Print preview Close

Showing 16282 results

Archival description
Print preview View:

764 results with digital objects Show results with digital objects

Funerali, anniversari, partecipazione di morte di professori di altre Università

Invito del rettore rivolto ai docenti per partecipare alla funzione di anniversario della morte di re Carlo Alberto che si terrà in duomo. Lettere di scuse di L. Schiapparelli e C. Sperino, i quali non potranno intervenire perché fuori città.
Commemorazione dei prof. F. Rizzoli, G. Rota e Giovanni Polli (R. Ist. Lombardo), estratte dai "Rendiconti" del Regio Istituto Lombardo.
Comunicazioni di morte di Giuseppe Ugdulena, professore di Diritto costituzionale presso l'Università di Palermo; di Giuseppe Rota, professore Letteratura latina presso l'Università di Pavia; di Francesco Rizzoli e di Camillo Versari, professore di Patologia generale, entrambi dell'Università di Bologna; Gabriello Carnazza, professore di Diritto costituzionale presso l'Università di Catania; di Francesco Mazzolo, rettore dell'Università di Padova; di Bernardino Berardi, professore di Diritto e procedura penale presso l'Università di Urbino; di Michelangelo Raibaudi, professore di Filosofia del diritto presso l'Università di Palermo; di Ezio Sala, professore di Codice civile, e di Antonio Baschieri, professore di Anatomia e Fisiologia, entrambi dell'Università di Modena.
Il rettore chiede a G.E. Garelli della Morea di rappresentare l'Ateneo nella funzione di anniversario della morte di re Vittorio Emanuele II.

Tasse e sovratasse. Quitanze, dispense

Il Ministero della Pubblica istruzione riconosce la dispensa dalle tasse scolastiche agli studenti Giovanni Dragone (Medicina), Pietro Crespi, Paolo Marco e Bartolomeo Ferreri (Farmacia). Resta in sospeso la pratica di Giovanni Dardano per mancanza di documenti.
Trasmissione degli elenchi degli studenti che chiedono la dispensa delle tasse.

Propine per le varie specie di esami, e specchi relativi

Il Ministero della Pubblica istruzione dispone il pagamento dei compensi per coloro che hanno fatto parte delle commissioni degli esami autunnali, dati secondo il "vecchio metodo", presso le Facoltà di Lettere e filosofia e di Scienze MFN.
Il rettore trasmette gli elenchi degli esaminatori (non presenti).

Regolamenti universitari, immatricolazione, iscrizione, disposizioni relative. Libretti delle lezioni dei professori

Disposizioni del ministro in merito a: dispensa dalle tasse di licenza liceale per gli uditori; al trasferimento di studenti da una Università all'altra; alla presenza delle firme dei professori sui libretti che gli studenti devono presentare al momento dell'esame; passaggio dalla Facoltà di Farmacia a quella di Medicina e chirurgia. Corrispondenza relativa ai documenti rilasciati agli studenti che chiedono una proroga dell'inizio del servizio militare e a un errore commesso nella compilazione nei documenti relativi a Emilio Brocchi. Lettera di sollecito inviata dal rettore ai professori perchè consegnino il libretto delle lezioni.

Sussidi a vedove, parenti di professori, impiegati, serventi, bidelli, ecc. Domande di pensione ed indennità

Mandato di pagamento a favore di Carolina Louvel vedova Pietro Alya, giunto erroneamente all'Università di Torino.
Domada di sussidio di: vedova Vittoria Gramaglia, Domenica Bonetti vedova P. Cartier, Giuseppa Rocchietti vedova G. Gay, Teresa Servati vedova A. Mazzini, Virginia Casagrandi vedova Falletto, Teresa Costamagna vedova S. Berruti, Lucia Eurosa Siderot vedova M. Pelissetto, del prof. Giuseppe Cordero.
Concessione di sussidi a: Antonio Bucciotti, Rosa Mantegazza vedova F. Ospitalieri, Angela Rossetti vedova F. Paschero, Francesca Checchi vedova G. A. Garrone, Maria Verga vedova Dassori, Angela Rossetti vedova G. Rossetti, Fiorenza De Agostini vedova Gioachino, Giovanna Chiantore vedova G. V. Cordero, Angela Catellino vedova G. Fino, Maria Viberti figlia di G. Chiantore, Luigia Raineri vedova C. Orcurti, vedova M. Pelizzetto.

