esaminatrice e dei relativi supplenti; corrispondenza riguardante la spedizione di pubblicazioni e titoli dei concorrenti, fra cui De Lorenzi.Concorso alla cattedra di Chimica generale: rinuncia di G. Gallo al concorso; lettere di trasmissione delle pubblicazioni dei concorrenti fra i diversi commissari e invio al ministro della relazione della commissione stessa.Concorso alla cattedra di Diritto commerciale: corrispondenza riguardante la spedizione di pubblicazioni e titoli dei concorrenti; disposizioni del ministro che, ritenendo l'esito del concorso non soddisfacente perché "... la classificazione superò di ben poco l'eleggibilità semplice...", nomina Michele Germano, già incaricato del corso, professore straordinario per la restante parte dell'anno scolastico, e mantiene vacante la cattedra.Concorso alla cattedra di Patologia generale: corrispondenza riguardante la spedizione di pubblicazioni e titoli dei concorrenti Giovanni Giudice, Giuseppe Fissore (che non compare in un elenco successivo), Bernardo Salemi Pace e Debonis, i cui nomi sono presenti nella nota a margine di una lettera del ministro del 3 settembre.Trasmissione della domanda di Antonio Cavagnari, libero docente di Filosofia del diritto all'Università di Padova, che intende concorrere per la stessa cattedra all'Università di Torino e analoga richiesta di O. Spanna.Lettera del preside della Facoltà di Giurisprudenza che segnala i problemi di organico in cui si trova la Facoltà a causa della mancata nomina di professori ordinari.

Dottori aggregati e supplenti

Comunicazione della morte del dottor Egidio Rignon, avvenuta il 19 marzo 1864, e delle sue disposizioni testamentarie che prevedono un lascito a favore dello studente della Facoltà di Medicina e chirurgia che "conseguirà gli estremi gradi accademici in quest'anno e ne sarà stato giudicato più degno dai Professori additati dallo stesso benemerito testatore".Provvedimenti relativi agli insegnamenti di: Anatomia umana normale per il quale, dopo la rinuncia definitiva del professor C. Tomati nel novembre 1865, viene incaricato Lorenzo Restellini, contestualmente nominato professore straordinario; Anatomia topografica di cui è incaricato G. De Lorenzi; Ostetricia teorico-pratica il cui incarico è rinnovato a Domenico Tibone e, in seguito alla sua rinuncia, affidato a Giovanni Battista Rossi, docente presso la Scuola per le allieve levatrici dell'Opera Pia Maternità.Incarichi temporanei: Lorenzo Restellini di sostituire il professor G. Pacchiotti negli esami di Medicina operatoria; a Gioachino Fiorito di supplire il preside; agli assistenti C. Reymond e Gallia di supplire il professor C. Sperino negli insegnamenti di Oftalmoiatria, il primo, e di Clinica delle malattie sifilitiche il secondo; a S. Laura di sostituire il professor C. Demaria, docente di Medicina legale, impegnato in Parlamento; ad Aliprando Moriggia nominato supplente di J. Moleschott.Concessione di un sussidio a Maria Teresa, figlia del dottor Giovanni Gallia.La lettera del docente di Igiene che, a causa delle gravi condizioni di salute del padre, non ha potuto fare lezione, non è attribuibile in quanto estremamente danneggiata dalla muffa.

Dottori aggregati e supplenti

Richieste di permesso presentate dai dottori G. De Lorenzi e S. Laura. Incarichi di supplire il professor C. Demaria a S. Laura nel corso di Medicina legale per gli studenti della Facoltà di Giurisprudenza e ad Aliprando Moriggia di Fisiologia umana.

Istituto Anatomico patologico. Settori

Pagamento dei servizi svolti dal dottor Camillo Bozzolo e dal custode e gli inservienti dell'Istituto. Corrispondenza relativa al lavoro svolto dai settori dell'Istituto, proposte di ridefinizione della pianta organica e comunicazione della malattia del professor G. De Lorenzi. Domanda presentata da Girolamo Mo, dipendente dell'Ospedale Maggiore di San Giovanni Battista, per il posto di coadiutore ai settori anatomici e da Giacomo Saglietto per la nomina a settore volontario. Pagamento di un microscopio fornito all'Istituto.Corrispondenza riguardante le richieste avanzate dal professor G. Bizzozero il quale chiede l'istituzione di un corso di Istologia, propedeutico a quello di Patologia generale, che vengano trovati locali adatti al Laboratorio, e lamenta i ritardi nell'accoglimento delle sue richieste, già avanzate l'anno precedente. Risposta del rettore che illustra i problemi didattici e logistici che impediscono un accoglimento di tali richieste.

Istituto Anatomico patologico. Settori

Concessione di un compenso straordinario alla portinaia "Agnese vedova Gherardi", incaricata di aprire e chiudere in orario notturno le porte che danno accesso alla Scuola di Anatomia, dove sono trasportati i cadaveri utilizzati a scopo didattico. Conferma di G. De Lorenzi e Giuseppe Saviotti nei rispettivi ruoli e nomina di C. Giacomini a reggente settore e successivamente a secondo settore. Dimissioni di Battista Rapel dal posto di inserviente e nomina a reggente di Emanuele Orsi. Nomina di G.B. Laura a coadiutore dei settori.

Istituto anatomico patologico

Concessione di un compenso straordinario alla portinaia "Agnese vedova Gherardi", incaricata di aprire e chiudere in orario notturno le porte che danno accesso alla Scuola di Anatomia, dove sono trasportati i cadaveri utilizzati a scopo didattico. Dimissioni, date nel mese di marzo, di G. De Lorenzi dal posto di settore capo e dall'insegnamento di Anatomia topografica e promozione di Giovanni Saviotti; le dimissioni sono, però, ritirate a ottobre e De Lorenzi è reintegrato nel posto di settore (il ministro non cita però un reintegro anche nell'insegnamento). Con successivo decreto di dicembre sono definiti gli incarichi nelle funzioni: De Lorenzi settore capo, Saviotti primo settore e C. Giacomini è confermato coadiutore dei settori. Concessione di un compenso straordinario al conservatore Carlo Bonino e agli inservienti Felice Peraldo e Battista Rapel. Richiesta di Pietro Calderini, direttore della Scuola tecnica di Varallo, di avere in dono, per il locale Museo di Storia naturale, una collezione di funghi velenosi in cera, che gli risulta essere inutilizzata dall'Istituto Anatomico. Il ministro, tuttavia, ritiene più opportuna una donazione al Liceo "Cavour" di Torino.

Risultati da 1 a 10 di 26