Showing 17957 results

Archival description
Print preview View:

882 results with digital objects Show results with digital objects

Disposizioni relative al personale insegnante. Professori ordinari, straordinari, incaricati, supplenti

Conferimenti o conferma degli incarichi e delle supplenze per l'anno scolastico 1876-77: Fisica sperimentale a G. Basso, Fisiologia a S. Fubini, Istologia patologica a V. Colomiatti, Clinica sifilopatica a C. Gallia, Clinica delle malattie della pelle a G. Gibello, Clinica delle malattie mentali a M. Porporati, Anatomia topografica a G. Lanza, Patologia speciale medica a G. Fissore, Materia medica ad A. Mosso, Clinica medica a C. Bozzolo (in sostituzione del deceduto C. Rovida), a G. Novaro.
Nomina ad assistente di Libero Bergesio ed Erasmo Depaoli.
Corso teorico-pratico di Ostetricia per le allieve levatrici a Giovanni Peyretti (la pratica comprende anche corrispondenza con l'Opera di Maternità e riferimenti alla convenzione stipulata fra Università e quell'ente).
Conferimento del titolo di Ufficiale dell'Ordine della Corona d'Italia a C. Gallia.
Contiene anche le nomine a professore straordinario di C. Giacomini per Anatomia umana e di A. Mosso.
Nomina di S. Fubini a professore straordinario di Fisiologia e direttore del relativo Gabinetto presso l'Università di Siena.

Ospedale di San Giovanni Battista e Ospedale Mauriziano

Richieste della direzione dell'Ospedale maggiore S. Giovanni Battista di affissione degli avvisi di concorso per: un posto di medico primario; diversi posti di assistente supplente di Medicina e di Chirurgia (la copia dell'avviso allegata è stata annullata per modifiche sopravvenute).
Richiesta di affissione dell'avviso di concorso per 4 posti di allievo straordinario presso l'Ospedale Mauriziano.

Gabinetto di Fisiologia. Direzione, assistenti, inservienti

Apertura del concorso per allievo presso il Laboratorio di Fisiologia. I concorrenti saranno esaminati su Anatomia, Fisiologia e Chimica fisiologica.
Pagamento delle retribuzioni agli assistenti Vittorio Aducco e Adolfo Monaci e relativi aumenti.
Il Ministero della Pubblica istruzione accorda la retribuzione straordinaria proposta da A. Mosso per A. Monaci per l'opera prestata.
In seguito a concorso, Alipio Rondelli è nominato aiuto straordinario del Laboratorio.
Pratiche per il pagamento di Luigi Corino, meccanico addetto alla manutenzione degli strumenti del Laboratorio.

Gabinetto di Anatomia umana normale. Gabinetto di Anatomia patologica. Direttori, aiuti, settori, inservienti

Fascicolo "Gabinetto di Anatomia umana normale":
Nomina di Giuseppe De Crutz a servente provvisorio al posto di Pietro Cavallero, nominato servente effettivo. Il Ministero della Pubblica istruzione accorda inoltre una gratificazione agli altri serventi Emanuele Orsi e Giambattista Bricco.
Nomina di P. Cavallero a inserviente al posto di Domenico Marchisio. Lo stesso Cavallero aveva in precedenza coperto il ruolo di servente provvisorio, lasciato per diversi mesi.
Pagamento del pittore Pasquale Baroni per le tavole di anatomia, patologia ed embriologia realizzate nel corso dell'a.s. 1885-86.
Il ministro risponde alla richiesta di P. Foà di dividere l'Istituto di Anatomia umana da quello di Anatomia patologica, assegnando a quest'ultimo personale proprio e una dotazione congrua, chiedendo di pazientare finché non siano pronti i nuovi stabilimenti scientifici. La corrispondenza è corredata di relazioni puntuali e copia del "Regolamento per l'Istituto anatomico della Regia Università di Torino" (approvato con d. min. 22 novembre 1860): inizialmente l'Istituto dipendeva dalla cattedra di Anatomia normale. Nel 1877 l'Istituto anatomico-patologico, che riuniva le cattedre di Anatomia umana e patologica, venne diviso in Istituto anatomico e Istituto patologico, ma personale e dotazione non furono ripartiti in parti uguali a discapito del secondo. Il tutto avvenne probabilmente secondo accordi verbali tra A. Malinverni e V. Colomiatti, allora reggenti delle cattedre.
Nomina di Alfredo Conti a aiuto settore e di P. Cavallero a servente del Gabinetto di Anatomia normale.
Nomina di Augusto Bonome a settore e di Guido Bordoni Uffreduzzi ad assistente provvisorio del Gabinetto di Anatomia normale e patologica.

