Sperino, Casimiro

Area dell'identificazione

Tipo di entità

Persona

Forma autorizzata del nome

Sperino, Casimiro

Forma(e) parallele di nome

Forme normalizzate del nome in conformità ad altre regole

Altra(e) forma(e) di nome

Codice identificativo dell'ente

Area della descrizione

Date di esistenza

31 agosto 1812 (Scarnafigi, Cuneo) - 12 febbraio 1894 (Torino)

Cronologia

Nel 1832 si laureò in Medicina, nel 1834 in Chirurgia. Durante l'epidemia di colera che dal 1835 colpì tutta l'Europa, Sperino partecipò al coordinamento delle misure mediche per gli Stati Sabaudi. Il Re Carlo Alberto gli offrì la nomina a dottore collegiato nel Collegio Medico, ma Sperino chiese che la nomina fosse convertita in una borsa di studio all'estero. Trascorse così due anni a Parigi, dedicandosi soprattutto all'oftalmologia, alla sifilologia e all'ostetricia.
Ritornò in Piemonte nel 1837 e, sulla scia delle sue esperienze all'estero, istituì a Torino un dispensario per le malattie degli occhi. Grazie alla collaborazione di medici e a sovvenzioni della Compagnia di S. Paolo, il dispensario si ampliò fino a trasformarsi in Ospedale Oftalmico.
Si interessò anche per la Sifilologia e nel 1841 divenne Primario Chirurgo presso l'Ergastolo.
Le sue ricerche cliniche, sia in Oftalmologia che in Sifilologia, nel 1851, e i risultati ottenuti sulle scimmie da parte del francese Auzias-Turenne, lo portarono a trattare le prostitute degenti nel suo reparto con la tecnica della «sifilizzazione» e ne proposte anche l'uso preventivo. In seguito, tale tecnica e i loro promulgatori vennero condannati e Sperino lasciò l'Accademia di medicina, per poi esservi reintegrato nel 1884.
Nel 1859 Sperino ottenne la cattedra di Oftalmologia e nel 1867 quella di Clinica Sifilitica. Partecipò attivamente alla creazione dell'ospedale di S. Lazzaro per le Malattie Celtiche.
Nel 1860 venne nominato Commissario per la Sanità del Regno di Napoli e nel 1888 divenne Senatore.

Luoghi

Nato a Scarnafigi (CN) e morto a Torino.

Stato legale

Funzioni, occupazioni, attività

Professore di Clinica delle malattie sifilitiche e di Oftalmologia nella Facoltà di Medicina e chirurgia, venne nominato professore ordinario di Clinica delle malattie sifilitiche nel 1873.
Preside della Facoltà di Medicina e chirurgia (1877-87).
Professore di Clinica oculistica all'Università di Torino (1859-1871)
Professore ordinario di Clinica delle malattie sifilitiche all'Università di Torino
Preside della Facoltà di medicina e chirurgia dell'Università di Torino (1877-1888)
Chirurgo del sifilicomio di Torino (1840)
Medico della Real Casa
Fondatore dell'Ospedale oftalmico di Torino (1851)
Presidente dell'Ospedale oftalmico di Torino (1877)
Direttore della Clinica oculistica dell'Università di Torino (1859-1871)
Direttore della Clinica sifilitica dell'Università di Torino (1862-1894)
Membro straordinario del Consiglio superiore della pubblica istruzione (1° gennaio 1860-novembre 1863)
Socio fondatore ordinario dell'Accademia medico chirurgica di Torino (1846)

Mandato/Fonti autoritative

Articolazioni interne/Genealogia

Contesto generale

Area delle relazioni

Area dei punti di accesso

Punti d'accesso per soggetto

Punti d'accesso per luogo

Occupazioni

Area del controllo

Identificatore del record di Autorità

Codice identificativo dell'istitituto conservatore

Norme e convenzioni utilizzate

Stato

Bozza

Livello di completezza

Date di creazione, revisione, cancellazione

Lingue

Scritture

Fonti

Necrologio, scritto da Lorenzo Bruno, nell'Annuario della Regia Università di Torino dell'anno accademico 1894-95, pagg. 164-174: https://www.omeka.unito.it/omeka/items/show/24
Articolo in Torino Scienze: https://www.torinoscienza.it/personaggi/casimiro-sperino#

Note di manutenzione

  • Area di lavoro

  • Esporta

  • EAC

Soggetti collegati

Luoghi collegati