Stampa l'anteprima Chiudi

Risultati 16069

Descrizione archivistica
Stampa l'anteprima Vedere:

764 risultati con oggetti digitali Mostra i risultati con gli oggetti digitali

Richieste di locali per adunanze, conferenze scientifiche, letture, etc.

Concessione dell'uso di locali nel Palazzo dell'Università e in altri palazzi universitari:
Aula magna, anfiteatro di Fisica e quello di Chimica e altre sale, per il Congresso internazionale di Igiene programmato per il 6 settembre 1880;
sala V per la commissione per il concorso di medico supplente di Beneficienza per lo svolgimento delle prove orali (tuttavia i concorrenti Paolo Timermans, Efisio Bianco e Luca Bonelli si ritirano due giorni prima), per l'adunanza generale dei soci della Società delle scuole infantili di Torino;
una sala al piano terreno di Palazzo Carignano per le elezioni amministrative del 10 giugno;
sale I e VIII per la convocazione degli elettori del mandamento Po per il rinnovo dei consiglieri comunali e provinciali;
sale V e VIII per le elezioni politiche;
sala VIII per l'assemblea dei soci del Comitato dell'associazione universitaria per il tiro a segno;
sala per l'assemblea generale ordinaria della Società impiegati secondari dell'Università;
portico orientale di Palazzo Carignano per il banco della lotteria di beneficienza delle feste di Carnevale (concesso dal rettore non senza polemica);
anfiteatro di Chimica nel palazzo di San francesco da Paola per le conferenze della R. Accademia di Agricoltura, tenute da Marcellino Roda in concomitanza con lo svolgimento del corso teorico-pratico di Arboricoltura.
Il rettore nega a Giovanni Mellè l'uso di locali per conferenze a pagamento in lingua francese sulla "Storia della viabilità nella Valle d'Aosta" e "Sul traforo del Monte Bianco e sui vantaggi che ne ricaverebbe la nostra Torino".

Richieste di locali per adunanze non relative a conferenze scientifiche

Richieste di locali del palazzo del rettorato:
aula magna per conferenza inaugurale della rinata Società Filotecnica;
anfiteatro della Scuola di Fisica per cassemblea dei delegati del Club alpino italiano;
sala VIII per riunione dell'Associazione universitaria per il tiro a segno;
aule V e VIII al piano terra per le adunanze delle due sezioni Po in occasione delle elezioni amministrative in giugno e poi in agosto;
una sala ove tenere gli scritti del concorso a impieghi di 2° categoria dell'Amministrazione provinciale
una sala ove tenere le lezioni della Scuola preparatoria agli esami per diploma di segretario comunale, tenuta dall'avv. Alfonso Badini Confalonieri.
Richiesta di locali e spazi di Palazzo Carignano:
alcune sale al piano terra e cortile (che si intende coprire con una vetrata) per l'Esposizione Nazionale Artistica che la Città ospiterà nel 1879;
portici prospicienti piazza Carlo Alberto per allestirvi la tombola benefica di Carnevale;
sala per conferenza della Società Filotecnica.

Associazione amichevole fra gli ingegneri ex-allievi della Scuola di Torino, poi Associazione ingegneri e architetti del Castello del Valentino

L’Associazione amichevole fra gli ingegneri ex-allievi della scuola di Torino fu fondata nel 1908 da un gruppo di ingegneri laureati nel 1872, in occasione dei 35° anniversario della loro laurea. Nello statuto, approvato il 26 luglio, si pone come scopo primario dell'organizzazione l’impegno di coltivare i rapporti tra gli ingegneri che avevano compiuto gli studi in città, anche per favorire lo sviluppo di una rete di relazioni di natura assistenziale a tutela della categoria. L’organizzazione era ospitata nella sede del Politecnico, il Castello del Valentino, da cui deriva il soprannome degli aderenti chiamati “ex-valentiniani”. Se i soci fondatori furono venti, nel 1911 sono contati circa millecinquecento iscritti. In occasione del cinquantenario della fondazione della Scuola d’applicazione per gli ingegneri di Torino, dalla cui fusione col Regio Museo industriale nacque il Politecnico nel 1906, si tenne il I Congresso dell’associazione (25-27 settembre 1911). Per l'occasione fu stampato il primo annuario, con gli elenchi dei laureati, e una medaglia commemorativa, da cui fu tratto il distintivo per i partecipanti.
Si conservano:

  • Cartolina non viaggiata con il menù del pranzo degli “ex-valentiniani” residenti in Roma, tenuto in occasione del cinquantenario della fondazione della Scuola d’applicazione per gli ingegneri di Torino il 30 marzo 1911, 1911; sul recto reca una veduta della sede del Politecnico corredata da didascalia: “Torino. Riva del Po e Castello del Valentino”; sul verso presenta una nota manoscritta: Ing. Luigi Barberis.
  • Medaglia in bronzo dorato per il cinquantenario della Scuola di Applicazione per gli ingegneri di Torino, coniata dalla ditta Mario Nelli di Firenze su disegno di Vito Pardo, 1911, diametro 60 mm; sul recto vi sono due figure allegoriche femminili (la scienza col compasso, l'altra con una vittoria alata in mano) accompagnate dalla legenda "Cinquant.rio della R. Scuola per gli ingegneri in Torino 1961-1911"; il verso presenta il cortile d'onore del Castello del Valentino, con la legenda "Ass.ne amichevole fra gli ingegneri ex allievi della Scuola di Torino". La medaglia si conserva nella sua scatola originale con le iniziali dell'associazione.
  • Distintivo in metallo per il I Congresso dell’associazione, su modello dalla medaglia in bronzo per il cinquantenario della Scuola di Applicazione per gli ingegneri di Torino, 1911, diametro 250 mm;
  • Fototipo (positivo, gelatina a sviluppo su carta baritata, 268x386 mm), senza autore, s.d. [1911?]: la presenza di Paolo Boselli, Enrico d’Ovidio, Giulio Rubini e Severino Casana nel gruppo immortalato, in posa nel cortile del Castello del Valentino, lascia ipotizzare che sia stata scattata in occasione del I Congresso dell’associazione, tenutosi il 25-27 settembre 1911.
  • Annuario della Associazione amichevole fra gli ingegneri ex-allievi della scuola di Torino fondata nel 1908. Laureati dal 1862 al 1910, Torino, Unione tipografico-editrice torinese, 1912; a cura di Oreste Lattes, presidente dell’organizzazione, contiene l’organigramma, lo statuto approvato nell’adunanza del 26 luglio 1908, un estratto degli atti del I Congresso dell’associazione con i discorsi di Lattes e Severino Casana e il prospetto dei soci e dei laureati dal 1862 al 1910.
  • Cartolina viaggiata, inviata a Filippo Clavarino di Venezia, con cui la presidenza porge i ringraziamenti per aver aderito alla sottoscrizione per una medaglia d’oro, opera della ditta Mario Nelli di Firenze, da donarsi a Michele Sforza per la sua impresa in Libia, 1914; sul recto sono riprodotte le due facce della medaglia, consegnata a Roma il 4 aprile 1914 (presenta sul recto il ritratto del destinatario, sul verso un'iscrizione dettata da Paolo Boselli: “A Michele Sforza che primo affermò in Libia il pensiero e gli ardimenti degli ingegneri italiani i colleghi d’Italia auspice l’amichevole sodalizio tra i laureati della Scuola di Torino. Fraternamente MCMXIII”).
  • 2 cartoline viaggiate, inviate a Pietro Belloni di Pavia e Giuseppe Delli Santi di Messina, con cui è richiesto il pagamento del contributo sociale annuale, 1916, 1921; il recto reca l’intestazione dell’associazione e un’illustrazione di G. Balsani (ex-allievo), raffigurante tre figure allegoriche femminili, la Scienza, l’Amicizia e la Giovinezza, che incontrano un gruppo di uomini, con sullo sfondo il Castello del Valentino.
  • 4 fototipi (positivi, gelatina a sviluppo su carta politenata, due 279x394 mm, le altre 290x398 e 300x398 mm), studio Silvio Ottolenghi, 1926: si tratta del reportage dei festeggiamenti per il pensionamento di Angelo Bottiglia (1850-1934), professore di Composizione di macchine presso la Scuola d’applicazione per ingegneri e poi al Politecnico dal 1896 sino al 1926.. Una fotografia presenta la legenda dei soggetti intervenuti, ingegneri laureati a Torino tra anni Settanta e Ottanta del XIX secolo e aderenti all’associazione degli ex-studenti.