Fascicolo "Gabinetto di Anatomia patologica":
il rettore chiede a P. Foà di far pervenire le proposte di retribuzione per l'opera prestata da G. Bordoni Uffreduzzi, così da trasmetterle al Ministero.

Clinica oculistica. Direzione, assistenti

Lettera di C. Reymond che chiede la conferma di F. Falchi a 2° assistente definitivo.
Copia della "Convenzione fra l'Ospedale Oftalmico ed Infantile di Torino ed il Ministero della Pubblica istruzione per fitto di locali e mantenimento della Clinica oculistica della Regia Università di Torino" stipulata il 16 gennaio 1883.

Clinica oculistica. Direzione. Assistenti

In vista degli esami autunnali, C. Reymond comunica l'intenzione di accogliere in clinica degenti già ricoverati in ospedale.
Corrispondenza tra C. Sperino, direttore dell'Ospedale oftalmico, il rettore e il Ministero della Pubblica istruzione per rivedere la convenzione stipulata con l'Università il 16 gennaio 1883 (approvata con decreto ministeriale del 9 febbraio), in quanto rivelatasi inattuabile. Le proposte avanzate dal rettore Bizzozero e sostenute dal Ministero, risultano vane poiché la direzione dell'Ospedale delibera infine di attenersi ai termini della convenzione dell'83, a cui è vincolata sino al 1891. Tuttavia i dissapori tra Reymond e Sperino continuano. La corrispondenza è corredata di relazioni puntuali sulla situazione dell'Ospedale oftalmico e della clinica; viene menzionato anche il dottore Bono, al quale per un certo periodo viene affidato il servizio medico dell'Ospedale.
Nomina di Camillo Gallenga a 2° assistente in sostituzione di Giuseppe Edoardo Gonella, dimessosi per prendere servizio come aiuto presso la Clinica di Oftalmologia dell'Università di Pisa.
Nomina di Francesco Falchi ad assistente al posto di Giuseppe Albertotti; di G. E. Gonella a 2° assistente e conferma di C. Gallenga ad assistente volontario.

Concorsi a posti di dottore aggregato

Annuncio e comunicazione al Ministero della Pubblica istruzione del concorso per un posto di dottore aggregato della facoltà di Scienze MFN. Materia d'esame è Astronomia.
Il rettore comunica al Ministero della Pubblica istruzione che l'esame di aggregazione alla Facoltà (con materia Chimica) non avrà luogo poiché non vi è alcuna candidatura.

«La Stampa»

Pagine del quotidiano «La Stampa» e degli inserti «Tuttolibri» e «Società e cultura», nelle quali sono editi articoli a firma di Castelnuovo; talvolta sono accluse minute o bozze per la fotocomposizione e materiali usati come fonti:

