Risultati 16524

Descrizione archivistica
Stampa l'anteprima Vedere:

788 risultati con oggetti digitali Mostra i risultati con gli oggetti digitali

Laureati dal 12 luglio 1932 al 6 dicembre 1935

Contiene i verbali degli esami di: Franco Acutis (p. 23), Enrico Adami (p. 190 e 291), Ercole Agosta (p. 89 e 201), Alfredo Aiachini (p. 265), Francesco Aimerito (p. 73), Angelo Airò (p. 185), Luigi Pietro Albasio (p. 6), Francesco Allaira (p. 126), Pio Ambrogetti (p. 142), Francesco Amerio (p. 219), Piero Amucano (p. 256), Lorenzo Appendino (p. 88), Francesco Arbinolo (p. 243), Vincenzo Arcozzi Masino (p. 131), Giovenale Armando (p. 205), Gioacchino Arnaudi (p. 246), Gastone Artom (p. 12 e 188), Dario Ascoli (p. 43), Vincenzo Ascoli (p. 252), Pietro Auberti (p. 59), Guido Audisio (p. 141), Giovanni Avonto (p. 32), Alfonso Badini Confalonieri (p. 85), Vincenzo Badini Confalonieri (p. 20), Vittorio Badini Confalonieri (p. 218), Alessandro Baietto (p. 169), Vincenzo Baietto (p. 58), Luigi Ballario (p. 26), Caio Balossini (p. 66 e 162), Franco Barbera (p. 219), Antonio Barberis (p. 267), Corrado Barbero (p. 49), Carlo Barboglio de' Gaioncelli (p. 157), Carlo Baretti (p. 92), Guido Bassignana (p. 68), Giovanni Battaglia (p. 57), Giuseppe Battaglia (p. 133), Giacomo Beccaria (p. 199), Vittorio Beck-Peccoz (p. 37), Emilio Bellu (p. 221), Costantino Bellusci (p. 101), Cesare Belmondo (p. 127 e 158), Giuseppe Benaduce (p. 54), Agostino Benazzo (p. 212), Giuseppe Benedetto (p. 195), Antonio Berardo (p. 229), Filippo Berardo (p. 72), Luigi Beria (p. 25), Piergiorgio Bersanino (p. 233), Arturo Bersano (p. 25), Elio Bertola (p. 249), Luigi Bertolotti (p. 200), Guido Bertone (p. 248), Anacleto Bettaglio (p. 147), Emilio Bettoni (p. 106), Cesare Biancheri (p. 132), Pietro Bianco (p. 166), Moroello Bidoli (p. 268), Pietro Biffignandi (p. 270), Guglielmo Biglia (p. 36), Cesare Bionaz (p. 275), Carlo Francesco Biscaldi (p. 149), Pier Giuseppe Biscaldi (p. 247), Rodolfo Biscaretti di Ruffia (p. 36), Nicola Blandamura (p. 182), Giorgio Boccardo (p. 173), Carlo Boetti (p. 29), Corrado Boetti (p. 68), Antonio Bogetti (p. 23), Piercarlo Boggio (p. 115), Vittorio Boldrini (p. 35), Clelio Bologno (p. 204), Carlo Bonamico (p. 155), Riccardo Bondonio (p. 199), Mario Bongioannini (p. 141), Mario Bonino (p. 186), Emilio Bonomini (p. 4), Emma Borgheggiani (p. 282), Antonio Bori (p. 97), Gustavo Boringhieri (p. 100), Oreste Borla (p. 83), Lorenzo Borro (p. 99 e 210), Arturo Borsetti (p. 268), Carlo Alberto Boscarolli (p. 33), Vincenzo Boschiassi (p. 16), Cesare Bosio (p. 222), Luigi Bottino (p. 47), Alba Bournique (p. 113), Ernesto Boverio (p. 185), Elio Bravetta (p. 107), Gian Paolo Breda (p. 1 e 62), Attilio Brero (p. 225), Federico Breyen (p. 146), Enrico Brunod (p. 48), Tomaso Bua (p. 45), Gaetano Buffa (p. 189), Ubaldo Buffa (p. 77), Teofilo Buronzo (p. 278), Alberto Burzio (p. 175), Maria Grazia Busachi (p. 116), Antonio Bussi (p. 21), Giuseppe Buzzetti (p. 191), Enrico Cafici (p. 38 e 107), Pietro Cagnola (p. 274), Domenico Cairola (p. 74), Giorgio Caloiro (p. 175), Franco Giorgio Camilla (p. 136), Angelo Caminiti (p. 176), Franco