Sottoserie IT ASUT ALBERA - Ass. S.O.T.C. - S.O.T.C.a.P. - Supremus Ordo Taurini Cornus - S.O.T.C., poi Supremus Ordo Taurini Cornus atque Pedemotanus - S.O.T.C.a.P.

Area dell'identificazione

Codice di riferimento

IT ASUT ALBERA - Ass. S.O.T.C. - S.O.T.C.a.P.

Titolo

Supremus Ordo Taurini Cornus - S.O.T.C., poi Supremus Ordo Taurini Cornus atque Pedemotanus - S.O.T.C.a.P.

Date

  • 1946 - 1991 (Creazione)

Livello di descrizione

Sottoserie

Consistenza e supporto

2 unità archivistiche (30 tra carte, tagliandi, fotografie, un volume)

Area del contesto

Storia archivistica

Materiali raccolti da Marco Albera, in quanto aderente al S.O.T.C.

Modalità di acquisizione

Area del contenuto e della struttura

Ambito e contenuto

Il Supremus Ordo Taurini Cornus (Supremo Ordine del Corno Taurino) fu costituito a Torino nell'a.a. 1945-46. Fu rifondato nel 1951 come ordine goliardico sovrano in Piemonte, prendendo la denominazione Supremus Ordo Taurini Cornus atque Pedemotanus, ed è ancora oggi attivo. Le sue cariche richiamano la gerarchia della Chiesa Cattolica sbeffeggiandola: a partire dal basso, vi sono gli scudieri (matricole) e i clerici vagantes (studenti iscritti in altri Atenei, ma residenti a Torino), i cavalieri, i curiali, i vescovi (a capo delle associazioni goliardiche provinciali e delle "vole", vale a dire circoli, di Torino) e i cardinali, con al vertice un pontifex. Il pontefice decade al termine dell'anno accademico; i cardinali si riuniscono in "conclave" ogni autunno per eleggere il successore (o riconfermare il precedente). Il pontefice neoeletto debutta il 25 novembre, giorno di Santa Caterina d'Alessandria, in cui nel Settecento era designato il rettore e nel periodo tra le due guerre e nel secondo dopoguerra si tengono i veglioni danzanti studenteschi dedicati alle sartine, le "caterinette". Per le donne fu creato nel 1951 l'Ordo Vestalium, con a capo una vestale massima o Vesta.

Valutazione e scarto

Incrementi

Sistema di ordinamento

Area delle condizioni di accesso e uso

Condizioni di accesso

Condizioni di riproduzione

Lingua dei materiali

Scrittura dei materiali

Note sulla lingua e sulla scrittura

Parte dei documenti è redatta in latino maccheronico.

Caratteristiche materiali e requisiti tecnici

Strumenti di ricerca

Area dei materiali collegati

Esistenza e localizzazione degli originali

Esistenza e localizzazione di copie

Unità di descrizione collegate

Il S.O.T.C. organizzò in collaborazione con l'Associazione torinese universitaria vari veglioni studenteschi: si conservano i manifesti tra i materiali dell'A.T.U.

Area delle note

Nota

La congregazione goliardica alterna la denominazione 'Supremus Ordo Taurini Cornus', 'Supremus Ordo Taurini Cornuus' e 'Supremus Ordo Taurini Cornus atque Pedemotanus' (dopo il 1951). Il manifesto di fondazione definisce l'organizzazione e il regolamento della congregazione goliardica, fissando le norme sull'utilizzo del papiro matricolare. Lo statuto del 1951 è pubblicato nel volume "Goliardia torinese e pedemontana MCMXLV-MCMLI".

Identificatori alternativi

Punti di accesso

Punti d'accesso per soggetto

Punti d'accesso per luogo

Punti d'accesso per nome

Punti d'accesso relativi al genere

Area di controllo della descrizione

Codice identificativo della descrizione

Codice identificativo dell'istitituto conservatore

Norme e convenzioni utilizzate

Stato

Livello di completezza

Date di creazione, revisione, cancellazione

Lingue

Scritture

Fonti

Atto / Diritto garantito

Atto / Diritto garantito

Atto / Diritto garantito

Area dell'acquisizione

Soggetti collegati

Persone ed enti collegati

Generi correlati

Luoghi collegati