  • Il fantastico che apre l'era moderna, «La Stampa», 27 gennaio 1978, p. 15 (pagina: l'arte);
  • L'esempio di Le Creusot, «La Stampa», 14 aprile 1978, p. 13 (pagina: l'arte); si conserva la guida alla mostra Le Château de la Verrerie, tenutasi all’ecomuseo della comunità urbana di Le Creusot-Montceau-les-Mines (Le Creusot, 23 aprile-26 settembre 1976), la guida L'espace de la communauté urbaine à travers les âges. Guide de l'exposition permanente évolutive (1974) e un numero del periodico «A aménagement local» dedicato a "L'écomusée du Creusot : préserver un patrimoione régional" (febbraio 1977, n .6);
  • I Progenitori nella Tempesta, «La Stampa», 16 giugno 1978, p. 13 (pagina: l'arte);
  • Salviamo le vetrate di Chartres, «La Stampa», 23 giugno 1978, p. 13 (pagina: l'arte);
  • Miliardi per un frammento di passato, «La Stampa», 18 luglio 1978, p. 3 e rettifica Un frammento di passato, «La Stampa», 21 luglio 1978, p. 7 (rubrica: I lettori discutono);
  • La Svizzera e Venezia, « La Stampa», 21 luglio 1978, p. 13 (pagina: l'arte);
  • I due volti del Settecento, «La Stampa», 8 settembre 1978, p. 13 (pagina: l'arte); si conserva la minuta;
  • Il gotico amato dagli Asburgo, «La Stampa», 15 settembre 1978, p. 3; si conserva la minuta;
  • Quando Longhi stroncò il Tintoretto, «La Stampa», 22 ottobre 1980, p. 3; si conserva la bozza per la fotocomposizione;
  • Ghiberti: e l'artista divenne intellettuale, «La Stampa», 27 febbraio 1981, p. 3;
  • I milord innamorati delle statue romane, «La Stampa», 5 maggio 1981, p. 3;
  • Modigliani: cade il mito, resta il pittore, «La Stampa», 20 maggio 1981, p. 7;
  • Fuochi d'artificio dei Gonzaga a Londra, «La Stampa», 12 Novembre 1981, p. 3; si conserva la minuta;
  • Luna giapponese a Londra, «La Stampa», 4 dicembre 1981, p. 3; si conserva la minuta e il foglio di sala delle mostre recensite (The Great Japan Exhibition. Art of the Edo Period 1600-1868, Royal Academy of Arts di Londra, 24 ottobre 1981-21 febbraio 1982; Japanese popular Literature of the Edo Period (1600-1868), British Library di Londra, 26 ottobre 1981-28 marzo 1982);
  • Lo splendore del secolo buio, «La Stampa», 27 dicembre 1981, p. 3; si conserva la minuta;
  • Non disturbiamo i bisonti di Altamira, «Tuttolibri», 27 febbraio 1982, p. 1 (rubrica: Parliamone);
  • Il museo, una macchina per i viaggi nel tempo, «La Stampa», 4 marzo 1982, p. 3; si conserva la minuta;
  • Nelle sculture romaniche il diavolo è un antico mostro e l'angelo un moderno giullare, «TuttoLibri», 10 luglio 1982, p. 6;
  • Il futuro? È nel museo, «Tuttolibri», 2 ottobre 1982, p. 1 (rubrica: Parliamone);
  • Sono statue non turisti, «Tuttolibri», 20 novembre 1982, p. 1 (rubrica: Parliamone); si conserva la bozza per la fotocomposizione;
  • Un'annata buona: romanico, paesaggio e design, «Tuttolibri», 4 dicembre 1982, p. 3; si conserva la bozza per la fotocomposizione;
  • E Raffaello inventò la natura, «Tuttolibri», 2 aprile 1983, pp. 4-5;
  • minuta dell'articolo Pittori senesi alla corte dei papi («La Stampa», 26 agosto 1983, p. 3);
  • La bottega di Raffaello a Londra, «La Stampa», 11 novembre 1983, p. 3;
  • Chastel fa rivivere la nostra arte dalle catacombe a Fellini, «TuttoLibri», 19 novembre 1983, p. 6
  • Quei disegni di Raffaello che Dürer ammirava, «TuttoLibri», 10 dicembre 1983, p. 6; si conserva la minuta;
  • Tiziano re di Londra, «La Stampa», 31 dicembre 1983, p. 3; si conserva la minuta;
  • Qui risplende la maestà di Duccio, «Tuttolibri», 7 gennaio 1984, p. 5; si conserva la bozza per la fotocomposizione;
  • Warburg: tutti gli indizi per svelare le opere d'arte, «Tuttolibri», 11 febbraio 1984, p. 4; si conserva la bozza per la fotocomposizione;
