Risultati 5

Descrizione archivistica
Zollinger, Heinrich
Stampa l'anteprima Vedere:

Difficoltà di spedizione di un voluminoso pacco di libri

  • IT ORTOUT MORIS Corr. Candolle (de) 64.10
  • Unità documentaria
  • 1842-04-03
  • Parte di Orto botanico

Lettera inviata da Ginevra il 3 aprile 1842. La lettera accompagna un grosso pacco di libri che Moris dovrebbe fare avere a vari botanici italiani; la spedizione da Ginevra verso stati al di fuori del regno sardo è infatti estremamente difficile. Sono illustrati alcuni particolari circa la preparazione del Prodromus. De Candolle informa Moris che Boissier è ad Atene e Zollinger è in viaggio per Giava.

Viaggio di Blume a Giava. Elogio del Cannonau.

  • IT ORTOUT MORIS Corr. Candolle (de) 64.7
  • Unità documentaria
  • 1841-07-09
  • Parte di Orto botanico

Lettera inviata da Ginevra il 9 luglio 1841, in cui De Candolle dice che il giovane Blume andrà a Giava a raccogliere piante, che potrebbero essere acquistate da Moris per l’erbario torinese. Blume andrà da solo, avendo avuto dissensi con Zollinger, e sarà ospite di Meyer che si è trasferito a Giava. Raccoglierà anche oggetti e animali, per cui De Candolle prega Moris di avvertire anche gli zoologi. Nel post scriptum viene elogiato un vino sardo, il Cannonau, che, essendo un po’ frizzante può essere paragonato al buon champagne di Borgogna.

Progetto di distribuzione e vendita di Lexicon Botanicum.

  • IT ORTOUT MORIS Corr. Moritzi 223.2
  • Unità documentaria
  • 1846-10-04
  • Parte di Orto botanico

Lettera inviata da Soleure (CH) il 4 ottobre 1846. De Candolle ha riferito a Moritzi che Moris è interessato ad avere il suo Lexicon botanicum per il museo di Torino. Lo scrivente ritiene che il libro possa interessare a molti altri, a condizione che vi siano riportati i nomi volgari di Flora Sardoa, che stoltamente ha omesso. Sarà però facile rimediare alla lacuna. Il Lexicon potrebbe essere affidato per la vendita a librai di vari paesi e scambiato con qualche opera importante, come la Flora Sardoa o l’opera di Bonafous sul mais. Moritzi prega Moris di fornirgli l’indirizzo di qualche libraio di Torino. Ha ancora ricevuto da Zollinger tre serie di piante di Giava molto ben conservate. Ricorda a Moris che il museo è debitore di 208 franchi a Zollinger.

Nomi volgari di piante sarde. Piante di Giava inviate da Zollinger.

  • IT ORTOUT MORIS Corr. Moritzi 223.3
  • Unità documentaria
  • 1846-11-10
  • Parte di Orto botanico

Lettera inviata da Soleure (CH) il 10 novembre 1846. Lo scrivente ringrazia Moris per avergli mandato i nomi volgari delle piante di Flora Sardoa. Osserva che molti non hanno analogia con la lingua italiana ed ipotizza che potrebbero avere origine fenicia. Moritzi dice che sarà presto in grado di offrire nuove piante di Giava inviate da Zollinger. Segue un estratto conto per il museo di Torino.

Offerta di piante di Giava.

  • IT ORTOUT MORIS Corr. Reichenbach, 283.5
  • Unità documentaria
  • 1856-12-12
  • Parte di Orto botanico

Lettera inviata da Lipsia il 12 dicembre 1856. Reichenbach ha ricevuto dall’amico Zollinger una raccolta di piante di Giava e chiede a Moris se gli interessano per il suo erbario. E’ sempre alle prese con le Labiatae.