Camussi (p. 238), Mario Canfari (p. 169), Erminio Cantarella (p. 232), Guglielmo Cantoni (p. 84), Domenico Cappa (p. 186), Tito Cappugi (p. 251), Alberto Cardinali (p. 143), Carlo Carducci (p. 159), Enrico Caretta (p. 263), Pietro Giovanni Caron (p. 60), Cesare Cattaneo (p. 213), Giacomo Cavalli (p. 245), Enrico Cavallo (p. 238), Luigi Caviglia (p. 136), Ercole Cella (p. 88), Teresio Cellerino (p. 137), Angelo Ceretti (p. 93), Renato Chabod (p. 24), Guido Chiappo (p. 236), Giuseppe Chicco (p. 232), Riccardo Chicco (p. 187), Pasquale Chieppa (p. 119), Carlo Chiesa (p. 6), Ermanno Chionio (p. 279), Renato Chiono (p. 233), Rocco Ciambotti (p. 51), Riccardo Cioffi (p. 295), Ernesto Cipolla (p. 170), Umberto Clerici (p. 55), Marco Coassolo (p. 216), Michele Çoba (p. 91), Dario Colombo (p. 284), Giulio Colombo (p. 43), Luigi Conte (p. 31), Mario Conte (p. 59), Mario Copasso (p. 214), Amedeo Coppetti (p. 44), Giuseppe Cordero (p. 248), Carlo Cordero di Vonzo (p. 190), Giacomo Corgnati (p. 250), Alfonso Corradini (p. 13), Vitantonio Corrente (p. 147), Cesare Corsi di Bosnasco (p. 17), Policarpo Corsi di Bosnasco (p. 8), Carlo Corte di Montanaro (p. 213), Carlo Corti (p. 176), Pietruccio Corva (p. 296), Giandomenico Cosmo (p. 181), Giovanni Battista Costa (p. 53), Giuseppe Costa (p. 224), Giovanni Coticoni (p. 146), Raimondo Craveri (p. 193), Giuseppe Crivello (p. 144), Giuseppe Cucchiara (p. 15), Silvio Curri (p. 33), Ettore Curti (p. 70), Guido Curtino Castagneri (p. 103), Romano Cutrufelli (p. 134), Alessandra Da Venezia (p. 278), Enrico Dalmasso (p. 161), Giuseppe Dalmasso di Garzegna (p. 180), Pietro Luigi D'Antona (p. 74), Stefano David (p. 296), Cesare De Ambrogio (p. 145), Mario De Angelis (p. 86), Angelo De Antonio (p. 119), Enzo De Felice (p. 102), Giacomo De Luca (p. 57), Massimo De Maio (p. 99), Enzo De Negri (p. 111), Giuseppe De Rege Thesauro (p. 98 e 149), Carlo De Vargas Machuca (p. 79 e 202), Luigi De Vecchi (p. 78), Giovanni de Vita (p. 174), Italo Degiovannini (p. 231), Carlo del Pozzo (p. 239), Paolo Deleonardi (p. 28), Giovanni Delfino (p. 226), Antonio Della Torre (p. 207), Mario Dellai (p. 82), Enzo Delpiano (p. 108), Giovanni Delprato (p. 242), Franco Demonte (p. 272), Fernando Diego Deriù (p. 157), Francesco Di Gaspero (p. 106), Ernesto Di Leo (p. 94), Giuseppe di Rovasenda del Melle di Ceresole e Palermo (p. 137), Ugo Diappi (p. 259), Lina Diena (p. 297), Lorenzo Donnet (p. 221), Antonio D'Onofrio (p. 170), Mario Dossetto (p. 183), Evelina Dubosc (p. 172), Cesare Durio (p. 108), Giovanni Eder (p. 234), Francesco Egger (p. 116), Gino Ercolani (p. 171), Augusto Evangelista (p. 134), Gian Giorgio Fabri (p. 109), Franco Facchinelli Mazzoleni (p. 87), Pier Vittorio Facciotti (p. 247), Luigi Faletti (p. 220), Ennio Fappiani (p. 104), Pietro Fassio (p. 271), Alessandro Favre (p. 298), Luciano Favretti (p. 24 e 101), Arturo Fè d'Ostiani (p. 98), Mario Fedele (p. 168), Giulio Cesare Fenolio (p. 61), Andrea Fenu (p. 105), Giuseppe Ferlanti (p. 211), Luigi Ferraris (p. 154), Venanzio Ferraris (p. 85), Giovanni Ferreri (p. 86), Luigi Ferrero (p. 184), Massimo Ferrero (p. 286), Domenico Ferruzzi (p. 11), Carlo Fettarappa Sandri (p. 26), Osvaldo Fino (p. 173), Antonio Fiorio (p. 143), Giuseppe Fioritto (p. 83), Giovanni Fracchia (p. 41), Arnaldo Frailich (p. 236), Adolphe Fraipont (p. 197), Giuseppe Franchino (p. 58), Guido Frisetti (p. 280), Alberto Frova (p. 34 e 121), Aldo Fuhrmann (p. 110), Giacomo Fulchero (p. 227), Valdo Fusi (p. 200), Guglielmo Fusilli (p. 22), Mario Fusilli (p. 11), Roberto Gaja (p. 39), Enrico Gallo (p. 94), Sebastiano Gallo (p. 109), Eugenio Lino Galvano (p. 198), Giacomo Gambolò (p. 75), Augusto Garbero (p. 150), Mario Garino (p. 14), Giovanni Garola (p. 299), Gaetano Garretti di Ferrere (p. 87), Adolfo Garro (p. 244), Armando Gatti (p. 171), Alessandro Gay di Quarti (p. 294), Giovanni Battista Gazzera (p. 215), Aldo Gerbi (p. 283), Emilio Germano (p. 124), Michele Ghiggia (p. 225), Albertina Giacobbe (p. 299), Margherita Giacobbe (p. 288), Giuseppe Giacometti (p. 126), Luigi Giannuzzi (p. 31), Giovanni Gianolio (p. 249), Vittorio Gianotti (p. 27), Franco Gilardino (p. 77), Augusto Giordano (p. 217), Luigi Giovanelli (p. 60), Carlo Giovenale (p. 184), Bernardino Giuliano (p. 230), Enrico Giuliano (p. 159), Enrico Giuponi (p. 5), Mario Goggi (p. 230), Giovanni Battista Gonella (nato il 4 ottobre 1904) (p. 128), Giovanni Battista Gonella (nato il 21 dicembre 1911) (p. 161), Luigi Grassi Reverdini (p. 226), Giovanni Battista Raimondo Gribaldo (p. 133), Giustino Grignolo (p. 2), Alberto Grilli (p. 9), Vinigi Lorenzo Grottanelli (p. 298), Renato Gualino (p. 152), Giuseppe Guarneri (p. 56), Giorgio Guaschino (p. 192), Luigi Guglielmi (p. 160), Nicola Guglierame (p. 1), Pier Lamberto Guidi di Bagno (p. 122), Kurt Heinricher (p. 148), Pietro Imoda (p. 113), Dino Jarach (p. 251), Donato Jona (p. 195), Mario Kechler (p. 285), Giovanni Kleissl (p. 96), Vincenzo La Cola (p. 138), Aldo Lace (p. 93), Piergiovanni Laezza (p. 112), Luigi Lai (p. 47), Vittorio Lang (p. 287), Anna Lange (p. 215), Cesare Lanza (p. 30 e 211), Giulio Lanza (p. 27), Gerolamo Lanzone (p. 10), Sandra Lattes (p. 65), Bruno Leoni (p. 263), Enrico Leotardi di Boyon (p. 52), Dario Lepore (p. 50), Fausto Levi (p. 285), Franco Levi (p. 63), Ugo Levi (p. 95), Domenico Lombardo (p. 222), Gian Carlo Lombardo (p. 129), Lodovico Long (p. 179), Antonino Longo (p. 46 e 138), Luigi Longo (p. 228), Mario Longo (p. 192), Ernesto Lovera di Maria (p. 155), Luigi Lovera di Maria (p. 67), Battista Lupo (p. 19), Vittorio Luraschi (p. 15 e 182), Franco Maffioli (p. 245), Aldo Magliano (p. 30), Felice Magliola (p. 281), Luigi Magno (p. 255), Alessandro Malinverni (p. 100), Celestino Mamini (p. 112), Mario Manassero di Costigliole (p. 227), Rodolfo Manera (p. 174), Alberto Maniglio (p. 193), Leonardo Manneschi (p. 231), Tito Manno (p. 287), Giacomo Alberto Mantelli (p. 125), Mario Marcarino (p. 291), Giuseppe Marchello (p. 145), Gilberto Marchetti (p. 64), Paolo Marenco (p. 56), Vittorio Marengo (p. 48), Danilo Marin (p. 167), Giacomo Marino (p. 194), Ugo Marino (p. 239), Vittorio Marinone (p. 42), Ennio Marinoni (p. 97), Andrea Marioni (p. 10), Luigi Martelli (p. 265), Aristide Martinetto (p. 228), Giacomo Martinotti (p. 73), Luigi