Serventi, bidelli, portieri dell'Università

Retribuzione straordinaria all'usciere Angelo Pianta.
Il Ministero della Pubblica istruzione congela la richiesta di aumento di stipendio avanzata dai serventi degli Istituti scientifici, in attesa di emettere regole generali che uniformino la condizione di detto personale presso tutte le Università.
Stefano Picco, inserviente presso il Laboratorio di Chimica farmaceutica, chiede aiuto al rettore per ottenere la restituzione di un forte credito contratto col capo usciere Tomaso Sabre.
Assegnazione degli alloggi gratuiti a Poma (che occuperà quello del defunto Paschero, la cui vedova Angela Rossetti è invitata a svuotare) e a Pellissetto.
Decreti di nomina di Giovanni Bricco a servente presso il Laboratorio di Anatomia e di Felice Poma a servente presso la segreteria.
Prospetto delle ferie di inservienti e bidelli.
Decreto di conferma di Francesco Paschero a usciere della segreteria e successiva comunicazione di morte.
Decreto di nomina di Luigi Bagarotti a bidello di 1° classe e di Carlo Pelissetto a bidello di 2° classe presso la Facoltà di Matematica in sostituzione di Giuseppe Talpone, trasferito a Giurisprudenza, e di Martino Teghillo, collocato a riposo (è presente la relativa pratica).
Decreto di conferma di Giuseppe Viroglio a assistente del Laboratorio di Fisica.
Domanda di retribuzione straordinaria avanzata da Stefano Astore.
Nomina di Giuseppe Gatto a usciere della segreteria. Prende il posto del defunto Maurizio Pelizzatti.
Domande di Giorgio Vivaldi e Luigi Bagarotti, bidelli presso le Facoltà di Medicina e Chirurgia e Farmacia, rispettivamente per retribuzione straordinaria e aumento di stipendio.

Impiegati di Segreteria

Lettere che motivano assenze dal lavoro per ragioni di salute di Carlo Bonzanino e Vincenzo Re.
Il Ministero della Pubblica istruzione accorda un permesso straordinario di un mese a Vincenzo Precerutti.
Tabella riassuntiva delle ferie del personale di segreteria per l'estate 1880.
Giovanni Cairola chiede di essere riammesso in servizio presso la segreteria in qualità di vice segretario. Il rettore rifiuta in quanto questo comporterebbe il licenziamento di uno dei due scrivani straordinari, Merlano e Gaudiglio, i quali godono della massima fiducia.
Due relazioni sull'organizzazione del lavoro della segreteria e dell'economato.

Liberi insegnanti (con o senza effetto legale)

Sono presenti istanze per l'ottenimento della libera docenza, lettere di trasmissione dei decreti di abilitazione, lettere di trasmissione dei programmi (talvolta corredati dei programmi stessi) di: Amar Moisè di Diritto industriale, D. Baiardi per l'insegnamento di Patologia chirurgica, Balbiano di Chimica, Libero Bergesio di Ostetricia, L. Berruti di Clinica chirurgica e operatoria, G. Bizzozero di Microscopia clinica, Leonardo Bogino di Storia delle droghe, Francesco Buffalini di Diritto amministrativo, Lorenzo Camerano di Anatomia degli insetti, Riccardo Cattaneo di Diritto commerciale, Luigi Cerrato di Letteratura greca, Vittorio Colomiatti di Anatomia patologica, Giuliano Fenaroli di Letteratura italiana, Enrico Ferri di Procedura penale (copia della dissertazione), S. Fubini per l'insegnamento di Materia medica e tossicologia sperimentale, Giuseppe Giuliano di Filosofia (presso l'Università di Napoli), Giacomo Laviosa di Filosofia del diritto (copia della dissertazione), C. Lombroso di Psichiatria, Ippolito Luzzati di Diritto civile comparato (alla pratica è allegato un estratto del verbale dell'adunanza della Facoltà di Giurisprudenza del 29 maggio 1879), Novaro di Otoiatria, Stefano Pagliani di Fisico chimica, E. Parona di Semiotica (presso l'Università di Pavia), Edoardo Perroncito di Parassitologia, Ettore Pezza di Letteratura latina, Francesco Pic di Lingua francese, Giuseppe Rogeri di Progresso materiale e sociale dell'umanità, Ettore Stampini per l'insegnamento di Letteratura latina, Felice Tedeschi di Diritto civile, Giovanni Battista Ugo di Diritto costituzionale, Pietro Valerga di Lingue semitiche.
Circolare del 12 novembre 1879 sulle regole di ammissione all'esame di libera docenza con effetti legali.

Calendario generale, bollettino e annuario ufficiale del Ministero, annuario accademico, guida di Torino, Palmaverde. Variazioni del personale. Aggiunte

Lettera della Prefettura in cui si richiede l'invio dei dati del personale universitario per la compilazione del Calendario generale del Regno del 1880.
Elenchi dei destinatari di una copia dell'annuario1878-79 e lettere di ringraziamento.
Biografia di F. Chiappero redatta da S. Mosca.
Corrispondenza con altre università per l'invio di una copia dell'annuario torinese, indicato dal Ministero della Pubblica istruzione quale modello a cui uniformarsi.
Elenco degli immatricolati, licenziati, diplomati e laureati nell'anno 1878-79 nelle varie facoltà e scuole.
Lettera della casa editrice Paravia in cui si richiede l'aggiornamento dei dati del personale superiore dell'amministrazione universitaria per la stesura della nuova Guida di Torino. Circolare del ministero richiedente nota del personale universitario al 31 dicembre 1878 per aggiornare lo Stato del personale addetto alla pubblica istruzione.