Nel secondo dopoguerra l’associazione tra gli ex-studenti del Politecnico di Torino è stata rifondata con la nuova denominazione “Associazione Ingegneri del Castello del Valentino Torino”, poi allargata anche a comprendere gli architetti. L’organizzazione è ancora oggi attiva come Associazione Alumni del Politecnico.
Si conservano:

  • Annuario ex allievi Politecnico di Torino”, Torino, Associazione ingegneri e architetti, [1959?]; contiene l’organigramma dell’associazione e l’elenco dei laureati ad honorem, degli architetti e degli ingegneri laureati a Torino;
  • tagliando, allegato all’annuario, per indicare eventuali omissioni ed errori di stampa, [1959?];
  • cartolina non viaggiata relativa al III Convegno dell’Associazione ingegneri del Castello del Valentino e alla I Mostra fotografica ex allievi del Politecnico (presidente della mostra Italo Bertoglio), s.d.; sul recto è compilato il campo del mittente: “Gilardi di To classe 94”.

Sono infine presenti due tessere che, seppur non rilasciate da queste associazioni di ex-allievi, sono comunque legate al campo dell’architettura e dell’ingegneria a Torino:

  • tessera rilasciata della Società degli Ingegneri e degli Architetti in Torino (S.I.A.T.) a Carlo Giovara, gennaio 1899;
  • tessera dell’Associazione nazionale ingegneri italiani (A.N.I.I.), rilasciata in occasione del III Congresso nazionale dell’organizzazione (19-24 aprile 1922), 1922; sul recto è presente una veduta del Castello del Valentino, sul verso il nome del titolare è stato abraso.

V centenario dell'Università di Torino

Nel 1904 ricorse il quinto centenario della fondazione dell'Università di Torino. Gli studenti, raccolti in un comitato studentesco, promossero e organizzarono un ricco cartellone di manifestazioni, che si tennero tra il 16 e il 20 aprile 1904. Oltre a banchetti, serate danzanti, gare sportive e gite nei dintorni di Torino, si segnalano il VII Congresso nazionale universitario (con l'intervento di una delegazione di studenti francesi provenienti da vari Atenei e del ministro della Pubblica istruzione Orlando), la II Esposizione d'arte decorativa moderna (mostra a carattere goliardico tenutasi allo Chalet del Laghetto del Parco del Valentino), il debutto della rivista teatrale Apogoliateosi (Teatro Alfieri, 19-20 aprile), la stampa di un opuscolo e di una cartolina commemorativa, nonché la coniazione di una medaglia.

Si conservano:

  • manifesto con l'elenco delle iniziative studentesche, stampa Tipografia Artale di Torino, 1904 (cm 70x100);
  • numero unico: «La campana degli studenti», Torino, Tipografia G.U. Cassone, aprile 1904 (sottotitolo: "Pubblicato in occasione del 5° centenario dell'Università torinese");
  • carnet di biglietti d'invito al Grande veglione goliardico al Salone Odeon presso la Galleria Nazionale, 1904;
  • 3 cartoline "Festeggiamenti universitari 1904 / V Centenario dell'Ateneo Torinese / 1404-1904", 1904; progettazione grafica di Pier Carlo Dondona, stampa Litografa A. Gazzera succ. R. Bonis; due sono viaggiate: destinatari Camilla Mazzone Ferrari (Roma) e Enrico Franchi (Modena);
  • cartolina "Universa Minerva / 1404 Torino 1904", 1904; progettazione grafica di A. Marchisio, stampa Editore Mariani;
  • opuscolo: Programma della gara internazionale universitaria nell'occasione del festeggiamenti per il V centenario dell'Ateneo torinese, 19-20 aprile 1904, Torino, Tip. Cug Baravalle e Falconeri, 1904;
  • opuscolo: Cesare Cecchetti, Apogoliateosi. Azione lirica rappresentata dai goliardi torinesi nelle feste centenarie del loro Ateneo. Musica di Luigi Cecchetti, Torino, Tipografia G.U. Cassone, 1904 (2 copie);
  • opuscolo: V Centenario dell'Ateneo torinese. Festeggiamenti, congresso universitario, II esposizione di arte decorativa moderna, Apogoliateosi, Torino, Tipografia G.U. Cassone, 1906;
  • 3 esemplari della medaglia commemorativa per il V centenario, coniata da Johnson di Milano su disegno di Edoardo Rubino, [1904]; sul recto presenta la testa della Minerva con sullo sfondo le Alpi, accompagnata dal motto "maneat, vivat, floreat" e dallo stemma sabaudo, con le date 1404-1904; sul verso, tra due rami di ulivo e di alloro il testo dettato da Ettore Stampini "Sodalicium discipulorum R. Athenaei Taurin. ludos saeculare celebravit";
  • riproduzione fotografica moderna del manifesto della Seconda esposizione universale d'arte decorativa moderna, s.d.; seppur rechi la firma di Leonardo Bistolfi, la progettazione grafica del manifesto spetta a Filippo Bonello, detto Cirano.

Congressi studenteschi

Manifesti di congressi studenteschi e materiali vari relativi ai festeggiamenti connessi a questi simposi:

  • tessera di riconoscimento per il I Congresso nazionale universitario (Milano, 26 settembre), 1887; firmata dal presidente Emilio Villari e dal titolare [non identificabile];
  • manifesto per il III Congresso universitario internazionale (Torino, 13-18 aprile 1894), stampa Lit. Doyen di L. Simondetti di Torino, 1894, 1330x950 mm; progettazione grafica di Vittorio Oreglia d'Isola, reca il programma dei festeggiamenti;
  • opuscolo in ricordo della Grande giostra universitaria Medioevale tenutasi nell'ambito del III Congresso universitario internazionale (Torino, 15 aprile), stampa Lit. Doyen di L. Simondetti di Torino, 1894 (2 copie); la copertina presenta la stessa cornice illustrata del manifesto del congresso di Vittorio Oreglia d'Isola; all'interno reca un estratto della Storia delle università degli studi del Piemonte di Tommaso Vallauri, l'elenco dei partecipanti e il comitato organizzatore;
  • manifesto per il I Congresso internazionale di studenti (Torino, 9-20 novembre), tenutosi nell'ambito dell'Esposizione generale italiana, stampa Lit. Luigi Giani e figlio, 1898, 1800x1010 mm; progettazione grafica di Roberto Bonis;
  • volantino delle Feste studentesche nel Borgo Medievale al Valentino [Esposizione generale italiana], ott. 1898 (4 copie);
  • cartolina in bianco relativa al II Congresso nazionale studentesco (Casale Monferrato), 1921; progettazione grafica di Pizzotti;
  • manifesto del I Congresso studentesco dell'Università di Torino (Torino, 2-4 aprile 1946), stampa Roggero e Tortia di Torino, 1946, 1025x720; progettazione grafica di "G.M. Baggio";
  • manifesto del II Congresso nazionale universitario (Torino, aprile 1947), stampa Roggero e Tortia di Torino, 1947, 1025x720; progettazione grafica di "Rainieri".

Inni e canzoni studentesche e goliardiche

Partiture a stampa di inni, canti e balli studenteschi.