Martinotti (p. 105), Giuseppe Masia (p. 5), Germano Mastellari (p. 235), Virgilio Mazzoleni (p. 32), Mauro Mazzone (p. 38), Pietro Mecco (p. 262), Luigi Melano (p. 140), Antonio Mele (p. 7), Enrico Mello (p. 300), Raffaele Melucco (p. 51), Gaudenzio Merlo (p. 114), Vincenzo Meynardi (p. 284), Mario Mezzalama (p. 79), Giuseppe Michelli (p. 67), Riccardo Midana (p. 183), Paolo Minà (p. 18), Laura Minoli (p. 123), Aldo Mioletti (p. 206), Guido Molinar Min (p. 258), Sergio Molinari (p. 46), Franco Molinengo (p. 144), Walter Momigliano (p. 260), Carlo Monchiero (p. 244), Ignazio Monetti (p. 163), Alarico Mongardi (p. 210), Carlo Monti (p. 65), Cesare Montiferrari (p. 12), Giovanni Battista Monzini (p. 61), Aristotele Morello (p. 243), Gino Morina (p. 172), Ettore Morone (p. 279), Aristide Mossotto (p. 276), Ferruccio Motta (p. 276), Giuseppe Muccio (p. 117), Francesco Mussa (p. 167), Lorenzo Nava (p. 20), Filippo Negri (p. 165), Mario Norat (p. 19), Giacomo Oberto (p. 151), Luigi Occelli (p. 223), Giuseppe Olivero (p. 217), Mario Onida (p. 156), Pier Paolo Orengo (p. 293), Paolo Orsi (p. 44), Tiziano Ostano (p. 206), Alberto Pagge (p. 69), Giovanni Palatucci (p. 54), Alberto Palazzolo (p. 153), Giovenale Palenzona (p. 294), Olga Palli (p. 154), Filippo Paolucci delle Roncole (p. 266), Mario Parigi (p. 130), Rocco Parlagreco (p. 153), Ettore Parola (p. 104), Enrico Parone (p. 91), Francesco Parvopassu (p. 41), Luigi Pasino (p. 290), Giovanni Pasta (p. 66), Alberto Peano (p. 7), Gregorio Peano (p. 292), Emanuele Pelissero (p. 8), Paolo Pellegrino (p. 120), Rodolfo Pellion di Persano (p. 28), Giuseppe Percival (p. 90), Ida Perlo (p. 234), Eugenio Petitti (p. 212), Giuseppe Pettazzi (p. 165), Giuseppe Peyretti (p. 76), Giuseppe Peyron (p. 297), Giorgio Pezzana (p. 63), Giovanni Battista Pia (p. 92), Giacomo Piacentino (p. 290), Silvio Piccinelli (p. 95), Giovanni Picco (p. 300), Tullio Pinelli (p. 202), Franchino Pinna (p. 286), Giacinto Pinna (p. 111), Franco Pivano (p. 270), Edoardo Poggi (p. 240), Mario Poggi (p. 189), Pietro Poggi (p. 53), Lorenzo Pogolotti (p. 89), Amerigo Poli (p. 277), Carlo Pollio (p. 272), Mario Poncini (p. 164), Alberto Ponsero (p. 180), Ernesto Ponte di Pino (p. 114), Virgilio Ponti (p. 208), Giulio Porrati (p. 288), Luigi Porro (p. 81), Giacomo Porta (p. 80), Giovanni Pozzo (p. 269), Domenico Prassone (p. 152), Bartolomeo Prato (p. 50), Francesco Presbitero (p. 135), Carlo Preve (p. 124), Tommaso Prever (p. 22), Guido Pugliaro (p. 103 e 198), Giovanni Pugliese (p. 257), Giuseppe Pugliese (p. 293), Sergio Pugliese (p. 52), Francesco Putzu (p. 123), Alfredo Quadri (p. 35), Giovanni Quadri (p. 196), Alvise Quarantotto Gambini (p. 29), Luigi Quossolo (p. 162), Ignazio Rabaglino (p. 254), Alda Radicati di Primeglio (p. 261), Isicle Raffo (p. 201), Giacomo Ragnoli (p. 282), Ermes Raho (p. 208), Nello Raimondo (p. 71), Italo Ramorino (p. 96), Cesare Rampino (p. 139), Giacomo Rava (p. 80), Riccardo Ravazzi (p. 264), Silvio Ravello (p. 205), Mario Raverdino (p. 177), Luigi Federico Re (p. 82), Vincenzo Reynaudi (p. 253), Pietro Riccardi (p. 62), Fernando Ricciardi (p. 273), Renato Ricciardi (p. 181), Camillo Riccio (p. 110), Maria Concetta Richiardi (p. 129), Leandro Rinaldi (p. 196), Oreste Rinetti (p. 223), Costantino Riscossa (p. 70), Giovanni Riva (p. 250), Roberto Roberto (p. 2), Giuseppe Federico Robotti (p. 262), Paolo Rodano (p. 269), Cesare Roddi (p. 253), Carlo Rodolfo (p. 49), Leopoldo Roggero (p. 254), Gustavo Rol (p. 139), Agostino Rola (p. 242), Aldo Rollino (p. 160), Vittorio Romagnani (p. 257), Mario Romagnolo (p. 142), Antonio Romita (p. 240), Umberto Rosania (p. 274), Massimo Rosazza Marlero (p. 255), Edoardo Roscio (p. 252), Attilio Rossi (p. 4), Claudio Rossi (p. 281), Giovanni Battista Rossi (p. 188), Lucio Rossi (p. 3), Alessandro Rossini (p. 273), Pietro Rosso (p. 75), Angelo Rota (p. 127), Stefano Rota (p. 289), Giuseppe Rovero (p. 166), Pietro Roz (p. 187), Costantino Rybine (p. 203), Giuseppe Sabbatini (p. 168), Paolo Vittorio Sabbione (p. 191), Michele Saccaro (p. 156), Adalberto Sacco (p. 130), Guglielmo Saffirio (p. 260), Angelo Sandri (p. 18), Giovanni Sansoldo (p. 224), Carlo Santagostino (p. 16), Oscar Santi (p. 71), Pietro Santinelli (p. 151), Silvio Sappia (p. 131), Alfredo Saracino (p. 271), Angelo Sarti (p. 197), Enrico Costantino Sartorio (p. 150), Lina Savarino Corti (p. 267), Alessandro Savio (p. 81), Ermanno Savio (p. 14), Leonida Savio (p. 178), Vincenzo Savorgnan di Montaspro (p. 216), Italo Scagliola (p. 218), Aurelio Schembari (p. 148), Ignazio Scotto (p. 256), Carlo Scrinzo (p. 120), Gualtiero Segna (p. 117), Giorgio Segre (p. 17), Venanzio Sella (p. 132), Achille Serra (p. 84), Giuseppe Serra (p. 266), Luigi Serratrice (p. 280), Alfredo Serafino Sguazzino (p. 275), Carlo Signorile (p. 122), Armando Silombra (p. 158), Michele Silva (p. 121), Giovanni Silvia (p. 118), Guido Sinigaglia (p. 277), Cesare Solza (p. 292), Franco Sormano (p. 258), Paolo Sormano (p. 229), Pietro Sosso (p. 9), Giulio Sunder (p. 220), Gustavo Tabusso (p. 259), Pio Taverna (p. 207), Renzo Tenino (p. 34), Guido Teppati (p. 135), Mario Teppex (p. 237), Guido Tercinod (p. 164), Emanuele Testa (p. 289), Alfonso Thiebat (p. 45), Michele Tiranty (p. 204), Giulio Tironi (p. 13), Pier Gioachino Toesca di Castellazzo (p. 178), Elia Tombini (p. 64), Eugenio Tonini (p. 140), Mario Torchio (p. 102), Giulio Tornielli (p. 246), Romolo Tosetto (p. 261), Francesca Trasciatti (p. 237), Alberto Tresso (p. 42), Dario Treves (p. 21), Giuseppe Trojan (p. 203), Giovanni Tsavaris (p. 209), Emilio Turbil (p. 3), Roberto Tutzer (p. 235), Santi Uccello (p. 209), Giuseppe Ulietti (p. 37), Giuseppe Valente (p. 118), Alberto Valentino (p. 194), Emilio Valsecchi (p. 177), Ferdinando Vanara (p. 39), Giorgio Vaudagna (p. 55), Claudia Ventura (p. 283), Carlo Vercellotti (p. 40), Giuseppe Vernoni (p. 78), Luciano Verona (p. 214), Gianfranco Vialardi di Villanova (p. 115), Giovanni Viale (p. 76), Lorenzo Viberti (p. 125), Ernesto Vietti (p. 295), Alberto Vigna (p. 40), Arnaldo Virando (p. 128), Esther Vita Levi (p. 241), Miranda Vitale (p. 90), Umberto Zaccone (p. 264), Giovanni Zali (p. 69), Giovanni Battista Zanetta (p. 241), Alfonso Zenone (p. 72), Angelo Zilioli (p. 179), Francesco Zoppi (p. 163).