Personale militare e riformato

Sottofascicolo "Imposta sulle esenzioni dal servizio militare": copia della circolare n. 6432 sez. IVa del 15 febbraio 1917 della Intendenza di Finanza di Torino con oggetto "Imposta sulle esenzioni dal servizio militare" ed elenco nominativo dei dispensati con relativo stipendio.
Sottofascicolo "Revoca dispensa": corrispondenza con le autorità militari, comprendente le lettere inviate dai direttori degli Istituti che segnalano i problemi derivanti dai continui arruolamenti di personale subalterno, e comunicazione della revoca della dispensa precedentemente concessa ad Angelo Boffano, Giovanni Botto, Giuseppe Daffara e Pietro Fontana. In seguito alla descrizione delle mansioni svolte da Giacinto Gejmet, inserviente presso l'Istituto di Medicina legale, e da Giuseppe Demaria, addetto all'Osservatorio Astronomico, inviate dai rispettivi direttori, viene confermata loro la dispensa. Fra le carte della pratica Demaria è presente un telegramma inviato dal capo Ufficio Idraulico militare, colonnello A. Magrini che invita a trasmettere "... le osservazioni delle ore 9 e 13 legali compilandole col cifrario internazionale" all'Ufficio Idraulico militare di Venezia. Le carte relative a Pietro Fontana, e in particolare la lettera di Oreste Mattirolo al rettore per chiederne la dispensa dal servizio militare, documentano come il laboratorio dell’Orto botanico fosse utilizzato «anche per analisi di indole militare» e, più nello specifico, per rispondere «ai quesiti che in ordine ai materiali vegetali usati fraudolentemente dai soldati per ottenere esenzioni, ad ogni momento gli vengono rivolti (in specie dai medici militari oculisti).
Sottofascicolo "Richiesta di certificati militari": invio al Ministero dei certificati del personale che svolge il servizio militare Carlo Gastaldi, Gaetano Charrier, Domenico Allavena, Alessandro Terracini, Angelo Rabbeno, Amerigo Castellini, Luigi Magnani, Ottavio Costa, Adolfo Canelli, Paolo Desderi, Ettore Del Vecchio, Cino Poli, Ugo Spezzani, Antonio Carle, Camillo Negro, Gustavo Quarelli, Alfredo Coppola, Mario Chiò, Ugo Camera, Argeo Angiolani, Siro Piccaluga e Candido Mantelli. L'invio avviene in risposta a precise richieste del Ministero, ribadite con una circolare del 7 aprile, che fanno riferimento al precedente D.L. 29 ottobre 1916, n. 1499 relative alla corresponsione di "... una indennità per la durata della guerra a favore dei funzionari con stipendio complessivo non superiore a L. 3000".
Sottofascicolo "Pratica richiamo assistenti anno 1917-1918": documentazione raccolta per inviare al Ministero della Guerra l'elenco del personale indispensabile per l'insegnamento, come richiesto da una circolare del Ministero del 19 settembre. Dai rispettivi direttori viene richiesto il rientro negli Istituti di: Arturo Fontana e Mario Giorgis oppure Mario Trossarello (Clinica dermosifilopatica); Argeo Angiolani (Chimica farmaceutica e tossicologica); Leone Lattes (Medicina legale); Luigi Cognetti de Martiis ed Edoardo Zavattari (Museo di Zoologia); Giovanni Grillone e Piero Della Porta (Clinica ostetrica); Federico Grignolo (Clinica oculistica); Domenico Allavena (Fisica); Francesco Vercelli (Meccanica razionale); Mario Sapegno (Anatomia patologica); Cino Poli (Algebra e geometria analitica); Gaetano Viale (Fisiologia); Ottorino Uffreduzzi (Clinica chirurgica operativa); Pietro Biffis (Patologia speciale medica dimostrativa); Giuseppe Satta (Clinica medica); Ugo Camera (Patologia speciale chirurgica); Vittorio Marzocchi (Parassitologia); Giuseppe Satta (Clinica medica, scritto su carta intestata "Clinica medica generale militarizzata della R. Università di Torino); Giuseppe Gola (Orto botanico) e Mario Sapegno (Anatomia patologica). Il rettore, inoltre, chiede l'esonero per i professori Lionello Venturi, Pietro Egidi e Samuele Giorgio Levi della Vida. In una lettera inviata dal Ministero dell'Istruzione si chiarisce che il Ministero della Guerra, nel mese di dicembre, ha deciso di accogliere le proposte relative al personale universitario sotto le armi "... solo nel caso che trattasi di inabili alle fatiche di guerra e non appartenenti a riparti mobilitati". E' presente copia della circolare 26 dicembre 1917, n. 23016 con oggetto "Dispensa e esonerazione temporanea dal servizio militare di laureati in medicina e chirurgia" con la richiesta di un elenco di personale di ruolo per il quale chiedere un esonero temporaneo; copie di elenchi di assistenti per i quali chiedere l'esonero per l'anno accademico 1917-18 e un elenco non datato di "Istituti cui manca tutto il personale assistente".
Sottofascicolo "Dispensa dalla chiamata alle armi dei riformati" e richieste di esonero: lettera del Ministero in merito all'esonero dal servizio militare del personale subalterno, per il quale il Ministero della Guerra ritiene che "... per le modeste mansioni che esplica non può evidentemente sussistere il concetto di indispensabilità e tanto meno quello di insostituibilità.", ma concede eventuali deroghe per gli addetti agli Istituti scientifici; elenco dei funzionari appartenenti alle classi 1876-81 dispensati dalla chiamata alle armi inviato al Ministero nel gennaio 1917; lettera del professor Giovanni Boccardi, direttore dell'Osservatorio astronomico, con la quale pur esprimendo "... tutto quel concorso che mi è possibile alla grande impresa patriottica che si sta svolgendo con le armi..." chiede che non vengano richiamati l'inserviente Secondo Canino e il tecnico Giacinto Latini illustrando tutti i problemi che ne deriverebbero; circolare urgente dell'8 febbraio inviata dal Ministero che chiede un controllo delle richieste di esonero valutando con la massima attenzione l'effettiva insostituibilità degli esonerati e risposta del rettore che conferma quanto dichiarato precedentemente; elenco dei funzionari delle classi 1874-99 riformati e chiamati a nuova visita; telegramma con le disposizioni del Ministero della Guerra in merito alla nuova chiamata alle armi; corrispondenza riguardante Andrea Audezzano, Giovanni Battista Bianco Prevot, Michele Bogge, Giovanni Botto, Vittorio Cavallero e Antonio Musso: richiesta di esonero per gli stessi Bianco Prevot, Bogge, Botto e Musso e per Carlo Servetti, Luigi Magnani e Giuseppe Masera. Risposta alla richiesta di informazioni circa la propria posizione militare di Matteo Bartoli, Pericle Ducati, Pietro Egidi, Amedeo Herlitzka (che dichiara di essere "Maggiore medico di complemento ed addetto all'ufficio psicofisiologico dell'aviazione con sede a Torino") , Giorgio Levi della Vida, Ferruccio Zambonini e una cartolina di Lionello Venturi del 16 dicembre (che dichiara di essere ferito all'Ospedale di Palmanova).
Sono inoltre presenti una comunicazione dell'Ospedale Militare di Torino che attesta il ricovero per ferite di Francesco Ferrero Fusiè e un telegramma del comando del 149° Reggimento fanteria il quale segnala che il soldato Giovanni Revelli risulta disperso durante un combattimento.
Fra le carte è presente anche una lettera inviata dal Ministero per le armi e le munizioni, Ufficio storiografico della mobilitazione, con oggetto "Richiesta di personale tecnico" volta ad ottenere un elenco di insegnanti o assistenti che prestano il servizio militare o sono esonerati per altra causa di utilità nazionale, per coadiuviare l'ufficio scrivente nel "... raccogliere, ordinare e pubblicare le prove dello sforzo grandioso compiuto dalla Nazione in tutti i rami della produzione e della tecnica, onde assistere di Presidii adeguati l'esercito combattente la grande guerra redentrice".

