Print preview Close

Showing 12 results

Archival description
Sismonda, Eugenio
Print preview View:

Nomina dei presidi e dei consiglieri delle varie Facoltà

Elenco dei "Presidi e Consiglieri scadenti col 1857"; minute delle lettere inviate ai presidi in scadenza perché convochino i rispettivi consigli di Facoltà per le elezioni del preside e dei consiglieri; comunicazione della nomina o conferma dei presidi e dei vicepresidi per un triennio a decorrere dal 1° gennaio 1858: L. Anselmi preside di Teologia, Antonio Callamaro preside di Giurisprudenza, Egidio Rignon preside di Medicina e chirurgia, M. Coppino preside della classe di Lettere, Francesco Neyrone vicepreside della classe di Filosofia, E. Sismonda preside della classe di Scienze fisiche, Benedetto Brunati vicepreside della classe di Matematica.
Comunicazione della nomina dei consiglieri delle rispettive Facoltà: Luigi Genina e G. Buniva a Giurisprudenza, G. Ghiringhello e Giovanni Marengo a Teologia, Giacomo Antonio Maioli a Medicina e chirurgia, Francesco Bertinaria e Vincenzo Garelli per la classe di Filosofia e Bartolomeo Bona per la classe di Lettere della Facoltà di Lettere e filosofia, G.G. Moris per le due classi della Facoltà di Scienze fisiche e matematiche. Presenta la stessa segnatura la domanda di Bartolomeo Musso di approvazione a ripetitore.

Soggiorno a Torino. Libri per il re Vittorio Emanuele II.

  • IT ORTOUT MORIS Corr. Parlatore 255.28
  • Item
  • 1857-12-01
  • Part of Orto botanico

Lettera inviata da Firenze l’ 1 dicembre 1857. Parlatore ringrazia Moris per la bontà riservatagli durante l’ultimo suo soggiorno a Torino. Caruel ringrazia Moris per le piante che gli ha mandato. Parlatore andrà presto a riverire il senatore Buoncompagni a nome di Moris. Non ha ancora veduto Targioni. Parlatore prega Moris di ossequiare il professore Riberi e i fratelli Sismonda. Spera che Moris abbia potuto dare a Promis i libri per il Re Vittorio Emanuele II.

Rinnovo di alcuni membri del Consiglio di Facoltà. Bis

  • IT ORTOUT MORIS Corr. Pollone 272.3
  • Item
  • 1850-12-27
  • Part of Orto botanico

Lettera inviata da Torino il 27 dicembre 1850. Ignazio Pollone, Preside della Facoltà di Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali, informa Moris dei risultato dell’adunanza per il rinnovo annuale di un terzo dei consiglieri. Promis è stato eletto al posto di Agodino, Talucchi al posto di Richelmy e Ascanio Sobrero al posto di Eugenio Sismonda.

Congedi chiesti dai Professori

Richieste presentate dai professori: A. Abbene, C. Avondo, F. Chiò, Luigi Genina, S. Gherardi, T. Mamiani della Rovere, Luigi Amedeo Melegari, Luigi Federico Menabrea, Giovanni Battista Peyretti, Giovanni Antonio Rayneri, E. Sismonda, Ascanio Sobrero, Paolo Tassinari, Giovanni Francesco Vachino.

Invito a nominare soci dell’Accademia delle Scienze van den Bosch e Durieu.

  • IT ORTOUT MORIS Corr. Notaris (de) 245.13
  • Item
  • 1858-01-10
  • Part of Orto botanico

Lettera inviata da Genova il 10 gennaio 1858. De Notaris ringrazia Moris per avergli trasmesso la lettera di van den (sic!) Bosch. Probabilmente arriverà anche un pacco di muschi. Non riesce a lavorare all’orto per il freddo: non è mai stato in grado di comperare un Franklin e per togliersi il freddo non ha altra risorsa che uscire e battere il selciato come un disperato! Gli “stamponi” richiesti da Moris sono nelle mani di Gennari, che li spedirà quanto prima al cavaliere Eugenio Sismonda. Il litografo Armanino è in ritardo con la consegna delle tavole dei muschi. De Notaris prega Moris, nel caso che all’Accademia si trattasse di nominare nuovi soci corrispondenti, di proporre van den Bosch di Goes nei Paesi Bassi, illustratore della flora di Giava e Durieu de Maisonneneuve, direttore del nuovo Jardin des Plantes di Bordeaux. De Notaris chiede a Moris se, come socio non residente dell’Accademia, non gli spetterebbe la pensione per anzianità. Ne avrebbe tanto bisogno!