Scuola di Ostetricia, disposizioni generali. Istituti ostetrici di Novara, Vercelli, Voghera, Alessandria

Documenti relativi al concorso al posto di professore e direttore della Scuola Ostetrica e chirurgo curante presso l'Ospedale Maggiore di Vercelli, tenutosi nell'aprile 1881. Comunicazioni tra Ministero, rettore e professori chiamati a far parte della commissione esaminatrice, tra cui Burresi (presidente), Vincenzo Precerutti, Garelli, D. Tibone, Vittorio Colomiatti e Lorenzo Bruno (supplenti).
Corrispondenza tra rettore e Ministero in cui si sollecita la pubblicazione dell'esito del concorso; tra rettore e alcuni dei concorrenti: Erasmo De Paoli, assistente presso l'ospedale Giovanni Battista di Torino, e Libero Bergesio, assistente presso la Clinica ostetrica di Torino.

Rivolta del 1821

L’11 gennaio 1821, al Teatro d’Angennes, alcuni studenti indossarono un berretto di lana rossa con fiocco nero, colori delle insegne carbonare. Nonostante si trattasse di un gesto goliardico, furono arrestati dai carabinieri in violazione del privilegio del foro. Il giorno seguente, per protesta, l'Università fu occupata; nonostante la mediazione di Prospero Balbo, ministro dell'Interno e capo del Magistrato della Riforma, Ignazio Thaon di Ravel, governatore militare della città di Torino, ordinò di sedare con la forza il tumulto. Le truppe, abbattuto il cancello su via Po, irruppero nel cortile e ferirono una trentina di giovani: numerosi furono gli arresti e i ricoveri presso l'Ospedale di San Giovanni. Seppur la protesta sia sorta spontaneamente, contro la violazione di antichi privilegi, i fatti assunsero un forte significato politico, in virtù del malcontento per le condizioni dell’Università. Nel 1814 erano stati allontanati alcuni tra i migliori docenti, a causa della loro partecipazione alle vicende rivoluzionarie e alla collaborazione con il regime napoleonico, sottoponendo l'Ateneo a un controllo ideologico soffocante.
Molti studenti, insieme ad alcuni docenti e numerosi “ripetitori” del Collegio delle Province, presero parte al movimento insurrezionale sorto a marzo. Dopo la sconfitta di Novara a opera dell’esercito austriaco alcuni fuggirono esuli in Spagna, tra cui tre degli studenti che avevano indossato il berretto rosso; altri furono invece arrestati. L’Università restò a lungo chiusa e furono adottati provvedimenti per evitare gli assembramenti dei giovani in città, stabilendo che si istruissero almeno per i primi anni nelle città di provenienza. Nel 1822 fu abolito il privilegio del foro, soppresso il Collegio delle Province e approvato un Regolamento in cui i doveri religiosi e il controllo costante su abitudini di vita e condotta suscitano un forte malcontento.

Si conservano:

  • fascicolo a stampa composto da 2 bifogli incollati: Patenti colle quali S.E. il signor cavaliere Thaon di Revel Conte di Pralungo luogotenente generale ne' regii stati stabilisce una delegazione per conoscere de' delitti di ribellione, tradimento, insubordinazione, ed altri commessi per operare lo sconvolgimento seguito nello scorso mese di marzo, Torino, Stamperia Reale, 26 aprile 1821;
  • 2 bifogli a stampa recanti i sonetti Alla patria di C.A.M. (studente di Medicina all'Università di Torino) e Agli italiani di F.C. (studente di Legge all'Università di Torino), 1821;
  • fascicolo manoscritto composto da 6 bifogli cuciti: presenta il Catalogo degli ufficiali che componevano la banda degli assassini che entrarono nell'Università la sera del 12 gennaio, e 22 componimenti poetici (per lo più sonetti) sui disordini del gennaio 1821, che denunciano la dura repressione attuata del governatore Thaon di Ravel, 30 giugno 1822;
  • 4 tavole a stampa raffiguranti la carica dei soldati contro gli studenti nel cortile dell'Università:
    1. "Massacro degli studenti nell'università di Torino", incisione di Giacomo Carelli su disegno di Antonio Masutti, estratta da Pietro Corelli, La Stella d’Italia, o nove secoli di casa Savoia, IV, Milano, Alessandro Ripamonti, 1862, tav. III;
    2. seconda copia della medesima incisione, proveniente da un volume non noto, accompagnata dalla didascalia "... a colpi di spada e di bajonetta assalgono quei giovinetti inermi. (Pag. 408)";
    3. "I disordini universitarii d'altri tempi: Rivolta degli studenti torinesi nel 1821", senza autore, estratto da «Illustrazione popolare. Giornale per le famiglie», A. XXXII, n. 15, 10 marzo 1895, copertina;
    4. "La rivolta degli studenti dell'Università di Torino nel 1821", illustrazione di Tancredi Scarpelli estratta da Paolo Giudici, Storia d'Italia, IV, Il Risorgimento, Firenze, Nerbini, 1958, tav. 19;
  • volantino relativo al corteo degli studenti promosso dall'Associazione Torinese Universitaria per commemorare i compagni caduti nel marzo 1821, s.d. [1903?];
  • cartolina che riproduce la lapide dedicata ai moti del 1821 nella sua collocazione originaria nel cortile del Palazzo degli Studi [Rettorato], stampa Ediz. G. Navarini, s.d. [post 1904] (2 copie);
  • volume: Efisio Giglio Tos, Albori di Libertà. Gli Studenti di Torino nel 1821, Torino-Genova-Milano, Casa Editrice Renzo Streglio, 1906;
  • fotocopia dell'estratto L'episodio di San Salvario (11 marzo 1821) di Arturo Segre, tratto da La rivoluzione piemontese dell'anno 1821 (collana Biblioteca di Storia Italiana Recente 1800-1870, vol. XI, Torino, Fratelli Bocca, 1923).