  • Michelangelo partiam, partiamo, «Tuttolibri», 5 maggio 1984, p. 1 (rubrica: Parliamone);
  • Il principe Zeri, «La Stampa», 22 giugno 1984, p. 3;
  • Conosci il paese dei musei chiusi?, «Tuttolibri», 7 luglio 1984, p. 1;
  • Scoprire Genova di Simon Boccanegra, «La Stampa», 24 luglio 1984, p. 3;
  • Impressionisti sul Lemano, «La Stampa», 12 agosto 1984, p. 3;
  • Computer artista, «La Stampa», 25 settembre 1984, p. 3;
  • Sulla testa di Durbè, «Tuttolibri», 3 novembre 1984, p. 1 (rubrica: Parliamone);
  • La verità dei pittori, «La Stampa», 7 dicembre 1984, p. 3;
  • Le scintille di Watteau, «La Stampa», 30 dicembre 1984, p. 3; si conserva la bozza per la fotocomposizione;
  • Il pittore di Petrarca, «La Stampa», 28 marzo 1985, p. 3;
  • Ribaldi e cavalieri, «La Stampa», 30 giugno 1985, p. 3;
  • Al Colosseo soltanto leoni, «Tuttolibri», 13 luglio 1985, p. 1 (rubrica: Parliamone);
  • La pecora di Giotto, «La Stampa», 25 ottobre 1985, p. 3; si conserva la minuta;
  • Tanti Beaubourg per Roma, «Tuttolibri», 15 marzo 1986, p. 1 (rubrica: Parliamone); si conserva la bozza per la fotocomposizione;
  • minuta dell'articolo Ducros degli uragani («La Stampa», 16 aprile 1986, p. 7);
  • Cattedrale d'orgoglio, «La Stampa», 21 novembre 1986, p. 3;
  • Attila, il turista, «Tuttolibri», 9 maggio 1987, p. 1 (rubrica: Parliamone);
  • Cacciatore d'arte, «La Stampa», 4 giugno 1987, p. 3; si conserva la bozza per la fotocomposizione;
  • Color Medioevo, «La Stampa», 29 luglio 1987, p. 3; si conserva la minuta.
  • Nessun decalogo per l'estate, «Tuttolibri», 8 agosto 1987, p. 1 (rubrica: Parliamone);
  • Musei in crisi? Problema politico, «La Stampa», 1° ottobre 1987, p. 16 (sezione: Cronaca di Torino);
  • Fragonard, la natura amorosa, «La Stampa», 10 novembre 1987, p. 7; si conserva la minuta;
  • Un profeta di nome Van Gogh, «La Stampa», 17 novembre 1987, p. 3;
  • Muore il Pantheon del Medioevo, «La Stampa», 12 dicembre 1987, p. 3;
  • Un buon libro d'arte? Non sempre è quello che luccica, «Tuttolibri», 12 dicembre 1987, p. 6;
  • Ora il museo adesca i clienti, «Tuttolibri», 23 gennaio 1988, p. 1 (rubrica: Parliamone);
  • Grande esploratore del Gotico, «La Stampa», 4 febbraio 1988, p. 3;
  • Sibille ritrovate, «La Stampa», 5 febbraio 1988, p. 3;
  • Pittura di frontiera, «La Stampa», 27 aprile 1989, p. 3;
  • A Lucca, capitale della seta, «Società e cultura», 6 luglio 1989, p. 3;
  • Il gusto è mobile, «Tuttolibri», 14 ottobre 1989, p. 9;
  • Volumi da leggere, non solo da sfogliare, «Tuttolibri», 16 dicembre 1989, p. 5;
  • Signor ministro magari dia le dimissioni, «Tuttolibri», 10 febbraio 1990, p. 1 (rubrica: Parliamone);
  • Wright of Derby delle ciminiere, «La Stampa», 13 luglio 1990, p. 17 (rubrica: Società e cultura);
  • Chastel, le battaglie per l'arte, «La Stampa», 20 luglio 1990, p. 16 (rubrica: Società e cultura);
  • La cattedrale tascabile di Pisa, «La Stampa», 24 luglio 1990, p. 16 (rubrica: Società e cultura);
  • Rembrandt nuove scoperte sull'artista e il suo secolo, «Tuttolibri», 28 luglio 1990, p. 8;
  • Con Michelangelo, «Tuttolibri», 15 dicembre 1990, p. 9 (rubrica: Strenne arte);
  • Trionfo dell’arte tra città e musei, «Tuttolibri», 14 dicembre 1991, pp. 12-13;
  • Argan, la ragione dell'arte, «La Stampa», 13 novembre 1992, p. 19 (rubrica: Società e cultura); si conserva la minuta;
  • In visita alle case d'artista, «Tuttolibri», 12 dicembre 1992, p. 21;
  • Da Longhi a Toesca con un sorriso, «La Stampa», 18 dicembre 1992, p. 19 (rubrica: Società e cultura);
  • Torino, piccola caput mundi, «La Stampa», 26 febbraio 1993, p. 21 (rubrica: Società e cultura);
  • Mira l’Italia, «Tuttolibri», 31 dicembre 1994, pp. 4-5