Domande generiche non comprese in alcuna pratica speciale

Miscellanea di corrispondenza con altre istituzioni, docenti dell'Università e privati: Giovanni Antonio Rayneri; G. Govi; Francesco Merolfa Petitti; Nicola Romelli; senatore Filippo Linati; Reale Accademia Albertina di belle arti; G.S. Bonacossa; Comitato iniziatore d'insegnamento (cui è allegata copia del n. 1 del giornale L'istruttore popolare); Comitato per gli espositori veneti e romani; Accademia medico-chirurgica di Genova; Università di Catania, Palermo, Bologna e Siena; Tribunale del Circondario di Torino per la verifica degli studi in Medicina di Paolo Medici; T. Canonico; Istituto tecnico governativo di Torino; R. Piria per testare una nuova vernice utilizzata sulle stoviglie; Comitato degli studenti della Regia Università di Bologna (cui sono allegate copia del Corriere dell'Emilia e della Gazzetta delle Romagne, entrambe del 2 marzo 1863); Pietro Ghiglione; Giuseppe Rota. Corrispondenza con il ministro: incarico a Pier Camillo Orcurti di cooperare con i componenti del Comitato Centrale Italiano nella scelta di oggetti rappresentativi da inviare all'esposizione internazionale di Londra del 1862; regolamentazione del numero degli assistenti presenti agli esami scritti; restituzione al Ministero d'Agricoltura e commercio di strumenti di misura conservati nel Gabinetto del rettore, in seguito alla morte di I. Pollone, rettore e presidente della Commissione consultiva sui pesi e misure; visita del professor Pinto, consigliere onorario dell'imperatore russo; rilascio di copia della patente di veterinario ad Amato Revuz di Cluses; nomina di G. Bollati a cavaliere dell'Ordine Mauriziano; dono alla Biblioteca dell'Università di una copia dell'incisione con soggetto la Madonna del baldacchino del cavalier Fosella; invio alla Facoltà di Medicina e chirurgia di un opuscolo su un caso clinico scritto da Egidio Tentarelli; trasmissione di copie di registri degli esami per l'Università di Palermo; richiesta di un parere della Facoltà di Medicina e chirurgia sull'utilità di una scoperta fatta dal dottor Giulio Beer di Berlino; nomina dei professori G.B. Erba e A. Sismonda a presidenti delle sottocommissioni per gli esami di promozione nella Regia Accademia militare; corrispondenza in merito al dono e alla vendita all'Ospedale Oftalmico e infantile di alcuni banchi e di arredi sacri, precedentemente collocati negli Oratori dell'Università, su proposta del canonico Duprè, direttore dell'amministrazione ospedaliera.