  • Valses de l’université de Heidelberg pour le piano forte. Composée par F. Kohlenberger, s.l., chez le compositeur, s.d. [metà XIX secolo]; VI edizione dedicata a Madame Caroline Aÿmon à Sion (partitura per pianoforte);
  • La cansson dii student. Parole di G. Gastaldi. Musica di T. Forneris, Torino, F. Blanchi, s.d. [1888], n. 6358 (partitura per pianoforte, mandolino e canto);
  • Inno dei tredici. Parole di Giuseppe Amadeo. Musica di Palmiro Bianchi, s.l., proprietà dell’autore [Milano, Off. E.F. Bogani], s.d. [post 1894]; II edizione, dedicata “Ai tredici che giovani e baldi cercano nel divertimento il piacere dell’arte per ritemprarsi alle fatiche della scienza”.
  • ‘O studente. Canzonetta. Versi di P. Cinquegrana. Musica di V. Valente, Milano, G. Ricordi & C., s.d. [1897?], n. 100849;
  • Università. Canzone one-step. Parole e musica di R. Corona, Milano, Pierrot, 1926;
  • Passione studentesca. Canzone Tango. Parole di Ettore Gallico. Musica di Alex Denina Rivera, s.l., proprietà dell’autore, [1928?];
  • Lo studente passa. One step canzone. Versi di E.M. Chiappo. Musica di J.C. Ibañez, Torino, Casa editrice musicale Chiappo [Off. Graf. P. Scarrone], 1929 (partitura per mandolino, 2 copie);
  • Lo studente passa. One step canzone. Versi di E.M. Chiappo. Musica di J.C. Ibañez, Torino, Casa editrice musicale Chiappo [Off. Graf. P. Scarrone], 1929, n. 29 (5 copie);
  • Der Student geht vorbei. One step und song. Worte von E.M. Chiappo. Musik von J.C. Ibañez, Torino, Chiappo Musikverlag [Casa editrice musicale Chiappo, Off. Graf. P. Scarrone], 1929, n. 29;
  • Viva i goliardi. Marcia di Giovanni Piovano, Torino, Silmar [Tip. Lit. Fratelli Amprimo], 1931, n. 6 (partiture per orchestra);
  • Goliardo. Canzone one-step. Parole di Felix. Musica di Mario Bianchi, 1932 (partitura per canto): trattasi dell'inserto di «Sotto zero», numero unico del Gruppo universitario fascista di Lucca;
  • Sci... volata. Canzone-one step. Canzone ufficiale dei Littoriali della neve 1934 XII. Versi di Aldo Teppati. Musica di Quequito, Milano, Carisch, 1934, n. 17217 (è conservato anche un frontespizio sciolto);
  • Sci... volata. Canzone-one step. Canzone ufficiale dei Littoriali della neve 1934 XII. Versi di Aldo Teppati. Musica di Quequito, Milano, Carisch [Incisoria Stamperia Musicale S.A.], 1934, n. 17313 (partitura per mandolino o canto);
  • Sci… volata. Fox-one-step. Canzone ufficiale dei Littoriali della neve 1934-XII. Parole di Aldo Teppati. Musica di Quequito. Orchestrazione di Virgilio Ripa; Pinocchio. Fox-trot. Canzone ufficiale del veglione dei giornalisti di Milano. Carnevale 1934-XII. Parole di Luciano Ramo. Musica di Mario Mariotti. Orchestrazione di Virgilio Ripa, Milano, Carisch [Incisoria Stamperia Musicale S.A.], 1934, nn. 17042-17043 (partiture per orchestra delle due canzoni);
  • Sestrières. Canzone one-step. Musica di B. Anselmo. Versi di E. Rama; Non si fa. Canzone fox-trot. Musica di G. Villa. Versi di E. Cambi, Torino, Augusta [Stab. Grafico Foà], 1934, n. 457, 455 (partiture per orchestra delle due canzoni);
  • Signorina dell’Università. Canzone popolare. Parole di C. Bruno. Musica di E. Di Lazzaro, Milano, Edizioni Musicali Di Lazzaro [La musica moderna], 1940 (partitura per canto, mandolino, fisarmonica);
  • Studentessina. Canzone valzer di E.L. Poletto, Padova, Edizioni Zanibon [La musicografia lombarda, Monza], 1942, n. 3533 (partitura per canto, mandolino, fisarmonica);
  • Lo studente passa. Un grande successo mondiale di Ibanez Chiappo, Milano, Edizioni musicali Chiappo [La musica moderna], 1950, n. A 114 (partitura per canto, mandolino, fisarmonica);
  • Rumba goliardica. Testo e musica di F. Crisafulli; Incanto delle Haway. Beguine. Testo di Canor. Musica di G. De Francesco, Messina, Edizioni Oliva [Inc. Stamp. Musicale V. Biagiotti, Firenze], s.d., n. 50 (partiture per orchestra delle due canzoni);

Si conservano inoltre

  • cofanetto contenente 4 dischi (33 giri): Carmina Burana di Carl Orff. Eseguiti dall'ensemble Clemencic Consort con strumenti d'epoca, diretto da Renè Clemencic, Arles, Harmonia Mundi, Ars Nova, 1977;
  • partitura stampata a ciclostile: W gli studenti. Polka di Piccino Luca, Torino, E.C. Bertone, s.d.: dedicata “Agli studenti del circondario di Susa in occasione del loro 9° congresso in Giaveno”;
  • partitura manoscritta per canto e pianoforte: In taberna. Canto goliardico (dai Carmina Burana), s.d.;
  • volantino con il testo della Serenata Montana (Musica di Giuseppe Blanc), 1908;
  • volantino dell’associazione Giovane Montagna (sezione di Aosta) con i testi delle canzoni Inno degli sciatori e Les montagnards, s.d. [post 1922-ante 1933];
  • volantino del concorso per la canzone del carnevale 1952 di Torino, 1952: presenta il testo de Steile e môtôr. Samba a la mônfrin-a (parole di U. Bonfante, musica di Norberto Caviglia);
  • volantino con il testo della canzone Dolorosa istoria di una modista (Sul motivo della "Sartina") di D. Varetto, s.d..

Inni e canzoni politiche

Partiture a stampa di inni patriottici, della guerra italo-turca e del fascismo. Un'ampia parte di questi materiali musicali è relativa alle associazioni giovanili fasciste, i cui canti sono stati composti da Giuseppe Blanc.