Si conservano, inoltre:

  • bozza per la fotocomposizione di un articolo dedicato alle mostre tenutesi a Norimberga e Colonia in occasione del sesto centenario della morte dell'imperatore Carlo IV di Lussemburgo, inedito e senza data [fine 1978-inizio 1979];
  • bozza per la fotocomposizione dalla parte iniziale di un articolo dedicato all'iconoclastia, a partire da fatti di cronaca quali il danneggiamento dei busti del Parco del Pincio e della sirenetta di Copenaghen, inedito e senza data [1984];
  • 2 pagine del quotidiano in cui sono pubblicate interviste a Castelnuovo: Mario Baudino, I capolavori assediati nella Firenze dell'Elba che non trova pace, «La Stampa», 15 agosto 2002, p. 5 (sull'alluvione di Dresda); Claudio Giacchino, «Sono due tele del periodo olandese. Celebri, ma non l'apice della sua arte», 8 dicembre 2002, p. 5 (sul furto di due tele di Vincent Van Gogh dall'omonimo museo di Amsterdam);
  • pagina da «Tuttolibri» (14 maggio 2005), in cui è edito un compendio della prefazione redatta da Castelnuovo al volume Michel Laclotte, Storie di musei. Il direttore del Louvre si racconta (Milano, Il saggiatore, 2005);
  • 3 pagine del quotidiano che non presentano interventi di Castelnuovo:
    1. terza pagina (27 luglio 1982), in cui è edito un trafiletto senza firma accompagnato dalla riproduzione del pastorale di San Galgano (pubblicato in occasione dell'inaugurazione della mostra Il gotico a Siena. Miniature, pitture, orificerie, oggetti d'arte (Siena, Palazzo Pubblico, 24 luglio-30 ottobre 1982), a c. di Giovanni Previtali);
    2. pagina Arte («Tuttolibri», 16 dicembre 1989), in cui è edita una recensione alla retrospettiva dedicata ad André Masson (Roma, Villa Medici e Palazzo degli Uffici, 1989-1990);
    3. pagina dalla rubrica Società e cultura (30 agosto 1990), in cui è edita una recensione alla mostra su Tiziano curata da Francesco Valcanover (Venezia, Palazzo Ducale, 1990) e un'intervista a Federico Zeri in merito, entrambe di Mirella Appiotti;
  • minuta di un intervento datato 1996, senza titolo, che ribatte all'articolo di Anacleto Verrecchia Troppe mani pesanti per gesti leggeri («Tuttolibri», 23 marzo 1996, p. 6).