Cassa scolastica

  • Minute di convocazioni del Direttorio della Cassa scolastica dell'Università e di quello della Facoltà di Magistero. In quella del 18 gennaio 1938 sono appuntati a matita i nomi dei destinatari: professori Carlo Arnò e Ferdinando Vignolo-Lutati; studenti Giuseppe Molino di Lettere e filosofia e Francesco Sulliotti di Giurisprudenza.
  • Decreti di nomina a componenti del Direttorio per l'anno accademico 1938-39 del professor Gennaro Di Macco e dello studente Giuseppe Ragusa, in sostituzione di Francesco Sulliotti.
  • Istanza di Edmondo Fiandrino, studente del 5° anno di Medicina e chirurgia, che lamenta di non aver ricevuto l'assegno; comunicazioni inerenti Luigi Cavallo, studente della Facoltà di Giurisprudenza..

Rettorato

Parte delle carte è relativa a scambi di saluti e auguri in occasione di ricorrenze, quali l'inizio del nuovo anno fascista (29 ottobre): sono conservati tredici telegrammi inviati dal rettore, con tre risposte (da parte del prefetto Carlo Tiengo, del comandante del primo corpo d'armata Mario Vercellino, dal generale Asinari di Bernezzo primo aiutante di campo del re e imperatore Vittorio Emanuele III), mentre del presidente della Provincia Vittorino Vezzali è agli atti il solo telegramma di risposta. Potrebbe riferirsi alla stessa ricorrenza la minuta, non datata, del "fervidissimo omaggio di devozione e di fede" indirizzato al capo del Governo Benito Mussolini. Altre occasioni sono il compleanno della regina e imperatrice Elena e di Umberto di Savoia, principe di Piemonte; il terzo anniversario della morte in guerra di Francesco Azzi; gli auguri di Natale inviati al rettore da Metello Rossi di Montelera, da Domenico Mittica e da Pino Stampini a nome del GUF, una visita dei duchi di Genova.
Tra le altre carte si segnalano: la richiesta del rettore Azzo Azzi di essere ricevuto da Umberto di Savoia, la conferma della partecipazione del rettore all'inaugurazione dei littoriale della cultura e dell'arte di Palermo, la richiesta del rettore al podestà di Torino di prestito di piante in occasione della visita del ministro Giuseppe Bottai, un telegramma di Bottai che sancisce la nullità di provvedimenti assunti su proposta di professori ebrei successivamente al 13 settembre 1938, la minute della richiesta rivolta dal rettore al segretario federale del PNF di nulla osta rispetto alla nomina di Gennaro Di Macco in luogo di Benedetto Morpurgo nel Consiglio di Amministrazione dell'ospedale San Lazzaro, di Giovanni Battista Allaria e Ferruccio Vanzetti a componenti del Consiglio di Amministrazione dell'Università, di Corrado Ferretti di Castelferretto a commendatore dell'Ordine della Corona d'Italia.

Cose dell'altro mondo

Materiali relativi alla rivista teatrale Cose dell'altro mondo, di Giovanni Battista (Nino) Berrini, Alessandro (Sandro) Camasio e Angelo Agostino Adolfo (Nino) Oxilia. Lo spettacolo debuttò al Politeama Chiarella di Torino l'8 marzo 1912 e rimase in cartellone sino al 13 marzo; gli incassi furono devoluti alle famiglie dei soldati che combatterono la campagna d'Africa.

  • cartella in pelle contenente fotografie montate su cartoncino, raffiguranti gli autori e gli attori nei costumi di scena, 1912. Nonostante i fototipi (positivi su carta) siano stati riuniti e incollati sul medesimo supporto secondario non sembra trattarsi di un unico servizio fotografico: sono infatti realizzati con tecniche diverse e non tutti presentano un monogramma riconducibile al medesimo fotografo;
  • opuscolo di sala: Cose dell'altro mondo di Nino Berrini, Sandro Camasio e Nino Oxilia, Torino, E. Denina e C., s.d. [1912] (2 copie);
  • programma di sala relativo alle rappresentazioni tenutesi al Politeama Chiarella di Torino dall'8 al 13 marzo 1912 , 1912;
  • cartolina non viaggiata illustrata da Mario Dezzutti e stampata da Grand Didier e C. Torino, 1912.

Inni e canzoni politiche

Partiture a stampa di inni patriottici, della guerra italo-turca e del fascismo. Un'ampia parte di questi materiali musicali è relativa alle associazioni giovanili fasciste, i cui canti sono stati composti da Giuseppe Blanc.