  • Inno nazionale degli studenti italiani. Parole di Giuseppe Prati messe in musica da G. Guglielmetti studenti dell’Ateneo torinese, Torino, G. Cattaneo, s.d. [post 1855-ante 1858], n. 1009;
  • Inni Patriottici per canto e pianoforte, Torino, A. Maffiotto [Ditta Francesco Blanchi], s.d. [anni Dieci XX secolo]: contiene l’Inno di Mameli, l’Inno di Garibaldi e l’Inno di Salandra di Giulia Cavallari Cantalamessa con musica di A. Torri;
  • 1861-1911. Inno patriottico popolare per le scuole e per l'esercito. Parole di Giulia Cavallari Cantalamessa. Musica di Angelo Montanari. Pianoforte e canto, Torino, Fratelli Amprimo, s.d. [anni Dieci XX secolo];
  • Per la Guerra Italo-turca. Inno guerresco. Parole di Giulia Cavallari Cantalamessa. Musica di Giuseppe Arrigo. Ampliata e arricchita dalla seconda parte ad libitum, Torino, Luigi Perosino [Fratelli Amprimo], II edizione s.d. [anni Dieci XX secolo];
  • Canti per la guerra. Preghiera dei giovani alla Vergine pel trionfo delle armi italiane in Tripolitania del Can.co L. Inzoli, Milano, A. Bertarelli, 1912; in testa al frontespizio: All’Asilo infantile di Crema;
  • Inno a Mussolini. Versi di Libero Franchi. Musica di Renzo Callegari, Firenze, Manno Manni, s.d. [1921];
  • La calata delle camicie nere. Parole di E. Corsary. Musica di A. Consiglio, Torino, Casa musicale A. Allione, s.d. [1921-24]; dedicato a Cesare Maria De Vecchi;
  • (×) Giovinezza! Inno trionfale del Partito Nazionale Fascista. Edizione ufficiale approvata ed autorizzata dal direttorio del P.N.F. Versi di Salvator Gotta. Musica di Giuseppe Blanc, Milano, Carisch [Torino, Off. Graf. L. Wolf], s.d. [post 1925];
  • Ël dulur ’d Turin (La sità forta) Elegia Pupular. Parole ’d Carlo Rabbi. Müsica ’d Eduard Lessona, Torino, G. D’Amato [Fratelli Amprimo], 1926; dedicato a Vittorio Emanuele III;
  • Inno delle avanguardiste e piccole italiane. Musica di Luigi Gallino. Versi di Luigi di San Giusto, Torino, Leandro Chenna [Fratelli Amprimo], 1927, n. 675;
  • Inno delle piccole italiane. Marcia. Versi di L. Timbaldi. Musica di A. Chirico, Milano, C.A. Bixio [Società Anonima Officina Litografica Stamperia di Musica], [1927];
  • La canzone d'Italia di Damiani de Giannetti Falvo. Versi di Giovanni Maria Sala, Milano, Editoriale musicale italiana [M. Andreoli], 1927 (versione ritmica di Giovanni Maria Sala); dedicata a Ernesto Belloni, primo podestà di Milano;
  • Inno degli studenti italiani. Versi del colonnello A. Giuffrida. Musica di Ettore Melotti, Casale Monferrato, E. Melotti, 1927, n. 410; dedicato a Benito Mussolini (partitura per canto);
  • (×) Inno degli studenti universitari fascisti. Musica di Giuseppe Blanc. Versi di Vittorio Emanuele Bravetta, Torino, Tip. Lit. Fratelli Amprimo, 1927 e ristampa 1937 (4 esemplari, di cui uno rilegato nel volume di Blanc; quello del 1937 riporta la dicitura "in vendita presso "Carish" S.A. Editori Milano”, ma è stampato dai Fratelli Amprimo);
  • Inno degli studenti universitari fascisti. Musica di Giuseppe Blanc. Versi di Vittorio Emanuele Bravetta, Milano, Carisch [Tip. Lit. Fratelli Amprimo, Torino], s.d. [1927?] e ristampa 1938 (partitura per mandolino, 2 esemplari);
  • (×) La marcia delle legioni. Inno imperiale. Versi di Vittorio Emanuele Bravetta. Musica di Giuseppe Blanc, Milano, Carisch [Fratelli Amprimo], 1927;
  • (×) Balilla. Inno dei fanciulli fascisti. Versi di Vittorio Emanuele Bravetta. Musica di Giuseppe Blanc, Milano, Carisch [Fratelli Amprimo], 1929;
  • (×) Bimbe d’Italia. Inno ufficiale delle piccole italiane di Giuseppe Blanc, Torino, Fratelli Amprimo, 1929;
  • (×) La leonessa. Inno della 15° legione M.V.S.N. Versi di Vittorio Emanuele Bravetta. Musica di Giuseppe Blanc, Torino, Fratelli Amprimo, 1929; dedicato a Augusto Turati;
  • (×) Inno della Somalia italiana. Versi di Vittorio Emanuele Bravetta. Musica di Giuseppe Blanc, Torino, Leandro Chenna [Fratelli Amprimo], s.d. [1930];
  • Inno a Roma. Parole di Fausto Salvatori. Musica di Giacomo Puccini, Milano, Casa musicale Sonzogno [La musica moderna], 1933, n. 2721 (trascrizione per voci bianche di A. Schinelli); dedicato alla principessa Jolanda di Savoia;
  • Inno a Roma. Parole di Fausto Salvatori. Musica di Giacomo Puccini, Milano, Casa musicale Sonzogno [La musica moderna], 1936 e ristampa 1944, n. 2238; dedicato alla principessa Jolanda di Savoia;
  • Italia in marcia. Canzone dell’impero, Versi di L.E. Gianturco. Musica di Amedeo Gala, Milano, S.A.M. Bixio [La musica moderna], [1936];
  • Ritorna il legionario. Musica di F. Pellegrino. Versi di N. Ciavarro, Roma, Edizioni musicali “Il gladio”, s.d. [post 1936] (partitura per mandolino);
  • Fiocco azzurro di Savoia. Poesia di Vittorio Emanuele Bravetta. Musica di Angelo Tortone, Torino, Augusta [Stabilimento grafico Foà], 1937;
  • Impero. Inno. Parole di un fascista. Musica di Giuseppe Blanc, Milano Carisch [Fratelli Amprimo], 1939 e ristampa 1940 (2 esemplari);
  • Preghiera del legionario prima della battaglia. Testo di Auro d’Alba. Musica di Giuseppe Blanc, Milano, Carisch [Fratelli Amprimo], 1939;
  • Saluto al Duce. Versi di V.E. Bravetta. Musica di E. Carabella, Roma, Edizioni de Santis, 1939, n. 477;
  • Mario Ruccione, I canti della nostra guerra, Roma, Edizioni musicali M. Ruccione [La musica moderna], 1942 (contiene i seguenti inni, parti dei quali musicati da Ruccione: La sagra di Giarabub, La canzone dei sommergibili, Camicia nera, Aquile, Vincere!, Il camerata Richard, Canzone alpina, L’inno dell’Asse, di cui è presente anche la versione originale in tedesco Das Lied von der Achse);
  • Inno popolare. Cav. Ferrari Gaetano di Lodi, s.d. [anni Venti-Trenta XX secolo]; mancante della coperta, dedicato a Benito Mussolini;
  • Inno (ufficiale) delle giovani italiane. Parole di Carlo Zangarini. Musica di Giuseppe Pettinato, Milano, Edizioni Canti d’Italia, s.d. [anni Venti-Trenta XX secolo];
  • Liberazione. Inno popolare, Torino, Fratelli Amprimo, s.d. [1945].

Si conservano inoltre

  • partiture e testi di canzoni manoscritti: Ritornando serenata, parole di M. Tondi e musica di O. Brunetti; Soko di J. Arnold; La Madelon de la Victoire, parole di L. Boyer e musica di Ch. Borel-Clerc; Canto dei fascisti, parole di M. Manni e musica di G. Blanc; La leggenda del Piave di E.A. Mario; Soldato ignoto di E.A. Mario, 1921-1922;
  • partitura manoscritta: Canto dei fascisti (Giovinezza, giovinezza), versi di Marcello Manni, musica di Giuseppe Blanc, riduzione di G. Castaldo, firmato da Marcello Manni [?], s.d. [anni Venti XX secolo];
  • partitura stampata a ciclostile: Inno degli studenti. La festa. Poesia di Massa Mattia. Musica di Caire Gaudenzio. Studenti, s.l., proprietà dell’autore [Stabilimento litografico Ionck ?], s.d. [anni Venti XX secolo];
  • partitura stampata a ciclostile: Tripoli, s.d. [anni Trenta XX secolo]; presenta una nota del collezionista “Enrico Simonetti, nonno di Fulvia Collino Casalegno”;
  • manifesto degli “inni e canzoni fasciste fatte pubblicare dalla squadra d’azione «Vola» di Genova”, s.d. [anni Venti XX secolo]; contiene i testi dei seguenti inni: Giovinezza (inno fascista), Inno squadrista, Manganel, Giovinezza (inno degli arditi), Stornelli fascisti di attualità, All’armi, Vendetta, A noi!, Eja!, Verrà Lenin!;
  • cartolina con partitura per canto e mandolino: Nuova goliardia. Canto degli studenti volontari (parole di Francesco Cavalleri e Giuseppe Martucci, musica di Giuseppe Gallazzi), s.d. [anni Trenta XX secolo]; reca sul verso un’illustrazione con Mussolini a cavallo e la legione universitaria di Walter Molina, con riferimento all’anno XI.