Ritorno a Parigi di Cocchi

Lettera inviata da Parigi. Cocchi ringrazia Moris per le gentilezze ricevute a Torino. E’ ora a Parigi dove è tornato passando dal Moncenisio e da Chambéry. A Ginevra ha conosciuto De Candolle e i signori Vogt e Pictet. Prega Moris di salutare i professori De Filippi ed Eugenio Sismonda, che gli hanno suggerito di incontrare queste persone. Appena arrivato a Parigi ha consegnato a Decaisne i bulbi di Cyclamen; un secondo pacco, inviato da E. Sismonda, è stato consegnato al signor Michelin d’Ardouin, presso il quale ha conosciuto Constant-Prévost.

Invio di Piante moltiplicate.

  • IT ORTOUT MORIS Corr. Visiani (de), 378.45
  • Item
  • 1858-05-27
  • Part of Orto botanico

Lettera inviata da Padova il 27 maggio 1858. Tramite l’amico Marini, De Visiani fa avere a Moris tre suoi opuscoletti, uno per lui e gli altri per De Notaris e il cavalier Paleocapa. Gli manda anche l’elenco delle piante moltiplicate, affinché scelga quelle che gli interessano. Chiede se la stampa della Flora terziaria di Novale è completata. Saluti al cavalier E. Sismonda.

Morte della madre di De Notaris.

  • IT ORTOUT MORIS Corr. Notaris (de) 245.6
  • Item
  • 1857-05-21
  • Part of Orto botanico

Lettera inviata da Genova il 21 maggio 1857. De Notaris ha appreso con dispiacere che Moris, affetto da bronchite, ha dovuto sottostare a “ripetute cacciate di sangue”. E’ abbattuto per il ripresentarsi dei suoi vecchi malanni “cardialgici e gastrici” e per la dolorosa coincidenza della morte della vecchia e venerata madre. De Notaris spera che arrivino presto le vacanze. Pensa di andare sui monti del Novarese e di lì venire a Torino, per passare qualche giorno con Moris. E’ stato a Genova, per trasferirsi a Pavia, il professor Gasparrini, che gli ha lasciato un opuscolo di Tenore da fare avere a Moris. De Notaris lo affiderà al professore E. Sismonda.

Lettere di trasmissione del decreto di nomina o conferma a preside e vicepreside a decorrere dal 1° gennaio 1858

Lettera del ministro e minuta del rettore di accompagnamento del decreto inviato a: L. Anselmi, preside della Facoltà di Teologia; Antonio Callamaro, preside della Facoltà di Giurisprudenza; Egidio Rignon, preside della Facoltà di Medicina e chirurgia; Francesco Neyrone, vice preside della Classe di Filosofia; M. Coppino, preside della Classe di Lettere; E. Sismonda, preside della Classe di Scienze fisiche; Benedetto Brunati, vice preside della Classe di Matematica.

Museo mineralogico

Comunicazione del decesso di E. Sismonda, assistente al Museo. Richieste di Luigi Bellardi, J. Struever e Cesare Maria Tapparone Canefri per il posto di assistente vacante dopo la morte del Sismonda. Nomina di J. Struever a primo assistente e conferimento dell'incarico di Metallurgia per i farmacisti a Luigi Bellardi. Scambio di minerali proposto dal professor Akerman, docente di Metallugia al Regio Istituto di tecnologico di Stoccolma, al Museo mineralogico e da questo al Museo industriale perché maggiormente attinenti al tipo di raccolte lì conservate. Collocamento in aspettativa del portinaio del palazzo dei Musei, Giovanni Andrietti, e affidamento delle funzioni a Napoleone Ottone.