  • Inno nazionale degli studenti italiani. Parole di Giuseppe Prati messe in musica da G. Guglielmetti studenti dell’Ateneo torinese, Torino, G. Cattaneo, s.d. [post 1855-ante 1858], n. 1009;
  • Inni Patriottici per canto e pianoforte, Torino, A. Maffiotto [Ditta Francesco Blanchi], s.d. [anni Dieci XX secolo]; contiene l’Inno di Mameli, l’Inno di Garibaldi e l’Inno di Salandra di Giulia Cavallari Cantalamessa con musica di A. Torri;
  • 1861-1911. Inno patriottico popolare per le scuole e per l'esercito. Parole di Giulia Cavallari Cantalamessa. Musica di Angelo Montanari. Pianoforte e canto, Torino, Fratelli Amprimo, s.d. [anni Dieci XX secolo];
  • Per la Guerra Italo-turca. Inno guerresco. Parole di Giulia Cavallari Cantalamessa. Musica di Giuseppe Arrigo. Ampliata e arricchita dalla seconda parte ad libitum, Torino, Luigi Perosino [Fratelli Amprimo], II edizione s.d. [anni Dieci XX secolo];
  • Canti per la guerra. Preghiera dei giovani alla Vergine pel trionfo delle armi italiane in Tripolitania del Can.co L. Inzoli, Milano, A. Bertarelli, 1912; in testa al frontespizio: All’Asilo infantile di Crema;
  • Inno a Mussolini. Versi di Libero Franchi. Musica di Renzo Callegari, Firenze, Manno Manni, s.d. [1921];
  • La calata delle camicie nere. Parole di E. Corsary. Musica di A. Consiglio, Torino, Casa musicale A. Allione, s.d. [1921-24]; dedicato a Cesare Maria De Vecchi;
  • (×) Giovinezza! Inno trionfale del Partito Nazionale Fascista. Edizione ufficiale approvata ed autorizzata dal direttorio del P.N.F. Versi di Salvator Gotta. Musica di Giuseppe Blanc, Milano, Carisch [Torino, Off. Graf. L. Wolf], s.d. [post 1925];
  • Ël dulur ’d Turin (La sità forta) Elegia Pupular. Parole ’d Carlo Rabbi. Müsica ’d Eduard Lessona, Torino, G. D’Amato [Fratelli Amprimo], 1926; dedicato a Vittorio Emanuele III;
  • Inno delle avanguardiste e piccole italiane. Musica di Luigi Gallino. Versi di Luigi di San Giusto, Torino, Leandro Chenna [Fratelli Amprimo], 1927, n. 675;
  • Inno delle piccole italiane. Marcia. Versi di L. Timbaldi. Musica di A. Chirico, Milano, C.A. Bixio [Società Anonima Officina Litografica Stamperia di Musica], s.d. [1927];
  • La canzone d'Italia di Damiani de Giannetti Falvo. Versi di Giovanni Maria Sala, Milano, Editoriale musicale italiana [M. Andreoli], 1927 (versione ritmica di Giovanni Maria Sala); dedicata a Ernesto Belloni, primo podestà di Milano;
  • Inno degli studenti italiani. Versi del colonnello A. Giuffrida. Musica di Ettore Melotti, Casale Monferrato, E. Melotti, 1927, n. 410; dedicato a Benito Mussolini (partitura per canto);
  • (×) Inno degli studenti universitari fascisti. Musica di Giuseppe Blanc. Versi di Vittorio Emanuele Bravetta, Torino, Tip. Lit. Fratelli Amprimo, 1927 e ristampa 1937 (4 esemplari, di cui uno rilegato nel volume di Blanc; quello del 1937 riporta la dicitura "in vendita presso "Carish" S.A. Editori Milano”, ma è stampato dai Fratelli Amprimo);
  • Inno degli studenti universitari fascisti. Musica di Giuseppe Blanc. Versi di Vittorio Emanuele Bravetta, Milano, Carisch [Tip. Lit. Fratelli Amprimo, Torino], s.d. [1927?] e ristampa 1938 (partitura per mandolino, 2 esemplari);
  • (×) La marcia delle legioni. Inno imperiale. Versi di Vittorio Emanuele Bravetta. Musica di Giuseppe Blanc, Milano, Carisch [Fratelli Amprimo], 1927;
  • (×) Balilla. Inno dei fanciulli fascisti. Versi di Vittorio Emanuele Bravetta. Musica di Giuseppe Blanc, Milano, Carisch [Fratelli Amprimo], 1929;
  • (×) Bimbe d’Italia. Inno ufficiale delle piccole italiane di Giuseppe Blanc, Torino, Fratelli Amprimo, 1929;
  • (×) La leonessa. Inno della 15^ legione M.V.S.N. Versi di Vittorio Emanuele Bravetta. Musica di Giuseppe Blanc, Torino, Fratelli Amprimo, 1929; dedicato a Augusto Turati;
  • (×) Inno della Somalia italiana. Versi di Vittorio Emanuele Bravetta. Musica di Giuseppe Blanc, Torino, Leandro Chenna [Fratelli Amprimo], s.d. [1930];
  • Inno a Roma. Parole di Fausto Salvatori. Musica di Giacomo Puccini, Milano, Casa musicale Sonzogno [La musica moderna], 1933, n. 2721 (trascrizione per voci bianche di A. Schinelli); dedicato alla principessa Jolanda di Savoia;
  • Inno a Roma. Parole di Fausto Salvatori. Musica di Giacomo Puccini, Milano, Casa musicale Sonzogno [La musica moderna], 1936 e ristampa 1944, n. 2238 (2 esemplari, il primo dedicato alla principessa Jolanda di Savoia);
  • Italia in marcia. Canzone dell’impero, Versi di L.E. Gianturco. Musica di Amedeo Gala, Milano, S.A.M. Bixio [La musica moderna], s.d. [1936];
  • Ritorna il legionario. Musica di F. Pellegrino. Versi di N. Ciavarro, Roma, Edizioni musicali Il gladio, s.d. [post 1936] (partitura per mandolino);
  • Fiocco azzurro di Savoia. Poesia di Vittorio Emanuele Bravetta. Musica di Angelo Tortone, Torino, Augusta [Stabilimento grafico Foà], 1937;
  • Impero. Inno. Parole di un fascista. Musica di Giuseppe Blanc, Milano, Carisch [Fratelli Amprimo], 1939 e ristampa 1940 (2 esemplari);
  • Preghiera del legionario prima della battaglia. Testo di Auro d’Alba. Musica di Giuseppe Blanc, Milano, Carisch [Fratelli Amprimo], 1939;
  • Saluto al Duce. Versi di V.E. Bravetta. Musica di E. Carabella, Roma, Edizioni de Santis, 1939, n. 477;
  • Mario Ruccione, I canti della nostra guerra, Roma, Edizioni musicali M. Ruccione [La musica moderna], 1942 (contiene i seguenti inni, parti dei quali musicati da Ruccione: La sagra di Giarabub, La canzone dei sommergibili, Camicia nera, Aquile, Vincere!, Il camerata Richard, Canzone alpina, L’inno dell’Asse, di cui è presente anche la versione originale Das Lied von der Achse);
  • Inno popolare. Cav. Ferrari Gaetano di Lodi, s.d. [anni Venti-Trenta XX secolo]; mancante della coperta, dedicato a Benito Mussolini;
  • Inno (ufficiale) delle giovani italiane. Parole di Carlo Zangarini. Musica di Giuseppe Pettinato, Milano, Edizioni Canti d’Italia, s.d. [anni Venti-Trenta XX secolo];
  • Liberazione. Inno popolare, Torino, Fratelli Amprimo, s.d. [1945].