Musica e teatro

I materiali musicali e teatrali sono riconducibili a tre poli principali:

  • partiture di inni e canti studenteschi e goliardici, manifesti e volantini di serate musicali, datati dalla metà del XIX secolo agli anni Quaranta del XX secolo;
  • partiture di inni e canti patriottici e politici da fine XIX secolo al secondo dopoguerra, per la maggior parte di ambito fascista;
  • opuscoli di sala, partiture, manifesti e fotografie relativi a rappresentazioni teatrali studentesche, ascrivibili all'Università di Torino e ad altri Atenei italiani (Genova, Milano, Modena, Parma), dalla metà del XIX secolo alla prima metà del XX secolo.

Agitazioni e iniziative politiche studentesche

Sono qui descritti materiali eterogenei che si è ritenuto di poter raggruppare entro la categoria delle agitazioni e dell'iniziativa del corpo studentesco o di sue componenti entro l'Università di Torino, tra XVIII e XIX secolo.

Locali nel Palazzo universitario. Lavori, riparazioni, provviste, spese. Illuminazione a gaz

Avvisi di pagamento a favore del capo mastro Bernardo Bertinaria, Giovanni Cugeroni.
Pagamento del capo mastro Domenico Massazza e dei decoratori fratelli Comelli per i lavori eseguiti nel Laboratorio di Igiene.
Il rettore dà disposizioni al personale per l'esposizione dei materiali da vendere all'asta. Allegati sono il manifesto dell'"Avviso d'asta per vendita di materiale di spoglio ed oggetti fuori uso provenienti da demolizioni eseguite nei fabbricati demaniali posti nella città di Torino" programmata per fine luglio, e il successivo che annunciava una nuova asta per fine agosto (essendo andato deserto il primo appuntamento).
Il rettore acconsente perché siano concessi a Robiola i siti richiesti nel Palazzo dell'Università, purchè nel contratto non siano inclusi i due pilastri di fronte all'ingresso principale su via Po. Ugualmente acconsente che Giuseppe Mariani collochi due librerie addossate ai muri del Palazzo sotto i portici, così come già fa Bartolomeo Risso (il cui contratto d'affitto è appena stato rinnovato).
Il rettore chiede al Genio Civile di eseguire durante le ferie autunnali, i lavori di manutenzione stagionale: riparazioni alle scuole e stabilimenti scientifici, pulitura delle stufe e dei camini, smontaggio dei caloriferi della grande serra in legno dell'Orto botanico.
Il rettore si accorda con Carlo Reymond per il ritiro degli arredi e oggetti della disciolta Società di Medicina e Chirurgia ancora depositati presso i locali del Palazzo.
Preventivi (e successiva liquidazione) per i lavori di pulitura dei monumenti lapidei presenti nel Palazzo universitario eseguiti da Edoardo Bonanate.
Relazione del Genio Civile dei lavori di manutenzione ordinaria eseguiti nei vari fabbricati dell'Università. Allegate sono le perizie e i contratti con i fratelli Comelli e D. Massazza.
Il rettore dispone l'inventariazione e trasporto in altro luogo di oggetti provenienti dallo smantellamento di una cappella presente nel Palazzo universitario e che saranno in seguito messi all'asta insieme ad altri materiali provenienti da demolizioni e spoglio di fabbricati demaniali.
Pagamento dei decoratori fratelli Vigna, del capo mastro D. Massazza e Bertinaria.
Lavori di imbiancatura della scala di via Po 19, da ripartire con la Biblioteca nazionale, e della Scuola di Chimica.

Spese periodiche. Paghe, indennità al personale universitario e degli stabilimenti

Indennità di alloggio per Stefano Picco, usciere del Gabinetto di Chimica farmaceutica, da ottobre 1879 ad agosto ’80.
Il Ministero della Pubblica istruzione respinge la richiesta di C. Lombroso di indennità per il trasferimento dall’Università di Pavia, avvenuto nel 1876 in seguito alla promozione a professore ordinario (regio decreto del 6 gennaio 1876).
L’Intendenza di Finanza chiede a Francesco Percival, assistente di Clinica medica, il versamento di una quota degli stipendi di novembre e dicembre 1878.
Retribuzioni per incarichi provvisori svolti dal personale in ottobre, novembre, dicembre: Francesco Gaudiglio, Luigi Merlano, Domenico Mussino e Giuseppe Fechino.
Remunerazione accordata a Giovanni Veglio, portinaio di via Po 18, per servizi prestati a favore degli stabilimenti scientifici.
Remunerazione di Giuseppe Bertoglio, portinaio del Museo di Antichità ed egizio, per i mesi di novembre e dicembre 1879.