Appunti micologici

Quaderni di vario spessore e di contenuto molto eterogeneo, talvolta anche all'interno del medesimo quaderno. Nonostante il tema prevalente sia micologico, sono talvolta presenti note floristiche o di botanica sistematica. Prevalgono gli elenchi di funghi osservati, raccolti, studiati dal professor Peyronel nelle valli valdesi (val Germanasca e val Pellice), di cui era originario.

Igiene

Chiarimenti sulla retribuzione accordata a L. Pagliani, incaricato della supplenza alla cattedra di Igiene per l'a.s. 1879-80.

Insegnamento e Scuola di Igiene

Corrispondenza intorno alla stabilizzazione del disegnatore Antonio Pagliano e alla sua retribuzione.
C. Bozzolo risponde al sindaco di Villa del Monte sopra Riva nel Tirolo che chiede un rimedio alla malattia diffusasi tra gli operai che lavorano nella galleria del Gottardo, chiamata appunto "anemia del Gottardo".
Ringraziamenti a Beniamino Carenzi, viceconservatore del vaccino, per le lezioni sulle vaccinazioni tenute agli studenti del corso di Igiene

Scuola di Materia medica. Assistente

Nomina di Giovanni Battista Bono ad assistente del Laboratorio di Materia medica per il 1881 e corrispondenza intorno ad una remunerazione straordinaria.
Comunicazioni sul cessato servizio dell'assistente Carlo Cappa.

Gabinetto di Fisiologia. Direzione, assistenti

Pagamento delle retribuzioni da dicembre 1879 a settembre 1880 a P. A. Piutti, assistente provvisorio presso il Gabinetto di Fisiologia. La sua collaborazione è stata richiesta da A. Mosso, poiché i due assistenti titolari, Fubini e Pagliani, sono impegnati con l'insegnamento e direzione del laboratorio.
Corrispondenza col prefetto circa le rimostranze fatte dagli inquilini del Palazzo di San Francesco da Paola per i rumori molesti prodotti dagli animali sottoposti ad esperimenti scientifici presso il laboratorio di Fisiologia.
Conferma di L. Pagliani a assistente presso il Gabinetto di fisiologia per un triennio.
Luigi Corino è nominato servente presso il Gabinetto di Materia medica in luogo di Bernardo Pellegrino, passato al Gabinetto di Fisiologia.

Gabinetto di Fisiologia. Direzione, assistenti, inserviente

Nomina di G. Fano a 1° assistente presso il Laboratorio di Fisiologia per un biennio a partire da novembre 1880. Segue la rinuncia dello stesso, il quale, su proposta di A. Mosso, viene sostituito da A. Capparelli.
Conferma di C. Schiapparelli al posto di preparatore presso il laboratorio di Chimica generale.
Nomina di A. Roth ad assistente provvisorio e di P. Giacosa a assistente in luogo di L. Pagliani. Retribuzioni di A. Roth da aprile a agosto 1881.
Retribuzioni di Giorgio Mondo, servente provvisorio in luogo di Giovanni Battista Cotti, da febbraio a giugno 1881.
Elenco del personale addetto al Laboratorio di Fisiologia per l'a.a. 1881-82.
Richiesta di A. Mosso di stabilizzare G. Mondo come servente definitivo.
Richiesta di aumento stipendiale a favore di P. Giacosa.
Essendo stato nominato nominato professore straordinario di Igiene, L. Pagliani è esentato dal ruolo di assistente.
Nomina di P. Giacosa a assistente provvisorio presso il laboratorio di Fisiologia in luogo di A. Piutti e retribuzioni da dicembre 1880 a marzo 1881.
Corrispondenza col prefetto circa le rimostranze fatte dagli inquilini del Palazzo di San Francesco da Paola per i rumori molesti prodotti dagli animali sottoposti ad esperimenti scientifici presso il laboratorio di Fisiologia.
Remunerazione straordinaria a favore di Bernardo Pellegrino, servente presso il Laboratorio di Fisiologia.
Retribuzioni di P.A. Piutti, assistente provvisorio, da settembre a novembre 1880.