Si conservano inoltre

  • partiture e testi di canzoni manoscritti: Ritornando serenata, parole di M. Tondi e musica di O. Brunetti; Soko di J. Arnold; La Madelon de la Victoire, parole di L. Boyer e musica di Ch. Borel-Clerc; Canto dei fascisti, parole di M. Manni e musica di G. Blanc; La leggenda del Piave di E.A. Mario; Soldato ignoto di E.A. Mario, 1921-1922;
  • partitura manoscritta: Canto dei fascisti (Giovinezza, giovinezza), versi di Marcello Manni, musica di Giuseppe Blanc, riduzione di G. Castaldo, firmato da Marcello Manni [?], s.d. [anni Venti XX secolo];
  • partitura stampata a ciclostile: Inno degli studenti. La festa. Poesia di Massa Mattia. Musica di Caire Gaudenzio. Studenti, s.l., proprietà dell’autore [Stabilimento litografico Ionck ?], s.d. [anni Venti XX secolo];
  • partitura stampata a ciclostile: Tripoli, s.d. [anni Trenta XX secolo]; presenta una nota del collezionista “Enrico Simonetti, nonno di Fulvia Collino Casalegno”;
  • manifesto degli “inni e canzoni fasciste fatte pubblicare dalla squadra d’azione «Vola» di Genova”, s.d. [anni Venti XX secolo]; contiene i testi dei seguenti inni: Giovinezza (inno fascista), Inno squadrista, Manganel, Giovinezza (inno degli arditi), Stornelli fascisti di attualità, All’armi, Vendetta, A noi!, Eja!, Verrà Lenin!;
  • cartolina con partitura per canto e mandolino: Nuova goliardia. Canto degli studenti volontari (parole di Francesco Cavalleri e Giuseppe Martucci, musica di Giuseppe Gallazzi), s.d. [anni Trenta XX secolo]; reca sul verso un’illustrazione con Mussolini a cavallo e la legione universitaria di Walter Molina, con riferimento all’anno XI.

Spettacoli, riviste teatrali, operette e azioni coreografiche

Opuscoli di sala relativi a riviste teatrali, operette e azioni coreografiche promosse dalle associazioni universitarie dell'Università di Torino e di altri Atenei italiani (Genova, Milano, Modena, Parma). Questi spettacoli erano solitamente organizzati per i festeggiamenti del carnevale, con un numero limitato di repliche; solamente pochi casi fortunati (come Addio giovinezza!) furono rimessi in scena a distanza di anni dal debutto. Nei libretti sono riportati la trama dell'opera e i testi delle canzoni e dei dialoghi; sono anche indicati i nomi (o i soprannomi) degli studenti e delle maestranze coinvolte. Oltre agli opuscoli, sono anche presenti partiture, fotografie, manifesti e volantini pubblicitari strettamente collegati alle rappresentazioni.