Registro lauree in Giurisprudenza dal 18 novem. 1911 al 16 luglio 1914

Contiene i verbali di laurea di: Carlo Abrile (p. 21), Celso Edoardo Accatino (p. 231), Carmelo Accolla (p. 78), Edoardo Agnelli (p. 286), Adolfo Aicardi (p. 37), Paolo Albertini (p. 127), Arturo Aletti (p. 239), Mario Alloatti (p. 141), Giuseppe Aluffi (p. 185), Alessio Alvazzi Delfrate (p. 94), Alfonso Andrea Amerio (p. 72), Mario Amerio (p. 162), Ireneo Amidei (p. 59), Lorenzo Andina (p. 225), Gaudenzio Giuseppe Andreoletti (p. 6), Aldo Andreoni (p. 185), Paolo Anglesio (p. 285), Donato Antonicelli (p. 221), Enrico Antonini (p. 286), Renato Ardizzone (p. 155), Angelo Artom (p. 138), Vittorio Asinari (p. 137), Alessandro Aureggi (p. 276), Mario Baglioni (p. 154), Giovanni Domenico Bajotti (p. 4), Riccardo Baldovino (p. 263), Ottavio Alessandro Balloco (p. 257), Augusto Balsamo (p. 213), Domenico Balzarini (p. 188), Gaetano Banfi (p. 216), Ludovico Tommaso Baralis (p. 262), Agostino Eugenio Barbano (p. 64), Giuseppe Barberi (p. 41), Antonio Barbero (p. 182), Giuseppe Barciocco (p. 54), Giorgio Bardanzelli (p. 13), Massimino Barelli (p. 69), Mario Barelli (p. 78), Carlo Baretti (p. 3), Viviana Baronio (p. 135), Felice Spirito Barotto (p. 134), Giuseppe Barroero (p. 5), Lorenzo Massimo Baruffaldi (p. 133), Enrico Basola (p. 116), Filippo Bassi (p. 237), Carlo Bava (p. 184), Pietro Bedone (p. 256), Federico Belgrano (p. 58), Giorgio Bella (p. 70), Dalmazzo Bellocchio (p. 284), Giuseppe Bellono (p. 283), Pietro Bergui (p. 57), Camillo Berio (p. 205), Ambrogio Bernago (p. 173), Giovanni Berra (p. 258), Plinio Bersani (p. 184), Aldo Bertazzoli (p. 253), Alfredo Luigi Bertoldi (p. 63), Luigi Bertoli (p. 99), Giuseppe Serafino Bethaz (p. 152), Silvio Bevacqua (p. 35), Antonio Bianchini (p. 102), Cesare Bianco (p. 166), Giovanni Biglino (p. 208), Marco Billia (p. 253), Angelo Biondi (p. 7), Dina Pia Bizzarri (p. 56), Carlo Bo (p. 136), Anselmo Bogetti (p. 97), Giovanni Battista Boldorini (p. 167), Mario Giuseppe Bolla (p. 261), Luigi Vincenzo Bollo (p. 27), Attilio Bombardieri (p. 196), Ottavio Giacomo Bonelli (p. 135), Amilcare Bonelli (p. 225), Giuseppe Attilio Bonino (p. 137), Nicola Bonis (p. 80), Emilio Bonomelli (p. 270), Michele Borda (p. 14), Michele Bernardino Borda (p. 26), Jules Joseph Bordon (p. 66), Mario Borello (p. 113), Carlo Borghi (p. 134), Mario Bori (p. 162), Casimiro Borrè (p. 266), Amedeo Bossi (p. 220), Eduardo Bottassi (p. 71), Giuseppe Bottero (p. 31), Emilio Botturi (p. 74), Giacomo Bovio (p. 139), Giulio Giovanni Bozzetti (p. 187), Tullo Bozzoli (p. 18), Carlo Brasavola de Massa (p. 218), Vittorio Emanuele Bravetta (p. 183), Carlo Brunetti (p. 262), Modesto Bruno (p. 127), Giuseppe Bruno (p. 139), Carlo Bruno (p. 150), Carlo Stefano Buffa (p. 108), Egidio Butti (p. 218), Vincenzo Cabrini (p. 243), Cesare Caffaratti (p. 186), Antonio Cairola (p. 73), Evasio Caligaris (p. 268), Luigi Calissano (p. 75), Mario Calissano (p. 107), Pier Dionigi Calleri di Sala (p. 120), Luigi Calleri di Sala (p. 256), Pietro Calliano (p. 125), Francesco Calosso (p. 77), Michele Calvi (p. 71), Attilio Calvi (p. 123), Giuseppe Calvi (p. 211), Giovanni Calzia (p. 191), Luigi Calzolari (p. 118), Carlo Lorenzo Cambursano (p. 30), Emilio Camisasca (p. 255), Augusto Giulio Camisassa (p. 160), Dorindo Camoriano (p. 27), Pellegrino Camussi (p. 11), Antonio Canevari (p. 187), Angelo Cantatore (p. 133), Ferdinando Caracciolo Franco (p. 68), Adolfo Stefano Carani (p. 1), Paolo Carbonera (p. 235), Nicolangelo Carnimeo (p. 299), Angelo Cassola (p. 215), Pietro Castellotti (p. 202), Arturo Luigi Cattabiani (p. 138), Ulisse Carlo Cattaneo (p. 33), Antonio Cattaneo (p. 102), Giovanni Cattaneo (p. 264), Ottorino Cavalè (p. 107), Giovanni Cavalli d'Olivola (p. 229), Giovanni Cavazza (p. 198), Angelo Caviglia (p. 159), Ernesto Cazzola (p. 20), Giuseppe Ceresa (p. 161), Ugo Cerutti (p. 143), Mario Cerutti (p. 287), Ercole Cesale (p. 38), Lodovico Chiappini (p. 159), Mario Chiaudano (p. 58), Omero Giovanni Chioda (p. 12), Nazareno Ciarloni (p. 206), Antonio Cibrario Sent (p. 105), Alessandro Cighetti (p. 249), Raimondo Cisari (p. 279), Emilio Cittadini (p. 190), Mario Civalleri (p. 251), Salvatore Cocuzza (p. 220), Lorenzo Coggiola (p. 42), Giovanni Colavecchi (p. 209), Umberto Collamarini (p. 210), Mario Colli-Lanzi (p. 260), Vitantonio Colucci (p. 288), Eugenio Comino (p. 265), Paolo Conti (p. 175), Ugo Converso (p. 232), Galeazzo Conzani di Revignano (p. 119), Giulio Corradini (p. 217), Stefano Costa (p. 124), Pietro Costa (p. 289), Alfonso Costamagna (p. 84), Giuseppe Cottino (p. 38), Bernardo Cottino (p. 96), Cristina Serafina Cotto (p. 47), Roberto Cravero (p. 85), Pasquale Cristalli (p. 34), Enrico Cristiani (p. 242), Gaudenzio Croce (p. 95), Clemente Croce (p. 230), Tobia D'Antonio (p. 10), Camillo Dal Pozzo (p. 88), Giovanni Davicini (p. 140), William Dante De Carli (p. 246), Donato Carlo De Ferrari (p. 8), Giorgio De Giorgio (p. 259), Mario De Maldè (p. 174), Enrico De Micheli (p. 178), Guido Debenedetti (p. 88), Giovanni Decaroli (p. 40), Stefano Decaroli (p. 109), Paolo Del Mastro (p. 252), Piero Giacomo Delapierre (p. 37), Mario Della Chiesa della Torre (p. 214), Ugo Demaestri (p. 259), Francesco Dematteis (p. 49), Celestino Giovanni Demichelis (p. 160), Carlo Devoto (p. 263), Francesco Saverio Di Chiara (p. 268), Agostino Di Tocco (p. 179), Ugo Dosi (p. 227), Giovanni Drovetti (p. 5), Francesco Dughera (p. 83), Gaspare Durand (p. 53), Luigi Elisandri (p. 124), Umberto Eynard (p. 254), Attilio Fais (p. 103), Enrico Fantini (p. 172), Giulio Fasano (p. 81), Giuseppe Emanuele Fedele (p. 81), Mario Fenocchio (p. 96), Giovanni Ferragatta (p. 82), Lorenzo Ferrari Ardicini (p. 28), Alfredo Ferraris (p. 77), Mario Vincenzo Ferrero (p. 10), Emanuele Ferrero (p. 110), Carlo Ferrero (p. 117), Mario Ferrero (p. 282), Giuseppe Ferrettini (p. 146), Enrico Fiachetti (p. 186), Lorenzo Figari (p. 45), Arturo Filippi (p. 25), Chiaffredo Fillia (p. 189), Daniele Giorgio Fiora (p. 293), Pietro Fioravanti (p. 208), Pietro Fissore (p. 244), Mario Fontana (p. 29), Ferdinando Fontana (p. 222), Germano Fortina (p. 148), Gian Paolo Fossati (p. 89), Fabio Franchini (p. 257), Ettore Frassi (p. 153), Renato Gabutti (p. 24), Giuseppe Galandrino (p. 173), Gino Galeazzi (p. 112), Carlo Emanuele Galimberti (p. 201), Carlo Gallia (p. 234), Luigi Gallone (p. 147), Giovanni Gallone (p. 298), Livio Garbaccio (p. 204), Valfrido Garda (p. 57), Ernesto Gatti (p. 11), Francesco Gatti (p. 62), Luigi Gatti (p. 241), Mario Emilio Gatti (p. 261), Luigi Gavi (p. 219), Andrea Geisser (p. 156), Natale Genetti (p. 55), Emmanuele Genghi (p. 149), Giuseppe Antonio Gerbino (p. 9), Benedetto Gerbino (p. 191), Luigi Germano (p. 237), Enrico Germena (p. 215), Alberto Marco Giacobini (p. 183), Federico Giacomasso (p. 171), Giacomo Gianoglio (p. 291), Giovanni Giartosio (p. 98), Alessandro Gibba (p. 244), Aldo Bruto Gigli (p. 140), Giulio Gilardini (p. 151), Pasquale Giliberti (p. 212), Mario Gino (p. 236), Nicola Giordano (p. 193), Giuseppe Giordano (p. 284), Giacinto Giovanelli (p. 118), Giovanni Girola (p. 86), Ezio Giumelli (p. 153), Francesco Giunta (p. 18), Giuseppe Givone (p. 233), Ettore Goletti (p. 21), Adolfo Francesco Goria (p. 90), Dario Goria (p. 143), Vittorio Goria (p. 164), Francesco Gosso (p. 50), Francesco Gozzi (p. 213), Pasquale Gramitto-Ricci (p. 260), Giuseppe Grandi (p. 22), Mario Grandi (p. 142), Leone Grandi (p. 199), Lorenzo Grapputo (p. 92), Luigi Grassi (p. 282), Gino Greco d'Alceo (p. 117), Guglielmo Grosso (p. 60), Luigi Gualteroni (p. 224), Luigi Guarino (p. 61), Francesco Guarnieri (p. 75), Enzo Guarnieri (p. 131), Francesco Guasco (p. 214), Savino Guglielmi (p. 22), Francesco Gussalli (p. 297), Giovanni Giorgio Heryng (p. 7), Francesco Il Grande (p. 99), Vincenzo Incisa di Camerana (p. 248), Vincenzo Inglese (p. 243), Giuseppe Invrea (p. 136), Pasquale Jodice (p. 91), Alessandro Jona (p. 91), Amedeo La Rosa (p. 276), Attilio