Richiesta di notizie del marito.

  • 1234 IT ORTOUT MORIS Corr. Lisa 171.1
  • Unità documentaria
  • 1828-07-11
  • Parte diOrto botanico

Lettera inviata l’11 luglio 1828, senza località di invio. La scrivente, che è inferma, vuole sapere da Moris dove si trova il marito Domenico, se a Genova o ancora per mare

Studenti in genere, disordini, provvedimenti, informazioni

  • Sottofascicolo "Disordini nella Scuola di Meccanica": corrispondenza relativa ai disordini provocati dagli studenti, alcuni dei quali allievi della Scuola di Applicazione, che impediscono al professor G.B. Erba di tenere regolarmente lezione. La segnalazione al rettore viene fatta nel gennaio 1882 e porta, dapprima, alla pubblicazione di un avviso agli studenti per richiamarli all'ordine e poi, nel marzo 1882, all'istituzione di una commissione d'inchiesta composta dal rettore, il direttore della Scuola di Applicazione e dal preside della Facoltà di Scienze. Le lezioni vengono temporaneamente sospese, poi il corso viene definitivamente sospeso a decorrere dal 2 giugno, giorno in cui viene impedito l'accesso all'aula in cui doveva tenere lezione allo stesso professor Erba.
  • Sottofascicolo "Arresto dello studente Giordano (14 marzo 1882)": comunicazione dell'arresto dello studente Giovanni Battista Giordano, avvenuta nel Teatro Gerbino, perché aveva fischiato durante l'esecuzione dell'inno reale, manifesto degli studenti che invita a trovarsi davanti all'Università per protestare, relazione del rettore E. D'Ovidio al ministro nella quale spiega come sia riuscito a evitare ulteriore proteste e chiede comprensione per lo studente; altra corrispondenza riguardante anche lo studente Pietro Musso condannato al confino.
  • Sottofascicolo "Bandiera degli studenti": copia della relazione inviata dal rettore al ministro e al prefetto di Torino in merito all'acquisto, finanziato dagli studenti nel 1853, di una bandiera tricolore portatile e ai problemi di utilizzo e custodia sorti successivamente; bozza di un regolamento per l'utilizzo della bandiera.
  • Sottofascicolo "Schiamazzi": carte riguardanti i disordini incorsi fra studenti per l'utilizzo della bandiera al funerale del preside del Liceo Gioberti e le proteste "...che fecero studenti anticlericali a favore di studenti pisani".
  • Sottofascicolo "Schiamazzi. Lapide di San Secondo": due manifesti del "Comitato anticlericale universitario" che invita gli studenti e i cittadini a una dimostrazione domenica 16 aprile 1882 contro l'affissione di una lapide in onore di Pio IX sulla chiesa di San Secondo a Torino e corrispondenza relativa.
  • Carte sciolte relative a manifestazioni di carattere politico e interno all'Università e a situazioni nelle quali sono coinvolti studenti: manifesto degli studenti contro la nomina clientelare di docenti, fra i quali "... il più odiato professore della nostra Università (imposto) agli studenti di Legge"; denuncia del furto di reperti anatomici ad opera di studenti di Medicina; lancio di pietre contro i locali dell'Università e la chiesa del complesso di San Francesco da Paola; manifesti che invitano gli studenti all'adesione alla neonata Associazione Universitaria Torinese; richiesta di informazioni in merito all'iscrizione ai corsi universitari di Costanzo Paschetta; copia del n. 10 del 4 febbraio 1882 del giornale "Il fischietto"; segnalazione del professor C. Ceppi circa le ingiustificate assenze degli studenti al corso di Disegno; invito della Gioventù Universitaria di Palermo alla celebrazione del VI centenario del Vespro; invito alla sottoscrizione di un periodico dedicato a tutti gli studenti universitari italiani; invito del Comitato promotore alla cerimonia di commemorazione di Arnaldo da Brescia.

Esami di Medicina operativa

Con rubrica. La controguardia anteriore è un foglio di reimpiego: si tratta della minuta di una lettera del 1804 (latino, francese e italiano) in cui si comunica a Giacomo Pietro Ignazio Guglielmetti l'ammissione al Collegio delle Province con un posto di fondazione Guidetti.

Risultati da 1 a 20 di 16524