Lezioni ed esercitazioni: registri e prospetti

Registri prestampati riportanti sulla camicia i giorni e l'orario delle lezioni, mentre ogni pagina interna è suddivisa in riquadri giornalieri nei quali dovevano essere indicati la data e il programma della singola lezione, completati dalla firma del docente. La compilazione dei registri è prevista, sia per i professori ufficiali sia per gli insegnanti a titolo privato, dall'art.101 del Regolamento Universitario approvato con R.D. 26 ottobre 1890 che ne prevede la consegna alla fine dell'anno al rettore. La medesima previsione è confermata nei successivi regolamenti (R.D. 13 aprile 1902, n. 127 art. 79; R.D. 26 ottobre 1903, n. 465 art. 79; R.D. 21 agosto 1905, n. 638 art. 97; R.D. 9 agosto 1910, n. 796, art. 50).

Carteggio ordinato per mittente

  • IT ASUT CASTELNUOVO - Corrispondenza. Carteggio per mittente
  • Subseries
  • Part of Castelnuovo, Enrico

Generalmente si conservano solamente le lettere ricevute da Castelnuovo; i limitati casi in cui oltre alla corrispondenza in arrivo si consevano sue minute, sono segnalati nelle schede dedicate ai singoli mittenti.

Disposizioni relative alla Facoltà di Scienze. Insegnamenti, iscrizioni, tasse, esami, orari. Relazione

Riccardo Brayda accetta l'incarico di commissario agli esami estivi di Disegno, in sostituzione di E. Reycend.
Relazione di M. Baretti sull'insegnamento della Geologia nell'Università. Lo stesso Baretti rinnova la richiesta di dividere il corso di Geologia in due: il primo rimarrebbe a lui, il secondo di Paleontologia verrebbe affidato ad A. Portis.
Cesare Schiaparelli accetta l'incarico di commissario agli esami di Chimica.
A. Genocchi indica l'assistente G. Peano per sostituirlo durante gli esami di Algebra, Geometria analitica e Calcolo.
Biglietto del segretario dell'Istituto tecnico Sommeiller per la segreteria dell'Università, con informazioni sui decreti relativi agli studenti rimandati agli esami di licenza.
Trasmissione alla R. Scuola superiore di agricoltura di Milano del regolamento e delle disposizioni relativi agli esami di laurea.
A. Portis è incaricato del corso ufficiale di Paleontologia, che già insegna come corso libero anche agli specializzandi (tra i quali è citato F. Sacco).

Preside. Personale insegnante della Facoltà. Disposizioni relative

Biglietto di G. B. Erba colla quale propone la conferma di E. Novarese [quale assistente].
Il rettore concede i congedi richiesti a N. Jadanza e a E. D'Ovidio. Quest'ultimo verrà supplito da G. B. Erba.
Contiene anche la pratica di conferimento della supplenza temporanea dell'insegnamento di Calcolo infinitesimale a G. Peano.
Biglietto di C. Ceppi il quale, trattenuto a Roma per partecipare al progetto per il monumento dedicato a Vittorio Emanuele, indica l'assistente Lorenzo Rivetti a supplirlo durante gli esami di Disegno.
Il Ministero della Pubblica istruzione respinge la richiesta di A. Dorna di avere un aiuto che lo supplisca nell'insegnamento durante le assenze.
Il Ministero incarica F. Faà di Bruno dell'ispezione della Scuola di matematiche di Francesco Gastaldi a Novara; G. Bruno e C. Ceppi dell'ispezione dell'Istituto tecnico di Mondovì.
Il Ministero acconsente alla proposta che G. Peano supplisca A. Genocchi nelle lezioni di Calcolo infinitesimale.
Il Ministero concede l'aumento di stipendio a E. D'Ovidio quale compenso per l'onere di sostenere, oltre alle cattedre di Algebra complementare e Geometria analitica, l'incarico dell'insegnamento di Geometria superiore.
M. Baretti fa domanda al Ministero di aumento dello stipendio.

Domande di studenti

Specchio degli esami sostenuti da Ugo Basile, studente del 4° anno di Giurisprudenza, inviato al padre su sua richiesta.
Il Comando del Distretto militare di Torino chiede di entrare in contato con Amelio Bargoni, il quale tuttavia non risulta essere tra gli studenti della Facoltà.

Results 1 to 20 of 17957