Labriola (p. 103), Stefano Lamberti (p. 48), Innocenzo Lamborizio (p. 249), Luigi Lanza (p. 92), Giovanni Lapidari (p. 278), Aldo Lavezzi (p. 44), Giulio Lavizzari (p. 294), Emilio Lenotti (p. 165), Marcello Lessona (p. 46), Arnaldo Levi De Veali (p. 165), Giuseppe Levis (p. 97), Eugenio Libois (p. 82), Tommaso Lissi (p. 194), Carlo Luigi Liveragni (p. 70), Paride Giuseppe Lombardi (p. 199), Bartolomeo Lorenzi (p. 17), Dino Lorenzi (p. 154), Mario Agostino Lotti (p. 106), Antonio Lovaria (p. 278), Enrico Lovera (p. 217), Carlo Lovera di Castiglione (p. 93), Felice Lucio (p. 179), Pietro Lupo (p. 64), Carlo Maccari (p. 219), Dante Maccone (p. 79), Umberto Maffizzoli (p. 174), Giuseppe Pietro Magni (p. 108), Baldassarre Vincenzo Maina (p. 132), Rinaldo Maino (p. 247), Leandro Maiolo (p. 170), Spirito Malinverni (p. 9), Giuseppe Marasco (p. 147), Alberto Marchetti di Muriaglio (p. 150), Giacomo Marchino (p. 20), Riccardo Margaria (p. 296), Pietro Margarini (p. 190), Mario Margarini (p. 200), Riccardo Margary (p. 65), Dario Marini (p. 36), Giorgio Marini (p. 87), Marcello Martinelli (p. 238), Augusto Martini (p. 131), Francesco Luigi Martorelli (p. 189), Vincenzo Marzanasco (p. 198), Paolo Masera (p. 234), Cesare Masetti (p. 271), Arturo Massa (p. 76), Leopoldo Massa Saluzzo (p. 69), Manlio Ernesto Mattè (p. 16), Ugo Mattei (p. 177), Eugenio Mattirolo (p. 51), Lorenzo Mazzola (p. 17), Gino Mazzoli (p. 168), Pietro Angelo Mazzolotti (p. 207), Attilio Mazzonzelli (p. 289), Ercole Mazzucchetti (p. 28), Edmondo Mensa (p. 232), Guido Mercandino (p. 61), Bartolomeo Micchiardi (p. 79), Antonio Milano (p. 29), Giuseppe Milano d'Aragona (p. 25), Lucia Mina (p. 24), Ettore Minella (p. 85), Guido Minola (p. 292), Luigi Miretti (p. 100), Giuseppe Antonio Mirti (p. 55), Luigi Mocafighe (p. 236), Stefano Modugno (p. 152), Silvio Molinari (p. 44), Carlo Molli (p. 112), Riccardo Momigliano (p. 192), Agostino Luigi Mondini (p. 170), Mario Montano (p. 111), Alessandro Cesare Montel (p. 33), Cesare Moretti (p. 178), Emilio Morino (p. 192), Fausto Moro (p. 164), Umberto Moroni (p. 39), Renato Emilio Moroni (p. 83), Agostino Moschetti (p. 188), Aldo Mossina (p. 123), Aldo Mossini (p. 300), Alberto Mosso (p. 172), Antonio Motta (p. 66), Giovanni Battista Mottino (p. 53), Abele Muggia (p. 177), Edoardo Mura (p. 114), Carlo Antonio Mussi (p. 32), Renato Musso (p. 228), Renato Nani (p. 277), Alberto Nasi (p. 146), Lorenzo Felice Nasi (p. 149), Francesco Nicita (p. 54), Felice Nicolai (p. 2), Francesco Nicolone (p. 16), Francesco Nicosia (p. 290), Pietro Carlo Novasio (p. 94), Luigi Novella (p. 148), Giulio Odiard Des Ambrois (p. 42), Giovanni Ottello (p. 46), Alfredo Ovazza (p. 228), Giovanni Pagani (p. 275), Giacomo Paganoni (p. 195), Giuseppe Paglieri (p. 106), Vincenzo Paltrinieri (p. 226), Giuseppe Pancera (p. 290), Giulio Parona (p. 114), Carlo Pasero (p. 43), Gino Pasqualucci (p. 226), Carlo Passerin d'Entreves et Courmayeur (p. 2), Giuseppe Pastè (p. 171), Leonida Pastorello (p. 126), Aristodemo Giuseppe Patriarca (p. 158), Mario Ernesto Pautrier (p. 115), Giovanni Pavesio (p. 240), Luigi Pederzolli (p. 297), Giuseppe Pedrotti (p. 210), Antonio Peliti (p. 51), Luigi Pellegrini (p. 212), Giovanni Pene (p. 274), Francesco Pensato (p. 269), Enrico Perinetti (p. 23), Antonio Perlo (p. 299), Pierino Peronino (p. 151), Giuseppe Perotti (p. 202), Tancredi Perotti (p. 258), Angelo Perron (p. 142), Carlo Guido Pertusati (p. 113), Enrico Pes di Villamarina del Campo (p. 4), Remo Petitto (p. 144), Enrico Petrò (p. 89), Ulisse Piccioni (p. 109), Vittorio Piccioni (p. 130), Felicino Pilleri (p. 3), Giovanni Felice Pino (p. 120), Giuseppe Pinolini (p. 242), Giacomo Piola (p. 56), Carlo Alberto Pisoni (p. 240), Giovanni Poccardi (p. 275), Rodolfo Podio (p. 295), Cesare Poli (p. 98), Donatantonio Polignano (p. 207), Giuseppe Polinelli (p. 63), Vincenzo Pollano (p. 155), Vincenzo Porri (p. 121), Ernesto Camillo Porta (p. 267), Guido Luigi Porta (p. 273), Pietro Giuseppe Portè (p. 224), Ugo Porzio Giovanola (p. 95), Camillo Bartolomeo Prato (p. 15), Pietro Prato (p. 43), Giovanni Battista Preve (p. 169), Luigi Preve (p. 221), Edoardo Luigi Prinetti (p. 101), Giuseppe Pronzato (p. 52), Antonio Pruneri (p. 122), Alfredo Pugliese (p. 196), Carlo Emanuele Pulciano (p. 175), Francesco Quaini (p. 197), Gaspare Carlo Quarra (p. 144), Ernesto Camillo Rabiola (p. 12), Guido Ragozzi (p. 288), Manlio Raimondo (p. 84), Spirito Raineri (p. 41), Ettore Raineri (p. 119), Zeffirino Cesare Raineri (p. 122), Tommaso Rainoldi (p. 277), Luigi Ramella (p. 101), Ettore Ramelli (p. 19), Ugo Ramellini (p. 176), Leonida Raschi (p. 34), Carlo Rasini (p. 65), Cesare Ravasi (p. 125), Giovanni Ravetti (p. 195), Luigi Ray (p. 6), Carlo Spirito Razzini (p. 145), Carlo Razzini (p. 167), Giovanni Battista Réan (p. 73), Giacomo Rebuffo (p. 273), Giuseppe Reginato (p. 141), Francesco Antonio Repaci (p. 156), Vladimiro Rey di Villarey (p. 14), Giovanni Battista Reynaud (p. 293), Guido Reyneri (p. 294), Guido Ricca di Castelvecchio (p. 241), Giovanni Battista Ricci (p. 251), Enrico Ricci-Paracciani (p. 100), Prospero Richelmy (p. 93), Bartolomeo Riolo (p. 264), Felice Ripamonti (p. 203), Giuseppe Robba (p. 223), Riccardo Camillo Rocca (p. 291), Adolfo Rodano (p. 40), Edoardo Rodino (p. 266), Franz Nicolaus Roedel (p. 206), Edoardo Roffi (p. 255), Ugo Roffi (p. 274), Giovanni Rogna (p. 182), Pietro Romanelli (p. 110), Giovanni Giuseppe Romano (p. 80), Luigi Romei (p. 193), Modesto Rossella (p. 15), Carlo Andrea Francesco Rossi (p. 49), Francesco Rossi (p. 158), Giovenale Emanuele Rosso (p. 166), Francesco Primitivo Rosso (p. 209), Mario Rossotti (p. 1), Giosafatte Rotondi (p. 246), Mario Rubic (p. 239), Francesco Ruella (p. 157), Giovanni Ruffino (p. 48), Agostino Ruiu (p. 216), Raffaello Sabatini (p. 205), Virginio Sabbia (p. 229), Giorgio Semeria Sacerdote (p. 32), Bernardo Salemi (p. 283), Giovanni Salerno (p. 8), Pietro Salvadé (p. 52), Mario Santacroce (p. 39), Ermanno Saroldi (p. 201), Adolfo Roberto Sartore (p. 116), Alessandro Sartorelli (p. 267), Giovanni Sbarrato (p. 270), Ugo Scaletta (p. 238), Antonio Scamoni (p. 74), Guido Scesi (p. 296), Pietro Scolari (p. 126), Dino Gerolamo Secco-Suardo (p. 35), Mario Seganti (p. 292), Guido Beniamino Segre (p. 50), Alberto Moise Segre (p. 169), Alessandro Semeria (p. 104), Carlo Siro Serafini (p. 26), Eugenio Serra (p. 163), Giuseppe Signone (p. 272), Luigi Silo (p. 250), Francesco Sinistri (p. 285), Giuseppe Siviero (p. 86), Domenico Alfonso Salvatore Maria Soffrè (p. 197), Lorenzo Soleri (p. 295), Mario Fulvio Soncini (p. 204), Vincenzo Sorelli (p. 200), Mario Spairani (p. 227), Carlo Stella (p. 176), Giuseppe Stevani (p. 245), Vincenzo Stevano (p. 145), Vincenzo Stilio (p. 68), Giovanni Maria Strazza (p. 168), Edoardo Surano (p. 247), Guido Taccone (p. 235), Silvio Tarizzo (p. 67), Giovanni Battista Taschini (p. 104), Romualdo Tecco (p. 194), Aldo Tesi (p. 211), Romualdo Tibone (p. 67), Riccardo Tiranty (p. 230), Ciro Tolusso (p. 60), Bartolomeo Tomatis (p. 231), Carlo Francesco Torriani (p. 19), Maurizio Torrigiotti (p. 31), Carlo Torrione (p. 252), Guido Tosana (p. 233), Ettore Totta (p. 105), Francesco Trabucco (p. 161), Armando Triola (p. 248), Oreste Truffa (p. 90), Cesare Turati (p. 272), Luigi Uberti (p. 72), Armando Vacca (p. 47), Antonio Vacca (p. 87), Edoardo Vacca Maggiolino (p. 36), Pasquale Vaccari (p. 287), Francesco Vaccarone (p. 45), Francesco Vaira (p. 163), Augusto Valente (p. 271), Ettore Vallegiani (p. 59), Luigi Valletti (p. 157), Ettore Vanzetti (p. 111), Pietro Carlo Vecchia (p. 203), Mario Veniali (p. 13), Giuseppe Venino (p. 245), Luigi Venturini (p. 121), Cesare Vercelli (p. 223), Giuseppe Vercellino (p. 279), Aldo Vercellis (p. 130), Pietro Vescovi (p. 269), Alessandro Pietro Riccardo Vigo (p. 222), Marco Aurelio Villavecchia (p. 62), Renato Vittadini (p. 250), Bernardo Vivaldi (p. 132), Marcellino Zanotti (p. 298), Silvio Zorzi (p. 265), Giuseppe Zurra (p. 23).