Sono presenti materiali relativi alle seguenti opere teatrali studentesche e goliardiche: La secca rapita, Scholasticón, I goliardi, Libertas, Il crepuscolo delle idee, La gran via bicerina, Turlupineide, Bummelstudenten, L’allegra brigata, Cercando la via, I denari della laurea, Venga con noi…, Bel-la se vuoi venire, Ahi!... Come fu?..., Fra gonne e colonne, Come me la godo!, Va all’inferno, I goliardi… Che mattacchioni!..., Goliardeide, Niente di nuovo, Jukkaydy, Milanesi in mare. Spettacolo goliardico marinaio, Giovanotti in aula!, L’ippogrifo, Giovanotti... alle urne!, Nerone (nuovissima edizione), L’inferno può attendere, Le cinque orfanelle, Scusi, l’ha vista lei?, La moglie sorridente.

Non sembrano invece riconducibili all'ambito studentesco i seguenti opuscoli di sala: Il ritorno di Pulcinella dagli studi di Padova, Sieba, Excelsior, Amor, Otello, Cristoforo Colombo, Il giro del mondo in 80 giorni, La boîte à joujoux, Bicerineide, Tutt’altra cosa.

Si conservano inoltre:

  • disco (33 giri): Goliardia anni '30 (Ariston, 1977). Contiene canti tratti dalle riviste Bella se vuoi venire, Fra gonne e colonne, Come me la godo, Va all'inferno e Giovanotti in aula, interpretati da Milly e Carlo Pierangeli [Carla Mignone e Carlo Caniggia], direttore d'orchestra Cesare Gallino.
  • cartolina della festa del 19 dicembre 1909 del Lycée des jeunes filles di Macon (Francia), con il programma delle recite e l'elenco delle partecipanti (Marcia di E. Grieg per pianoforte; recita de Le jeu de l'amour et du hasard di P. de Marivaux e di Antigone nella versione francese d P. Maurice); sul recto presenta la riproduzione delle studentesse in costume di scena.

Registri delle lezioni dell'anno scolastico 1945-1946

Cinquanta registri su ognuno dei quali è indicato il tipo di corso. Registri dei corsi ufficiali: Cataldo Agostinelli (Meccanica superiore), Alceste Arcangeli (Zoologia, parte generale), Tommaso Boggio (Matematiche complementari), Carlo Cappelletti (Botanica generale), Angelo Castiglioni (Chimica delle fermentazioni), Alfredo Corti (Anatomia comparata), Romolo Deaglio (Fisica superiore), Massimo Fenoglio (Mineralogia), Antonio Nasini (Chimica generale e inorganica I), Enrico Persico (Fisica teorica), Alfredo Pochettino (Fisica sperimentale), Francesco Tricomi (Analisi matematica I).
Registri dei corsi liberi: Carlo Felice Capello (Geografia fisica), Camillo Pertusi (Chimica analitica applicata).
Registri delle esercitazioni: Giacinta Andruetto (Esercitazioni di Geometria analitica con elementi di proiettiva), Maria Gramegna (Esercitazioni di Matematiche complementari), Giuseppe Tanturri (Esercizi di Geometria descrittiva), Modestino Zeuli (Esercitazioni di Fisica matematica).
Registri dei corsi tenuti per incarico di: Cataldo Agostinelli (Analisi infinitesimale), Giuseppina Aliverti (Fisica terrestre), Ottavio Barbera (Esercitazioni di Disegno di elementi di macchine per chimici), Tommaso Boggio (Geometria superiore), Mario Boriosi (Geodesia), Piero Buzano (2 registri di Istituzioni di matematica per naturalisti, e di Geometria analitica con elementi di proiettiva), Gino Cecchini (Astronomia), Pompeo Colombino (Fisica tecnica), Bonaparte Colombo (Teoria delle funzioni), Alfredo Corti (Istologia), Ignazio De Paolini (2 registri di Chimica organica I, e II), Massimo Fenoglio (Petrografia), Camillo Lenti (Chimica biologica), Giuseppe Lovera (Spettroscopia), Mario Milone (2 registri di Chimica fisica, e di Chimica generale e inorganica II), Antonio Nasini (Chimica fisica), Enrico Persico (Fisica matematica), Giovanna Rava (Preparazioni di chimica inorganica), Rinaldo Rondolino (Geochimica), Paolo Rowinski (non è inidicato il titolo del corso), Guido Saini (Chimica analitica), Giovanni Salvestrini (Disegno), Costantino Socin (2 registri di Geologia, e di Geografia fisica), Rainero Stratta (Impienti industriali chimici I), Giuseppe Tanturri (Geometria descrittiva con disegno), Francesco Tricomi (Analisi superiore), Modestino Zeuli (Calcolo numerico), Giovanni Zin (Meccanica statistica).

Results 101 to 120 of 16282