Fondo IT ASUT AMPRINO - Amprino, Rodolfo

Bari, 14 marzo 1958 Bologna 5 marzo 58 Lettera di Rodolfo Amprino a Salvatore Luria

Area dell'identificazione

Codice di riferimento

IT ASUT AMPRINO

Titolo

Amprino, Rodolfo

Date

Livello di descrizione

Fondo

Consistenza e supporto

Area del contesto

Nome del soggetto produttore

(1912-2007)

Nota biografica

Laureatosi in Medicina e chirurgia il 12 novembre 1934 con il professor Giuseppe Levi, fu assistente di Anatomia Umana e poi docente per incarico a Torino fino al 1955, quando ottenne la cattedra all'Università di Bari.

Storia archivistica

L'archivio è costituto da 1,30 metri lineari di carteggio ed era stato suddiviso dal produttore con criteri cronologici. Prima della consegna è stato, tuttavia, riorganizzato e ricondizionato da parte da Delfina Bonetti e Antonio Barasa sulla base di trenta voci. L’ordinamento originario emerge da alcuni pacchi e buste non eliminati ed è stato confermato dalla signora Bonetti medesima.

Modalità di acquisizione

L'archivio è stato donato all'Università dalla vedova, Delfina Bonetti, nel dicembre del 2011.

Area del contenuto e della struttura

Ambito e contenuto

Valutazione e scarto

Incrementi

Sistema di ordinamento

Area delle condizioni di accesso e uso

Condizioni di accesso

Il fondo è consultabile solo previo appuntamento, per consentire agli archivisti un controllo preventivo sulle unità richieste in consultazione, al fine di contemperare l'interesse alla consultazione con la tutela della riservatezza, ai sensi della normativa vigente in materia di corrispondenza epistolare (L. 22 aprile 1941, n. 633 e successive modificazioni, art. 93, commi 1-2: "Le corrispondenze epistolari, gli epistolari, le memorie familiari e personali e gli altri scritti della medesima natura, allorché abbiano carattere confidenziale o si riferiscano alla intimità della vita privata, non possono essere pubblicati, riprodotti od in qualunque modo portati alla conoscenza del pubblico senza il consenso dell'autore, e trattandosi di corrispondenze epistolari e di epistolari, anche del destinatario. Dopo la morte dell'autore o del destinatario occorre il consenso del coniuge e dei figli, o, in loro mancanza, dei genitori; mancando il coniuge, i figli e i genitori, dei fratelli e delle sorelle, e, in loro mancanza, degli ascendenti e dei discendenti diretti fino al quarto grado."

Condizioni di riproduzione

Lingua dei materiali

Scrittura dei materiali

Note sulla lingua e sulla scrittura

Caratteristiche materiali e requisiti tecnici

Strumenti di ricerca

Area dei materiali collegati

Esistenza e localizzazione degli originali

Esistenza e localizzazione di copie

Unità di descrizione collegate

Descrizioni collegate

Area delle note

Identificatori alternativi

Punti di accesso

Punti d'accesso per soggetto

Punti d'accesso per luogo

Punti d'accesso per nome

Punti d'accesso relativi al genere

Area di controllo della descrizione

Codice identificativo della descrizione

Codice identificativo dell'istitituto conservatore

Norme e convenzioni utilizzate

Stato

Livello di completezza

Date di creazione, revisione, cancellazione

Lingue

Scritture

Fonti

Nota dell'archivista

Schedatura a cura di Amelia Margiotta e Paola Novaria.

Atto / Diritto garantito

Atto / Diritto garantito

Atto / Diritto garantito

Area dell'acquisizione

Soggetti collegati

Persone ed enti collegati

Generi correlati

Luoghi collegati