Altri Gruppi Universitari Fascisti

Materiali relativi ai Gruppi Universitari Fascisti dell'Aquila, di Firenze, di Milano e di Roma.

L'Aquila:

  • opuscolo: I^ Scuola di roccia, II^ settimana alpinistica sul Gran Sasso organizzate dal G.U.F. dell’Aquila. Estate 1933-XI, L’Aquila, Officine Grafiche Vecchioni, 1933. In testa al frontespizio: P.N.F. Gruppi Universitari Fascisti.

Firenze:

  • 2 numeri del periodico «Goliardia fascista. Quindicinale del G.U.F. fiorentino»: A. II, n. 3, 15 dicembre 1936; A. IV, n. 3, 15 dicembre 1938.

Genova, Savona e Alassio:

  • opuscolo: Attività e compiti del Gruppo Universitario Fascista Genovese, Genova, Coop. fascista poligrafici, 8 aprile 1938;
  • numero unico: «Lascia pur che il mondo dica...», 1933;
  • numero unico: «GUF Savona, numero unico, anno dodicesimo», Fratelli Spirito di Savona, febbraio 1934;
  • numero unico del Nucleo Universitario Fascista di Alassio, Officina arti grafiche F.lli Pozzi di Alassio, agosto 1939.

Macerata:

  • numero unico: «Goliardo», 1932.

Milano:

  • 1 numero unico: «Goliardia. Numero unico degli universitari milanesi», Tipografia L. Bonfiglio di Milano, 1928; sul frontespizio: A favore delle opere assistenziali del Gruppo Universitario Fascista e del periodico studentesco «Libro e moschetto»;
  • 4 numeri del periodico «Libro e moschetto»: A. IX, n. 49, 28 settembre 1935; A. XI, n. 1, 15 febbraio 1937 (edizione per i giovani fascisti); A. XI, n. 6, 18 febbraio 1937; A. XV, supplemento al n. 6, 29 novembre 1941 (edizione del G.U.F. di Milano);
  • 2 numeri del periodico «Montagna»: A. VII, n. 7, luglio 1940; A. VII, n. 8, agosto 1940 (numeri monotematici rispettivamente dedicati alla Corsica e alla Savoia);
  • opuscolo: G.U.F. Campi estivi Milano - Alpinismo, A. XVII, Parabiago [Milano], Lito-Tipografia Rabolini, 1939.

Roma:

  • dépliant: Teatroguf. Spettacolo di apertura stagione A. XX , 1941. Reca il programma di sala delle recite con cui è stata inaugurata la stagione teatrale 1941-42 del G.U.F. di Roma (10-11 novembre 1941);
  • opuscolo: Spettacoli di cultura cinematografica organizzati dal Cineguf dell’Urbe in collaborazione con il Ministero della Cultura popolare, Centro sperimentale di cinematografia. Anno XX, Roma, R. Colombo, 1941. In testa al frontespizio: P.N.F. Gruppo dei fascisti universitari dell'Urbe. Reca il programma della stagione 1941-42.

Rovigo:

  • 1 numero del periodico «L'idea Armata», A. II, gennaio-febbraio 1934.

Urbino:

  • «Numero unico per la festa delle matricole», gennaio 1933.

Lezioni di Storia moderna, Regia Università degli Studi di Torino

  • IT ASUT EGIDI - Lezioni 1925-26
  • Unità archivistica
  • 1925-1926
  • Parte diEgidi, Pietro

Il corso verte su "Il grande scisma d'Occidente" e si articola nella descrizione delle "grandi collezioni di fonti" e nella "preparazione tecnica per lo studio dei documenti".
Le lezioni sono state raccolte da Luisa Giuseppina Crema e Candida Stella, studentesse del primo anno della Facoltà di Lettere e filosofia, corso di laurea in Lettere (vedi: http://www.asut.unito.it/app/studenti/web/index.php?r=studenti%2Fview&id=2703 e http://www.asut.unito.it/app/studenti/web/index.php?r=studenti%2Fview&id=2761).

Risultati da 1 a 20 di 16069