Subfonds IT SMAUT IIE - Istituto di Istologia (Istituto di Istologia e Embriologia)

Identity area

Reference code

IT SMAUT IIE

Title

Istituto di Istologia (Istituto di Istologia e Embriologia)

Date(s)

  • 1965-01-07 - 1969-02-28 (Creation)

Level of description

Subfonds

Extent and medium

2 serie, 8 unità

Context area

Name of creator

Administrative history

Fino all’Anno accademico 1963/1964 l’Istologia afferisce alla Società Italiana di Anatomia e presso l’Istituto di Anatomia Umana Normale. L’insegnamento dell’Istologia a Torino cominciò con un corso libero nel 1877 e fu tenuto per circa dieci anni da Gaetano Salvioli, allievo di Giulio Bizzozero, che lo sostituì nel 1888 e fino al 1901; dopo la morte di Bizzozero, il corso di Istologia non si tenne per ben 28 anni. Nel 1936 il corso libero di Istologia venne affidato a Enzo Delorenzi (che lo mantenne fino al 1952) e dal 1948 divenne disciplina ufficiale, coperta per incarico da Rodolfo Amprino. Nel 1953 l’incarico venne assunto da Guido Filogamo il quale, nel 1963, ottenne la nomina a docente di ruolo della cattedra di Istologia e embriologia generale e a direttore del neonato Istituto di Istologia ed Embriologia, sito al terzo piano del palazzo di C.so Massimo d’Azeglio 52. Dal 1986 l’Istituto di Istologia ed Embriologia è stato accorpato al Dipartimento di Scienze Oncologiche e, all’inizio degli anni Novanta, trasferito presso l’Istituto per la Ricerca e la Cura del Cancro (I.R.C.C.) di Candiolo.

Archival history

L'intervento di riordino della documentazione, circa 10 metri lineari, conservata presso i locali del Dipartimento di Anatomia, Farmacologia e Medicina Legale, ha permesso di rinoscere tre fondi principali (Istituto di Anatomia Umana Normale; Carlo Giacomini; Romeo Fusari) e tre archivi aggregati (Consorzio Universitario Piemontese; Centro di Studi sull’accrescimento e sulla senescenza degli organismi; Istituto di Istologia).

Immediate source of acquisition or transfer

Content and structure area

Scope and content

Appraisal, destruction and scheduling

Accruals

System of arrangement

Conditions of access and use area

Conditions governing access

Conditions governing reproduction

Language of material

Script of material

Language and script notes

Physical characteristics and technical requirements

Finding aids

Allied materials area

Existence and location of originals

Existence and location of copies

Related units of description

Related descriptions

Notes area

Alternative identifier(s)

Access points

Subject access points

Place access points

Name access points

Genre access points

Description control area

Description identifier

Institution identifier

Rules and/or conventions used

Status

Level of detail

Dates of creation revision deletion

Language(s)

Script(s)

Sources

Accession area

Related subjects

Related people and organizations

Related genres

Related places